Euroleague - Datome e il Fenerbahçe Istanbul dominano il Laboral Kutxa all'overtime per la prima storica finale

13.05.2016 23:22 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 3919 volte
Euroleague - Datome e il Fenerbahçe Istanbul dominano il Laboral Kutxa all'overtime per la prima storica finale

Pronostico rispettato tra Fenerbahçe e Laboral Kutxa, ma con una dinamica e un finale che non si poteva immaginare tra l'ottima squadra di Perasovic e la macchina di vittorie che si è dimostrata quest'anno la formazione di Obradovic. Vitoria riesce a impedire ai turchi di svolgere il loro consueto gioco, trovando nell'esplosività delle guardie e nella maturità di un Bourosis da doppia doppia l'antidoto per passare addirittura in vantaggio. Destino però segnato nell'overtime, in cui la fatica e la carenza di rotazioni efficaci mina le gambe e l'intensità difensiva dei baschi che crollano verticalmente contro un Bogdanovic che realizza 9 dei suoi 18 punti nei 5' finali.

In una Berlino con supremazia di strisce giallo-blu il 13-0 dopo quattro minuti con triple di Gigi Datome e Bobby Dixon sembra il prologo di una cavalcata vincente del Fenerbahçe. La difesa a zona e la precisione balistica sembrano favorire la squadra turca, ma Perasovic trova subito i rimedi adatti alzando l'energia, stringendo la difesa, sfruttando meglio la presenza di Bourousis e l'espolsività delle guardie. La tripla di Adams con 2'29" vale in 15-13 e gara completamente riaperta. Bogdanovic e Vesely entrano in partita e il Fener chiude il primo quarto nuovamente avanti 23-15.

E' Bourousis a mantenere dentro il match il Laboral Kutxa per 7' abbondanti (37-29), ma quando deve uscire col terzo fallo sul groppone, lasciando Udoh padrone del pitturato, esce fuori il carattere della coppia di guardie spagnole Adams e James. Darius Adams con otto punti e un assist per Blazic, oltre a provocare una sanguinosa palla persa di Sloukas con 25 secondi all'intervallo, realizza il prodigioso recupero di Vitoria che alla sirena del 20' è attaccato al Fenerbahçe 41-40.

Tre palle consecutive perse dai turchi propiziano il contropiede del Laboral che passa avanti 41-42, ma Antic subito con cinque punti in fila rovescia il punteggio. Al 23' Hanga da tre fa -1. Testa a testa al 25' 50-49, con fasi confuse da cui se ne esce con una tripla da distanza siderale Adams, che poco dopo replica con l'entrata a canestro vanamente contestata da Jan Vesely: 50-54 e timeout Obradovic con 1'50". Lo stesso Vesely accorcia al rientro in campo, poi Gigi Datome firma il sorpasso con la tripla che fa esplodere l'arena tedesca. Scorrono gli ultimi secondi del quarto, però, quando Ioannis Bourousis esplode una tripla di tabella che manda ancora una volta il Laboral avanti 55-57.

Il pivot greco è on fire, torna in campo e apre con cinque punti in fila l'ultimo periodo 55-62. Udoh ferma l'emorragia del Fener, ma Vitoria non molla l'insperato vantaggio. La formazione di Obradovic cercano freneticamente il recupero, ma non hanno fortuna al tiro e Mike James firma il +7 dei baschi. Vesely trova tre volte in fila il canestro 65-66 con 4'51", il timeout è di Perasovic che vede i suoi accusare il lungo della Repubblica Ceca. L'intensità e la fisicità sono così forti ceh per alcuni minuti segna solo una volta Adams e con 2'50" Obradovic deve prendere un altro timeout per cercare una soluzione per segnare. La tripla tentata da Datome beffa tutti uscendo dal ferro, nella transizione Tillie guadagna la lunetta 2/2 e Baskonia, a fatica, avanza. Sloukas realizza, ma subito dopo manda in lunetta Bourosis. Un solo tentativo realizzato, ma in un momento in cui poco si segna è oro puro.

Poi arriva Gigi Datome che va dall'arco per il -1 con 48 secondi alla fine. Adams guadagna ancora la lunetta, segnandone uno: sulla transizione, Sloukas non perdona e pareggia con 25 secondi alla fine! Tiemout Perasovic. Adams fino in fondo, il tiro vincente non funziona, il rimbalzo è giasllo-blu per Sloukas che va in terra allo scadere: un arbitro chiama fallo, l'altro il tempo finito. Obradovic rischia il tecnico e si discute per una rimessa dopo timeout con sei decimi, che non produce nulla: ma è overtime!

Bogdanovic ricomincia con cinque punti, inframmezzati dal canestro di Hanga. Bourosuis, stanchissimo, sbaglia due liberi, Datome e James non hanno fortuna al tiro e Bogdanovic con 2'30" vola con il gancetto per il +7 Fenerbahçe 81-74. Adams fallisce con un tiro corto la seconda tripla di fila, Sloukas riceve fallo nel prendere il rimbalzo e in lunetta fa 2/2 con 2'. Accorcia Bertans, il Laboral pressa senza successo su tutti i palloni possibili e non, ma non hanno più lucidità ed energie. Obradovic si prende timeout con 1'13". Con 5 secondi disponibili per l'azione Bogdanovic prende rimbalzo in attacco e va per l'85-77. Perasovic chiede instant replay per una palla contesa (non fatto sul canestro precedente di Udoh che era arrivato dopo i 24 canonici secondi dell'azione) tra Sloukas e Bertans. Non cambia nulla ma nell'azione che segue Sloukas piazza la bomba dall'angolo che chiude i conti.

Finisce 88-77 con 18 di Bogdanovic, 15p+7r+2as di Datome, 14 di Vesely e Udoh (4 blocks), 13 di Sloukas per il Fenerbahçe che vola in finale per la prima volta nella sua storia e affronterà il CSKA alle 20 di domenica; 22p+10r+2as di Bourosuis, 19 di Adams, 13 di Tillie, 10 di Hanga per il Laboral Kutxa che alle 17 giocherà invece la finale per il etrzo posto contro il Lokomotiv Kuban.