Eurocup: Sassari regalaci un sorriso

12.12.2012 16:15 di Matteo Marrello  articolo letto 548 volte
Coach Sacchetti
Coach Sacchetti

Non gioco più me ne vado cantava Mina. Proprio tutto il contrario di quello che vuole fare questa sera il Banco di Sardegna Dinamo se ci sei batti un colpo. Ne basta proprio solamente uno e corrisponde a superare i francesi dell'Orleans  per scrivere una pagina di storia biancoblu. Occorrerà il solito tifo caldo e corretto del PalaSerradimigni (palla a due alle 20) per spingere i Sacchetti boys verso le Last16 di Eurocup unito alla voglia di vendicare i 13 punti di passivo dell'andata, frutto di una prestazione opaca per gli standard della squadra. In Francia la Dinamo chiuse con un pesante 7/36 nel tiro dalla distanza, non certo le medie a  cui sono stati abituati i tifosi. “Ad Orleans abbiamo forse messo in campo la nostra prestazione peggiore” commenta coach Sacchetti. Ora il traguardo europeo è li ad un passo dopo la meraviglia di Siviglia di mercoledì scorso,  condita da 31 punti di Drake Diener. Con il destino nelle proprie mani la Dinamo è chiamata ad un'ultima fatica  per lanciarsi con coraggio ed entusiasmo tra le magnifiche 16 che si contenderanno un trofeo finora mai conquistato da una italiana da quando è in vigore la formula delle Final Eight. Treviso da  padrona di casa nel 2011 arrivò quarta, Sassari potrà arrivare così lontano? Sarà lei stessa a darci una parziale risposta già dalle 22 di questa sera.  Sarà il primo capitolo di una tre giorni europea cruciale per la pallacanestro tricolore, un lieto fine sarebbe cosa gradita e potrebbe (il condizionale è d'obbligo) dimostrare che il buongiorno non si vede solo dal mattino ma anche dalla sera.

©RIPRODUZIONE RISERVATA