EuroCup: Brindisi esce sconfitta nell'esordio casalingo contro il Le Mans

Vittoria meritata dei transalpini che escono dal Palapentassuglia con il primo successo del torneo
 di Dario Recchia  articolo letto 441 volte
EuroCup: Brindisi esce sconfitta nell'esordio casalingo contro il Le Mans

L’Enel basket Brindisi esce sconfitta per 65 a 72 nel suo esordio casalingo in EuroCup contro la formazione francese del Le Mans. Orfana di Scottie Reynolds infortunatosi al ginocchio sinistro domenica scorsa nella gara di campionato contro la Dinamo Sassari la formazione di coach Bucchi non è riuscita a venire a capo di una gara che, dopo i primi cinque minuti, ha visto gli ospiti fare il primo break grazie ai canestri di Gelabale (accostato a Brindisi proprio qualche stagione fa) ed Amagou. L’Enel prova con Harris a ricucire lo strappo ma i transalpini chiudono il periodo sul 17-22. Nel secondo quarto la formazione ospite parte meglio aumentando l’intensità difensiva. I francesi sono piu’ alti e grossi  ed in attacco riescono a trovare buone soluzioni con Lofton (nuovo acquisto ed ex Besiktas Istanbul) e James. Bucchi chiama la difesa a zona cercando di porre rimedio alle folate degli ospiti che pero’, trascinati da McKee (MVP della serata con 24 pt. 4/6 da 2, 4/6 da 3 e 4 liberi a referto) vanno al riposo lungo sul 26-41.

Brindisi migliora la circolazione di palla nella ripresa e Zerini segna 4 punti con 2 canestri da sotto prontamente replicato dal solito Gelabale.  Kennet  Kadji decide di iscriversi alla partita con 7 punti e tanta energia commettendo pero’ il quarto fallo che gli costa il riposo in panca. Nell’ultima azione del periodo grande assist di Banks per Gagic ancora con i locali che ricuciono lo svantaggio riportandosi sotto per 45° 51.

Ultimo periodo con Harris che mette il canestro del meno 4 e Brindisi che prova una zone press a tutto campo. McKee decide di vincere la partita mettendo nella retina avversaria tre canestri da dietro la linea dei 6,75. La partita si fa piu’ dura e fisica e Zerini è costretto ad abbandonare la contesa per raggiunto limite di falli. Brindisi prova ma sembra stanca mentre, sul fronte opposto, i transalpini gestiscono agevolmente il vantaggio chiudendo la gara per 65 -72.

In effetti, cosi come dichiarato da Bucchi in sala stampa, la squadra questa sera è apparsa piu’ stanca rispetto ai francesi che, avendo giocato in campionato venerdi, ha potuto usufruire di 48 di riposo in piu’.

Il coach del Le Mans in sala stampa si dichiara soddisfatto della vittoria dopo la sconfitta casalinga contro il Gran Canaria pur riconoscendo, in tutta onestà, la pesante assenza di Reynolds nelle file brindisine.

Tra i presenti (non tanti per la verità !!!) il governatore della Regione Puglia Michele Emiliano, ex giocatore di basket e grande appassionato della palla a spicchi.

 

Enel Basket Brindisi - Le Mans Sarthe Basket 65-72 (17-22, 9-19, 19-10, 20-21)

Enel basket Brindisi: Banks 8, Scott 7, Cournooh 8, Harris 19, Cardillo n.e., Milosevic 4, Pacifico n.e., Gagic 6, Zerini 4, Marzaioli n.e., Kadji 9. All Bucchi

Le Mans Sarthe Basket: McKe 24, Lofton 6, Bengabern.e., Konate 4, James 10, Dally n.e., Cornelie 5, Yarou 7, Gelabale 11, Amagou 5, Fall 0. All. Kunter