EUROBET ALL STAR GAME: a Vigevano il meglio della Legadue

Pomeriggio di spettacolo al palazzetto dello sport della città ducale. Alla fine vince la squadra allenata da Pozzecco.
03.02.2013 19:15 di Alberto Baviera  articolo letto 1040 volte
Talor Ryan Battle
Talor Ryan Battle

VIGEVANO – Quando scatta l’ora dell’All Star Game, si sa, schemi e organizzazione di gioco lasciano spazio a gag, buonumore e spettacolo assicurato. È successo anche oggi pomeriggio a Vigevano, piazza storica della pallacanestro nostrana che, purtroppo, da un paio di stagioni ha visto ridimensionata la sua importanza cestistica a causa delle traversie della sua società di punta, la Pallacanestro Vigevano. Ma il nuovo palazzetto della città ducale, inaugurato nel 2010, si è dimostrato la giusta cornice per un pomeriggio che ha saputo riavvicinare al grande basket un pubblico sempre appassionato e numeroso.

Ci vogliono solo 18’’ perché Mays infili il primo canestro, una tripla, della serata. Ma il ritmo è fin da subito molto blando. Lawal da una parte e Battle dall’altra danno saggio delle rispettive abilità sia lontano sia vicino a canestro. Tra schiacciate, bombe e qualche giocata cercata ma non riuscita il primo quarto scorre via concludendosi 32-29 per la rappresentativa Ovest nelle fila della quale si mettono in mostra anche Callahan e Mays. Tra i blu invece sono Garri e Giddens a bucare più frequentemente la retina.
Dopo la girandola di cambi si mettono in luce James, Vitali e uno spettacolare Eric Griffin che strappa gli applausi di un pubblico sbalordito. Poi la partita si trasforma in anticipo nella gara delle schiacciate alla quale tutti vogliono partecipare: basti considerare che alla fine dei primi 20 minuti di gioco sono ben 26 le schiacciate andate a buon fine (15 per il Team Est, 11 per l’Ovest) con Griffin a farla da padrone (6).
Dopo la pausa dedicata allo Slam Dunk Contest le due squadre rientrano in campo e, per pochi possessi, sembrano anche voler difendere. Poi è la voglia di far canestro a prevalere tanto è vero che già all’inizio dell’ultimo quarto entrambe le compagini sono già oltre i 100 punti segnati. Il sostanziale equilibrio della contesa fa in modo che la gara rimanga aperta fino alla sirena conclusiva contribuendo anche all’intensificazione delle difesa negli ultimi possessi. Dopo 40 minuti di spettacolo e sudore è il Team Ovest ad uscire vincitore per 127-126. Delroy James è premiato come MVP della partita mentre Michele Vitali si aggiudica il titolo di Miglior Under 24 italiano dell'All Star Game di Legadue.

SLAM DUNK CONTEST: tra i quattro partecipanti alla sfida è Talor Ryan Battle (nella foto una delle sue schiacciate della serata) ad aggiudicarsi il trofeo dopo aver eliminato Jenkins e George al primo turno e Griffin in finale.

TEAM EST “Ci vuole Cuore & Fondazione Cuore” – TEAM OVEST “I love Live” 126-127 (29-32, 61-62, 99-94)

TEAM EST: Frassineti 5, Garri 9, Fernandez 5, Pascolo, Lawal 17, Ruzzier, Jenkins 19, Ghersetti 6, Roderick 8, Griffin 22, Vitali 9, Giddens 26, Brkic. All.: Dalmasson
TEAM OVEST: Mays 25, George 10, Poletti 6, Benevelli 9, Marigney 3, James 29, Battle 10, Martinoni 2, Ferrero 4, Callahan 26, Guarino 3. All.: Pozzecco

Arbitri: Andrea Masi, Enrico Bartoli, Matteo Boninsegna.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA