Eurobasket 2017 – Girone B: l'Italia brilla nel tiro da tre e supera anche l'Ucraina, 26 punti di Belinelli

L'Italia tira con un surreale 17/31 dall'arco e batte l'Ucraina 78-66.
 di Fabrizio Fasanella Twitter:   articolo letto 3798 volte
Eurobasket 2017 – Girone B: l'Italia brilla nel tiro da tre e supera anche l'Ucraina, 26 punti di Belinelli

Seconda vittoria su due uscite per l’Italia ad Eurobasket 2017. A Tel Aviv gli Azzurri superano anche una ruvida Ucraina grazie a un eccellente 17/31 nel tiro dall’arco, frutto di una notevole circolazione di palla in fase offensiva. L’MVP indiscusso dell’incontro è Marco Belinelli, autore di 26 punti (quattro triple essenziali nel secondo periodo) davanti agli occhi del suo ex coach Gregg Popovich. Da sottolineare la reazione azzurra nell’ultimo quarto dopo il parziale di 10-0 della compagine ucraina.

 

IL PRIMO QUARTO – I primi 2’30’’ del match vedono l’Italia sopra 2-0 (canestro di Hackett) grazie a un buon avvio difensivo. L’Ucraina si sblocca con i due liberi di Kravtsov e il semi-gancio di Zaytsev, ma un aggressivo Hackett attacca ancora il canestro e pareggia a quota 4 con 6’ sul cronometro della frazione. Biligha rimane a guardare, gli altri non aiutano e Kravtsov schiaccia a due mani, poi Belinelli fa la voce grossa con la tripla del +1 e l’Ucraina realizza ancora indisturbata. Pustozvonov scrive 2 in arresto e tiro, Kravtsov risponde a Belinelli grazie al secondo errore difensivo di Biligha e Lukashov, dall’arco, porta gli ucraini sul +4 (15-11) dopo una palla persa azzurra. Datome, con personalità, segna da 3 in uscita dal timeout, poi Aradori realizza di sinistro sulla sirena e l’Italia è sotto 16-19 alla fine del primo quarto.

IL SECONDO QUARTO – Pustovyi apre la frazione, Aradori risponde dall’arco e Bobrov segna da sotto dopo un altro errore difensivo dell’Italia. A causa di un'infrazione di doppio palleggio, l’Ucraina si innervosisce e commette un antisportivo con Bobrov. Filloy scrive 3 e Datome firma il sorpasso azzurro dalla lunetta, poi Pustovyi schiaccia su alley-oop e Biligha rimedia al precedente errore difensivo con un canestro su rimbalzo d’attacco. I problemi di rotazione dell’Italia, però, proseguono (altra schiacciata, questa volta di Kravtsov) insieme alle numerose disattenzioni su entrambi i lati del campo. Dopo qualche minuto di siccità offensiva, Belinelli sblocca i suoi con tre triple consecutive a dir poco fondamentali: 35-29 Italia a 3’ abbondanti dalla fine del primo tempo. Il +9 azzurro lo sigla Cusin dalla lunetta con un 3/6, Bobrov accorcia e la circolazione di palla permette a Belinelli di segnare la tripla del +10 (41-31 a 25’’ secondi circa dalla fine). Il ‘Beli’ ha la mano calda e subisce fallo sul tiro pesante (2/3) che permette ai ragazzi di coach Messina di avere 10 punti di vantaggio all’intervallo.

IL TERZO QUARTO – Mishula, dall’arco, risponde al guizzo di Hackett. Le squadre faticano a trovare la via del canestro e non brillano, ma Datome segna un canestro di esperienza e l’essenziale tripla del 50-37 azzurro a meno di 5’ dalla fine della frazione. Poi l’Ucraina dà qualche segnale con un break di 5-0 firmato da Pustovyi, Baldi Rossi fa centro dalla lunga distanza e ancora Putovyi accorcia grazie a due liberi e a una schiacciata bimane (+7 Italia). Filloy e Aradori, con una tripla a testa, pareggiano il massimo vantaggio italiano (+13) e l’Ucraina, nonostante lo stato di grazia di Pustovy, è sotto 48-59 prima dell’ultimo quarto.

IL QUARTO QUARTO – Un ottimo Filloy buca ancora la retina dall’arco per aprire il quarto periodo, ma Kolchenko e Pustovyi portano avanti un parziale di 8-0 che impensierisce l’Italia (56-62); poi Cusin commette un banale fallo offensivo e il break ucraino diventa di 10-0 grazie al layup di Kolchenko. Datome prova a tirare fuori i compagni dai guai con una tripla dall’angolo, Aradori da 3 sigla il nuovo +10 tricolore e Belinelli ipoteca la partita con una delle sue “bombe”: 71-58 Italia a 3’ dalla fine del match. Coach Messina concede qualche minuto a Cinciarini e Abass, gli ucraini non hanno più energie e l’incontro termina 78-66 a favore di Datome e compagni.

 

Ucraina – Italia 66-78 (16-19, 14-27, 15-16, 18-19)

Ucraina: Pustozvonov 2, Kolchenko 8 (3/8, 0/2, 2/2), Lukashov 9 (2/4 da 3), Otverchenko 2, Lypovyy 0 (0/3 al tiro), Korniyenko n.e., Bobrov 4, Zaytsev 6 (3/4 da 2), Kravtsov 11 (3/8 da 2 e 5/6 dai liberi), Pustovyi 21 (7/8 da 2 e 7/7 dai liberi), Koniev 0 (0/3 al tiro), Mishul 3 (1/4 da 3).

Italia: Hackett 6 (3/4 da 2), Belinelli 26 (2/6, 6/12, 4/5), Aradori 13 (1/3, 3/4, 2/4 dai liberi), Filloy 12 (4/5 da 3), Biligha 3 (1/4 da 2, 1/2 dai liberi), Melli 0 (0/3 al tiro), Cusin 3 (0/0 dal camo, 3/6 dai liberi), Cinciarini 0, Abass 0, Baldi Rossi 3 (1/2 da 3), Burns 0, Datome 12 (1/2, 3/4, 1/2 dai liberi).

Arbitri: Vazquez (Portogallo), Ciulin (Romania), Yilmaz (Turchia)

Tiri da 2: Ita 8/20 (40%) Ucr 19/37 (51%). Tiri da 3: Ita 17/31 (55%) Ucr 3/14 (21%). Tiri liberi: Ita 11/21 (51%) Ucr 19/21 (90%). Rimbalzi: Ita 29 Ucr 30. Assist: Ita 17 Ucr 16.