Eurobasket 2015 - è Italia show! Azzurri nelle migliori otto d'Europa

Travolto Israele senza alcuna riserva, un Gentile (27+5) esagerato ci guida alla vittoria
13.09.2015 18:13 di Lorenzo Belli  articolo letto 3033 volte
Eurobasket 2015 - è Italia show! Azzurri nelle migliori otto d'Europa

Il ritornello era chiaro – vincere o si va' a casa – e gli Azzurri, forse stufi di sentirlo hanno deciso che vincere era troppo poco e si è ben pensato di esagerare: 30 punti ad un Israele che più che una fiera squadra pronta a lottare per un posto al sole sembrava capitato sul parquet per sbaglio contro le fiere azzurre. Gentile (27) affamato di canestri e responsabilità suona la carica insieme a un Belinelli (14) che accetta il ruolo serenamente di co-protagonista di serata e si limita al suo “bombardamento”; il ko di Bargnani poteva pesare ma le prove solide di Cusin e Melli lo hanno fatto quasi passare sottotraccia, bene tutti gli altri anche i Della Valle e Polonara entrati nel finale a risultato in ghiaccio ma in grado comunque di ben figurare. Gallinari? Oggi era in “missione” speciale e poco importa se ha fatto solo 6 punti se la sua controparte in salsa israeliana è stata annullata: Casspi 8 punti e 6 rimbalzi per quello che è il fulcro di tutto il gioco della compagine di Eldensthein; i campioni sanno sempre cosa è meglio fare e oggi serviva quello, il Gallo ha recepito e messo sul parquet gli attributi necessari per esaltarsi in difesa. Mercoledì ci giocheremo un posto nelle migliori quattro, ma ci sono due giorni di chiacchiere e approfondimenti ora godiamoci solo questa meravigliosa vittoria che conferma l'Italia nelle otto grandi d'Europa! Forza Azzurri!

 

LA CRONACA

Vincere o si torna a casa, senza alcun biglietto e/o possibile richiesta per Rio de Janeiro; in soli 40' gli Azzurri si giocano un progetto, un idea e una volontà su cui tutti gli addetti ai lavori hanno lavorato, dal presidente della Federazione, passando per il CT Pianigiani il sogno che deve concretizzarsi è uno solo: Olimpiadi. Per continuare a coltivarlo oggi non esiste verbo diverso da vincere; dalla parte opposta Israele, un cliente scomodo che si gioca l'occasione di una vita e ha saputo – dopo un avvicinamento disastroso ad Euro Basket – sfruttare al meglio il proprio girone eliminatorio. Ore 18:30 l'Italia in diretta su Pianetabasket.com per continuare a sognare a cinque cerchi!   

Quintetti iniziali, Pianigiani conferma quello delle vittorie con Spagna e Germania quindi alla palla a due vanno Cinciarini, Belinelli, Gentile, Gallinari e Bargnani; Edelstein sceglie Mekel, Limonad, Casspi, Eliyhau e Fischer.  

Buon impatto difensivo per gli Azzurri che con i canestri di Gentile e Bargnani prendono subito la giusta inerzia (7-2), l'Israele cerca Casspi per restare in scia e al giro di boa è 12-8. Gallinari inizia a carburare e Gentile con le sue penetrazioni obbliga la difesa israeliana a commettere falli avvicinandoli al bonus ma la risposta più positiva viene da una difesa brava a collassare l'aria, quando Belinelli colpisce dai 6,75 è +8 (19-11); siamo frettolosi e prendiamo qualche tiro troppo affrettato, la difesa regge e Belinelli sulla sirena mette la terza tripla del periodo e al 10' il 22-13 è ben augurante.  

Hackett e Melli subito in luce in avvio di seconda frazione (28-15), Mekel e Casspi si scuotono e dimezzano lo svantaggio (28-21), Gallinari prova a riaccendere gli Azzurri ma la buona circolazione di palla e la mano calda di Mekel ci fanno ancora male (30-26). Gentile torna ad attaccare il ferro con feroce determinazione (34-26) segnando e guadagnandosi falli – prezioso il terzo di Fischer, totem israeliano -  mentre la difesa dopo il time out di Pianigiani sembra tornare ai buoni livelli iniziali. Bargnani è costretto in panchina (problemi alla gamba destra) e anche Belinelli è a rifiatare, un silente ma prezioso Aradori è presente e a fil di sirena insacca il 40-30 con cui torniamo negli spogliatoi, per ora l'Italia più solida di questa manifestazione senza particolari fiammate ma sempre in controllo.  

Al ritorno sul parquet Pianigiani presenta Cusin e non Bargnani, i problemi del nostro lungo principe rischiano di essere concreti; avvio a ritmi bassi con tanti errori poi un altra fiammata griffata Gentile, tripla e gioco da tre punti, ci fa volare a +14 (46-32). Casspi è il nostro principale obbiettivo, detronizzato lui l'attacco avversario sembra senza sbocco andando a infrangersi su un muro, nel mentre l'Italia cavalca un Gentile fantascientifico (54-34). Belinelli in torsione e Melli dai 6,75 ci regalano un incredibile +25 (59-34), Mekel replica dai 6,75 ma siamo in fiducia e anche Polonara porta il suo prezioso contributo (65-39). C'è ancora tempo per una tripla siderale di Belinelli – che sfiora un folle bis sulla sirena – per il 68-39 con cui si chiude la terza frazione, Italia a un piccolo passo dalle migliori 8 d'Europa.

È una tripla di Della Valle a mettere il +30 (71-41), Hackett in transizione ne mette 32 di differenza poi – mentre anche Belinelli resta fermo ai box con il medico accanto – Mekel ne approfitta per ridurre lo scarto (73-49); nel “garbage time” gli Azzurri si divertono: Polonara stoppa e Della Valle vola a fissare il nuovo +30 (80-50). Le schermaglie finali servono solo per mandare in archivio la partita con il risultato finale di 82-52, Italia nelle migliori 8 d'Europa e mercoledì si giocherà un posto per entrare nelle final-four di Euro Basket 2015!