EA7 MILANO-MENS SANA SIENA 79-65 - Olimpia in controllo, Siena in gita

Senza storia gara-2 Scudetto, con Siena da 2/14 dall'arco nonostante il grande esempio di Ress nel primo tempo. Doppia doppia per un Samuels devastante, il bonus è servito…
17.06.2014 20:32 di Alessandro Luigi Maggi  articolo letto 3094 volte
EA7 MILANO-MENS SANA SIENA 79-65 - Olimpia in controllo, Siena in gita

Milano, ancora Milano. In controllo dalla palla a due, con un Samuels da 22 punti e 14 rimbalzi, con tanto di “garbage time” e Momo Toure in campo. Siena? Poco, pochissimo, non oltre un eroico Thomas Ress nel primo tempo (8 punti e 5 rimbalzi). 42% al tiro, 12 punti per Haynes, ma con 0/4 da 3 (4/21 di squadra). Gara-2 è talmente scontata da non poter essere raccontata. Ma la storia di Siena è talmente ricca da non poter essere riposta in soffitta come un semplice libro vecchio. A Siena, per forza, oltre il cuore felice profetizzato da Crespi, sarà un’altra cosa. Deve essere un’altra cosa.

 

EA7 EMPORIO ARMANI MILANO-MONTEPASCHI SIENA 79-65

Serie 2-0

Milano: Jerrells 6, Samuels 20 (14r), Gentile 18, Moss 5, Langford 10, Kangur 3, Melli 6, Hackett 8, Lawal 3

Siena: Viggiano 7, Green 8, Janning 10, Hunter 5, Nelson 6, Haynes 12, Carter 5, Ortner 4, Ress 8

 

1° QUARTO

Due palle perse per Alessandro Gentile, due bombe in serie per Thomas Ress. Altri principi per gara-2, con 0/3 al tiro dello stesso Jerrells. Siena vola a +6 con cinque minuti da giocare, una bomba di Melli e un layup di Gentile risvegliano i padroni di casa. Nuova gara, nuovo copione: Samuels domina sotto canestro con 6 punti, e a 2.50 Milano si porta avanti (13-12). Ultimi 90’’, sprint di coppia. Viggiano e Jenning per il +2 Siena (14-16), prima giocata da “finale” per Jerrells (16-16). 0/2 di Viggiano dalla lunetta, 6 rimbalzi offensivi per Siena e bomba finale di Kangur (19-16) sulla sirena. 

 

2° QUARTO

Hackett in campo, e subito una penetrazione alla Hackett. Samuels lascia il campo per Lawal, non prima di aver segnato il decimo punto, con 5 rimbalzi e 4 falli subiti. Le percentuali al tiro si stabilizzano, gli equilibri tornano simili a gara-1. Oltre il 50% per Milano, spesso sotto il 40% Siena, e Haynes che dopo quindici minuti ha solo un punto all’attivo. Lawal, 3 punti e 3 rimbalzi (+6, 29-23),  Haynes si sveglia con una spettacolare schiacciata in ingresso. Una bomba di Gentile manda Milano al massimo vantaggio, +9, Siena si tiene in corsa con un Ress da 8 punti e le penetrazioni di Janning (7 punti). Una bomba di Moss manda i titoli di coda di un primo tempo con Milano a +7, e Siena sempre malinconia dall’arco (2/10).

 

3° QUARTO

Siena cresce al tiro ma perde nove palloni, Samuels firma 4 punti, Haynes sbaglia la seconda bomba della partita (lui, che dall’arco feriva, tranne che al Forum), Melli manda Milano a +9 e Gentile a +11 con 4.47 da giocare (e Langford a un punto). 2/2 Jerrells per il +13 a 3.34: 16 per un dominante Samuels (9 rimbalzi), 11 per un Gentile ispirato, Siena tira con il 44% dal campo e 2/14 dall’arco. Serve un grande ultimo quarto per dare un senso al viaggio al Forum.

 

4° QUARTO

Cinque punti di Siena, zero di Milano, e sono passati quasi quattro minuti di gioco. Non il massimo per Milano per cancellare i fantasmi, ma Langford riporta Milano in vantaggio di dieci con 6.21 da giocare. Poi Gentile: magia dall’arco, +13 Milano con 5’ da giocare, e Siena accusa, anche  perché dopo il canestro di Nelson, Moss pesca Samuels in mezzo all’area con estrema facilità. Bomba Hackett: +18, 3’ da giocare, gara nel ghiaccio. Un minuto, Gentile schiaccia il 79-61, si va a Siena con una serie che ha già espresso molto. Non tutto, ma molto.