Dyson fa lo scherzetto a Sassari, e regala un grande esordio a Vitucci

Torna al successo Torino contro i campioni d'Italia grazie ad una giocata dell'ex dalla sua metàcampo
20.12.2015 21:38 di Alessandro Luigi Maggi  articolo letto 1044 volte
Fonte: dal nostro inviato Pietro Battaglia
dal sito auxilium cus torino
dal sito auxilium cus torino

L’ex Jerome Dyson punisce la Dinamo Sassari e regala un’ (altra) vittoria contro una big all’Auxilium con un buzzer beater a 1 secondo e 46 centesimi dalla sirena del primo tempo supplementare. La Manital dopo un lungo digiuno muove la classifica, rimane all’ultimo posto, ma dimostra con un’ottima difesa che può giocarsela con tutti.

La partita.

Si accendono i riflettori della serie A Beko al palazzo dello sport del Parco Ruffini di Torino. Ospite dell’Auxilium Cus Torino è la Dinamo Sassari campione d’Italia (e non solo). Torino si presenta al gran completo per la quarta volta e Sassari recupera Petway, Logan e Varnado, che hanno avuto alcuni problemi fisici in settimana.

Cornice di pubblico ancora una volta strepitosa . Nell’aria ad accogliere l’ingresso dei giocatori si sente la colonna sonora de “I Pirati dei Caraibi” e non il super classico “The walk of life” (per la prima volta soppiantato).

Il debuttante sulla panchina torinese Frank Vitucci schiera sul parquet Dawkins, Dyson, Mancinelli, Rosselli e White.

Risponde coach Marco Calvani con Eyenga, Logan, Haynes. Sacchetti e Varnado.

Partenza show per Varnado che mette i primi 6 dei suoi. Torino prova a ribattere con i suoi italiani, ma Sassari è in palla e segna con Logan e Haynes i punti del 4-11, costringendo Bechi al time out. La Manital inizia ad ingranare e realizza nove punti cui solo Varnado risponde: è pareggio, 13-13. Il Banco tenta ancora una volta la fuga quando arriva sul 13-21 dopo uno 0-8. Miller e Dyson, allora, trascinano i gialloblù a contatto: 20-21, ma è Stipcevic a chiudere il primo periodo che finisce 20-22.

Il secondo quarto si apre con la realizzazione di Formenti, 20-25, ma White non ci sta e sigla il pareggio a quota 25. Ancora White e Dyson sorpassano fino al 29-25, ma il Banco di ardegna con un 0-6 si riporta avanti: 29-31. Logan prova ad aprire la forbice tra le due squadre per l’ennesima volta, da 8 metri realizza il 31-36. Miller tiene a galla i suoi dopo altri due canestri del “professore”: 37-40 alla pausa lunga. Per Torino problemi di falli, 3 per Dyson e Rosselli.

In apertura di terza frazione sale ancora in cattedra White, che trascina i suoi al vantaggio 48-45. Dawkins lo segue e dai 6, 75 m accende il pubblico di casa per il 51-45. Logan è però un rebus irrisolto per la difesa gialloblù e riporta i suoi avanti: 56-57. A chiudere il periodo è Miller che contro-sorpassa sul 59-57.

L’Auxilium aumenta l’intensità difensiva, trova due volte i canestri di Miller e Ebi e si ritrova in un attimo 67-59 costringendo Calvani al time out. Al rientro in campo è però mancinelli a far esplodere ancora il Ruffini per il massimo vantaggio 69-59. Sassari non riesce a segnare e Dawkins aggiorna il massimo scarto sul 73-61 e il successo torinese sembra in ghiaccio, a poco più di 2 minuti dal termine. Si festeggia sugli spalti.

L’Auxilium però non concretizza altre possibilità, perde palloni banali, anche su rimessa e la Dinamo con la forza della disperazione manda a canestro Petway, Eyenga e Haynes: 73-71, la partita è clamorosamente riaperta. Vitucci ferma il gioco, ma i suoi perdono ancora la palla e Logan pareggia. Il pubblico è gelato: è un film già visto. La Manital riesce ancora a sbagliare e regalare ai sardi il tiro per la vittoria che non va a segno: seconda volta di fila su questo parquet che non bastano 40 minuti a decidere la contesa.

Eyenga e Logan portano Sassari a ribaltare l’incontro: 73-78, coi gialloblù in affanno. White trova una realizzazione fortunosa e Miller scappa in contropiede per il -1: 77-78 e riporta in carreggiata i suoi. Haynes segna ancora, gli risponde Dyson, ma è sacchetti a provare a chiudere i conti da tre punti 79-73. Il gelo attanaglia il Ruffini. White però va ancora a referto con due punti, Sassari sbaglia e si perde Dyson in penetrazione centrale: 83-83!

La Dinamo gestisce il possesso chiave con Haynes, che a 1 secondo e 46 centesimi dalla fine commette fallo in attacco. Torino rimette in campo la palla per un buzzer beater della disperazione dalla difesa con Jerome Dyson. E Dyson realizza di tabella! Un muro giallo esplode sulle tribune e l’Auxilium trova dopo lungo tempo il sapore della vittoria.

Una Dinamo discontinua paga con un canestro fortunoso di una Manital che ha dato in campo davvero tutto, giocandosela alla pari con un roster costruito per l’Eurolega.