Drake Diener cucina Roma in 5'. Sassari può festeggiare. Brindisi sogna.Varese vince vs l'Olimpia e resta capolista solitaria

24.12.2012 00:25 di Matteo Marrello  articolo letto 1324 volte
Drake Diener cucina Roma in 5'. Sassari può festeggiare. Brindisi sogna.Varese vince vs l'Olimpia e resta  capolista solitaria

La 12ª di A ci ha detto che Varese Sassari e Siena fanno sul serio. Vincono e divertono. Ci ha detto che Brinidisi non è di passaggio in questa categoria ma vuole provare già da quest'anno a lasciare il segno. Ci ha detto che Milano, seppur ancora incompleta, ha mali più profondi di quanto ognuno di noi può immaginare, che non si risolvono con esoneri o rescissioni. Ci ha detto che per un posto nelle finali di Coppa Italia, futuri playoff e lotta salvezza è e sarà ancora tutto aperto e da qui a fine campionato ne potremo vedere delle belle. Vediamo più nel dettaglio cosa è accaduto.:

Acea Roma-Banco di Sardegna Sassari 81-83 Partita equilibrata e densa di emozioni come da copione. I ritmi alti e la voglia di dare spettacolo la fanno da padrone ma contribuiscono a far registrare 16 palle perse a testa. I capitolini sono sostenuti da un Gani Lawal monumentale sotto canestro. Il pivot nigeriano dell'Acea confeziona 34 punti, e raccoglie 17 rimbalzi. Il ricco bottino non è sufficiente però per avere la meglio sui sardi che, grazie ad un Drake Diener tarantolato rovescia la partita negli ultimi 5 minuti. La guardia di Fond du Lac, segna 13 punti con tre triple consecutive (chiuderà con 22 punti a referto), e regala ai biancoblu una vittoria emozionante ed il sicuro approdo alle Final Eight di Coppa Italia a Milano nel Febbraio prossimo. Roma ha giocato alla pari per tutta l'arco dell'incontro, ma deve rimproverarsi una scarsa precisione nel tiro dai 6.75 dove oggi ha chiuso con un misero 4/24.Troppo poco per avere la meglio su una coraggiosa quanto cinica Dinamo Sassari.

Acea Roma-Banco di Sardegna Sassari 81-83

ACEA ROMA: Goss 4, Jones, Tambone ne, Tonolli ne, Gorrieri ne, D’Ercole, Datome 19, Di Giacomo ne, Taylor 19, Lawal 34, Czyz 3, Lorant 2.
DINAMO BANCO DI SARDEGNA SASSARI: Devecchi 3, Thornton 9, Ignerski 7, Travis Diener 15, Sacchetti 2, Spissu ne, Drake Diener 22, Vanuzzo 4, Pinton 2, Di Liegro 3, Easley 16.
.

Angelico Biella-Enel Brindisi 59-94 Gibson e soci continuano la serie positiva infilando il terzo hurrà consecutivo, lo fanno oltretutto in grande stile: dominando e divertendo. Oltre alla guarda di West Covina a fare il bello ed il cattivo tempo ci si mette anche l'ex di turno Jeff Viggiano (23) . I pugliesi aumentano il loro vantaggio con il passare dei minuti: dal +9 dopo i primi 10 minuti si passa al +26 del 30'. Per Biella la strada è tutta in salita, l'Enel invece vede una luce in fondo ad un tunnel che potrebbe essere quella del tunnel del Mediaolanum Forum, prossimo teatro delle Fianl Eight di Coppa Italia.

Angelico Biella-Enel Brindisi 59-94 (14-23, 30-45, 46-72)
Angelico: Jurak 2, Renzi 2, Soragna 5, Raspino 8, Laganà ne, Jaramaz 2, Mavunga 8, Johnson 17, Chrysikopoulos, Novello ne, Brackins 4, Robinson R. 11. All.: Cancellieri.
Enel: Viggiano 23, A.Robinson. 10, Reynolds 7, Formenti ne, Fultz 6, Ndoja 13, Simmons 2, Zerini, Gibson 25, Grant 8. All.:Bucchi.
Arbitri: Taurino, Aronne, Durant

Vanoli Cremona – Scavolini Banca Marche Pesaro 91-73 Pesaro lotta ma si deve arrendere ad una Cremona battagliera che porta 4 uomini in doppia cifra (Vitali, Stipanovic, Jackson ed Harris). Sugli scudi Luca Vitali con 26 punti ed un 31 di valutazione che ha guidato la truppa di Gresta verso un successo che porta ossigeno al PalaRadi. Tra gli ospiti buona prova di Crosariol (17 pt-), mentre il nuovo arrivato Tarence Kinsey firma 12 punti.

Vanoli Cremona-Scavolini Pesaro 91-73  (20-17, 46-40, 68-57)

Vanoli: Peric 9, Vitali 26, Kotti, Jackson 14, Belloni ne, Conti ne, Ruini, Johnson 6, Harris 18, Huff 1, Stipanovic 17, Cazzaniga ne. All. Gresta.
Scavolini Banca Marche: Cavaliero 11, Kinsey 12, Barbour 21, Cesana ne, Crosariol 17, Flamini 5, Mack 5, Bryan, Amici, Clemente 2. All. Markovski.
Arbitri: Cerebuch, Giansanti e Mazzoni.

Sutor Montegranaro-chebolletta Cantù 79-100 Dopo un inizio sbarazzino, la formazione di coach Recalcati cede il passo ad una Cantù trascinata dai canestri di Alex Tyus e Pietro Aradori. La svolta avviene nella ripresa, più precisamente nel terzo quarto quando i briazoli segnano il doppio dei punti dei gialloblu (32-16) e portano a 21 le lunghezze di vantaggio (55-76) che saranno anche quelle finali (79-100).

Sutor Montegranaro-Chebolletta Cantù 79-100 (19-23; 39-44; 55-76)
Sutor: Steele 5, Cinciarini D. 7, Panzini 2, Perini, Slay 9, Freimanis 7, Campani ne, Di Bella 6, Mazzola 6, Johnson 14, Burns, Amoroso 23. All.: Recalcati.
Chebolletta: Kudlacek ne, Abass 2, Scekic 3, Marloishvili 19, Leunen 8, Mazzarino 4, Casella ne, Brooks 13, Tyus 19, Tabu 5, Aradori 224, Cusin 3. All.: Trinchieri.
Arbitri: Tolga Sahin, Luca Weidmann, Evangelita Caiazza .

Juvecaserta-Umana Venezia 77-83 d1ts. Venezia passa soffrendo al PalaMaggiò e si risolleva in classifica. Dopo un primo quarti di marca casertana, con Akindele protagonista gli orogranata si rifanno sotto grazie a Zoroski, Diawara e Marconato. La partita scivola via sul filo dell'equilibrio fino al 69 pari del 40' che significa overtime. Qui sale in cattedra Alvin Young che confeziona 8 punti decisivi per il proprio team.

Juve Caserta-Umana Venezia 77-83 d1ts (20-14, 37-36, 52-55, 69-69)
Juve Caserta: Maresca 5, Jonusas 16, Mordente 12, Marzaioli ne, Marini ne, Michelori 2, Mavraides 4, Akindele 13, Sergio, Gentile 113, Cefarelli ne, Jelovac 12. Allenatore: Sacripanti.
Umana: Bulleri 11, Diawara 11, Marconato 7, Zoroski 12, Szewczyk 17, Young 13, Bowers 2, Rosselli 10, Magro, Hubalek, Candussi ne. Allenatore: Mazzon.
Arbitri: Mattioli-Lo Guzzo-Biggi.

SAIE3 Bologna-Montepaschi Siena 66-77 Siena sbanca una gremita Unipol Arena al cospetto di una SAIE3 con Minard infortunato e Poeta ed Hasbrouck non al meglio. La chiave della gara è tutta nella partenza degli ospiti che dopo un solo periodo di gioco comandano già di 14 lunghezze. Dopo una illusoria rimonta ad inizio terzo quarto i senesi continuano la loro fuga per la vittoria firmata dai tre ex Sanikidze Moss e Ress. Finisce 66-77.

Saie3 Bologna-Montepaschi Siena 66-77
(16-30, 35-40, 54-63)
Saie3: Poeta 2, Gaddefors 1, Moraschini 7, Smith 28, Gigli 8, Imbrò 8, Hasbrouck 12, Rocca, Parzenski ne, Ghiacci ne, Sabatini ne, Fontecchio ne. All.: Finelli.
Montepaschi: Brown 12, Janning 15, Moss 15, Sanikidze 5, Ress 14, Eze ne, Carraretto, Rasic 3, Kangur 11, Ortner 2, Lechtlaler ne, Hackett. All.: Banchi.
Arbitri: Seghetti, Paternicò, Di Francesco.

Trenkwalder Reggio Emilia-Sidigas Avellino 91-64 La Trenkwalder torna alla vittoria dopo 3 stop consecutivi e lo fa contro una Avellino disordinata e disunita che regge il confronto solo ed unicamente nei primi 10 minuti di gioco. Tra le fila reggiane si rivede in campo Brunner che è riuscito a convincere i medici a tornare in campo a tempo di record dopo l'operazione di appendicite subita lo scorso 5 dicembre. Protagonista assoluto del match del PalaBigi è stato Michele Antonutti con 24 punti a referto e 6/7 nel tiro pesante per un 31 di valutazione complessiva. Per gli irpini convincente comunque sul piano della grinta e della volontà la prestazione del neo-acquisto Kaloyan Ivanov.

Trenkwalder Reggio Emilia-Sidigas Avellino 91-64 (18-12, 41-26, 67-43)
Trenkwalder: Jeremic 11, Taylor 6, Cinciarini 17, Antonutti 24, Cervi, Filloy 4, Slanina 5, James 17, Veccia, Brunner 7. All.: Menetti.
Sidigas: Shakur 11, Hardy 10, Dean 4, Dragovic 6, Johnson 10, Ivanov 11, Biligha 4 , Richardson ne, Spinelli 8, Tammaro ne, Crow ne, Ronconi. All.: Tucci.
Arbitri: Chiari, Vicino, Bartoli.

EA7 Emporio Armani Milano-Cimberio Varese 77-83 Milano non ce la fa davanti a 9.000 persone a superare la capolista Varese, ma perlomeno ha lottato fino alla fine tenendo in scacco la Cimberio per oltre tre quarti di gara giocata punto a punto. Bremer, gettato nella mischia come superstar, ha cercato molto i suoi compagni e ha fatto vedere le stesse cose che aveva abituato i tifosi milanesi nella passata stagione. Bourousis più alto di tutti, va in doppia doppia con 18 punti e 13 rimbalzi, con qualche infrazione inventata dagli arbitri che l'han preso di mira facendoci ritornare alla memoria Lucarelli a cui venivan fischiati domenicalmente dei passi solo per la tipologia dei movimenti che faceva con i piedi. Dall'altra parte Banks monumentale e Polonara ha scelto di giocare nonostante una nottata in piedi e 39 di febbre schiacciando in due occasioni finali ricacciando indietro Milano. Applausi anche altri varesini a partire da Green.

EA7 Milano-Cimberio Varese 77-83 (24-24, 40-43, 60-64)
EA7: Giachetti ne, Stipcevic 7, Hairston 13, Fotsis 8, Piva ne, Chiotti 1, Bourousis 18, Melli 2, Bremer 9, Langford 17, Gentile 2, Basile. All.: Scariolo.
Cimberio: Banks 26, Rush, Talts 6, De Nicolao 2, Green 19, Ambrosini ne, Balanzoni ne, Bertoglio ne, Ere 7, Polonara 12, Dunston 11. All.: Vitucci.
Arbitri: Sabetta, Filippini, Martolini.

 

Classifica: Varese 22; Sassari, Siena 20; Cantù 16; Roma; Brindisi 14; Bologna, Milano, Reggio Emilia 12; Caserta, Venezia 10; Cremona 8; Avellino, Biella, Montegranaro 6; Pesaro 4.

©RIPRODUZIONE RISERVATA