Dieci squadre hanno già conquistato il diritto di giocare le Top 16. Bagarre piena per Milano e Siena

06.12.2013 23:26 di Umberto De Santis  articolo letto 834 volte
Dieci squadre hanno già conquistato il diritto di giocare le Top 16. Bagarre piena per Milano e Siena

Le partite dell’ottava giornata di Regular Season sono finite da minuti e diverse cose si sono decise, mentre altre e leggi Milano, si sono alquanto complicate. Partiamo innanzi tutto dalle conferme, i due pesantissimi records 8-0 di Real Madrid e Olympiacos uniche squadre imbattute del campionato continentale e già favorite per il rush conclusivo delle Final Four. La vittoria dei gialli del Pireo, colpiti a freddo dalle giuste punizioni del giudice sportivo, non era poi così scontata ma la reazione della squadra è stata formidabile. Le due imbattute si staccano, già promosse matematicamente, insieme a Fenerbahçe (7-1), Barcellona (6-2) e CSKA (5-3) nel gruppo A, Galatasaray (5-3) nel gruppo C. Nel gruppo D invece giochi ormai fatti per la qualificazione, passano alle Top 16 Maccabi e Kuban (6-2), Laboral (5-3) e Panathinaikos (4-4). Stella Rossa e Lietuvos possono già organizzarsi per le Last 32 di Eurocup.

Gli altri posti disponibili. Nel gruppo A Nanterre (3-5) che occupa la quarta posizione dipende dai risultati della Stella Rossa (2-6) che è in vantaggio nella differenza canestri rispetto ai francesi. Nel gruppo B ci sono molte incognite; a Milano per passare il turno basta vincere il 13 dicembre in casa col Brose Basket che ha appena sbancato l’Anadolu Efes a Istambul; dovesse perdere al Forum, la gara successiva a Strasburgo potrebbe essere anche uno spareggio mortale, anche se i francesi sono attesi la prossima settimana a Madrid.  

Quattro squadre per due posti nel gruppo C, dove tutto può succedere. Montepaschi e Zielona Gora in questo momento nel caso di un arrivo a tre o a quattro alla pari sono però svantaggiate dalla differenza canestri totale -25 Siena, -62 Stelmet. Quindi, in attesa di vedere come andrà a finire lo scontro diretto fra sette giorni Malaga-Monaco, la Montepaschi potrà dirsi al sicuro solo vincendo entrambe le gare che restano, al Pireo e in casa con Malaga perché dovrà quasi certamente evitare l’arrivo a tre. I polacchi invece sono chiamati all'autentica impresa perchè dovranno vedersela proprio con le due formazioni già qualificate. Poi le partite bisogna giocarle: l'andamento della stagione fino ad oggi non esclude alcun risultato.