Cremona cala il sette bello, e fa scopa anche a Cantù

Prosegue la serie positiva degli uomini di Pancotto, per Gerasimenko ko e un tecnico a fine primo quarto
14.12.2015 22:41 di Alessandro Luigi Maggi  articolo letto 685 volte
Cremona cala il sette bello, e fa scopa anche a Cantù

Non si ferma la corsa di Cremona. Al Pianella di Cantù arriva il settimo successo in fila per la squadra di Cesare Pancotto, più squadra, più presente a sè stessa, più decisa e organizzata nei momenti chiave del match. Per Cantù è una mazzata al cuore nella ricorsa alle final eight di Coppa Italia, e un passa falso, tanto netto quanto doloroso, che rimette in discussione e non di poco la precocità del progetto Gerasimenko.

Corbani rinuncia a Kenny Hasbrouck e lancia a sorpresa in quintetto LaQuinton Ross. Il primo tempo è tuttavia una costante rincorsa, perché Gaspardo e Biligha sono i protagonisti che non ti aspetti, e Cusin-Vitali producono 14 punti, 8 rimbalzi e 4 assist. Cantù vive delle impennate di Johnson (10 punti, 4/4 da 2 e 0/2 da 3), mentre Abass arriva subito al secondo fallo e Hodge si ferma a 4 punti con 0/5 dal campo. Logico il 32-43 al 20’ allora, con la nota «di colore» del tecnico a Gerasimenko nell’intervallo tra primo e secondo quarto. Secondo tempo che parte con il 6-0 lanciato di Heslip, mentre a 4.49 Zugno segna la prima bomba della sua carriera in serie A per il 44-49. Illusione. Washington ruba palla a Ross e piazza il 49-59 a 2.22, Turner la bomba del +12 a 1.38, il tutto mentre gli uomini di Corbani non trovano più spazio in area, affidandosi al solo tiro da 3. Va bene con Heslip, 30 punti con 6/10 dall’arco, non per il resto della squadra che fa 2/21, con i picchi negativi di Abass (1/5) e Hodge (0/6). Washington piazza il 5-0 di parziale che chiude la gara sul 63-75. Cremona rimane in testa, Cantù inizia a interrogarsi sul suo equilibrio del momento.

 

ACQUA VITASNELLA CANTU’ - VANOLI CREMONA 74-82

Cantù Heslip 30, Johnson 12, Hodge 10 (6a)

Cremona Washington 18 (7r), Cusin 18, Gaspardo 11