Continua la serie negativa, anche Malaga si impone a Sassari

10.12.2015 23:10 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 823 volte
Continua la serie negativa, anche Malaga si impone a Sassari

Se oltre le solite carenze di intensità e rimbalzo (15 a 31 per Malaga dopo 33' è un dato eloquente) c'è anche carenza di motivazioni, alla prima vera spallata la Dinamo Sassari sparisce dal campo. L'Unicaja è formazione che Plaza ha modellato con coerenza in tre anni, seguendo la crescita di giocatori fondamentali come Kuzminskas e rivitalizzato altri come l'oscuro Suarez. La coralità del gioco permette a Jamar Smith di far esplodere il proprio talento offensivo e sotto canestro anche un non eccelso Hendrix giganteggia.

Sassari nel primo tempo viaggia sulla buona serata di Alexander, che segna la tripla dell'ultimo vantaggio del Banco 20-15 nel primo quarto che la formazione andalusa rovescia con un imperioso 3-11 - con altra tripla di Alexander - al 10' 23-26. Gli uomini di Calvani cercano di rimanere nella scia di Malaga: a metà secondo quarto due triple di Haynes sembrano cambiare il verso della gara 35-38, ma un altro strappo prima dell'intervallo è 39-48: troppe seconde possibilità concesse dai rimbalzi d'attacco condannano Sassari.

Dagli spogliatoi Malaga torna con quel pizzico di cattiveria che mancava, piazza lo 0-7 con tripla di Suarez del +16 e gara che va in naftalina. Zero Stipcevic nel tiro dalla lunga distanza, Dinamo che tocca anche il -18 ma tornando nel finale di gara anche a -10 sempre senza dare l'impressione di poter recuperare. Finisce 65-77, e la Via Crucis di questa Euroleague finisce il 17 dicembre a Bamberg.

Dinamo Banco di Sardegna 65- Unicaja Malaga 77

Parziali: 23-26; 16-22; 12-15; 14-14.

Progressivi: 23-26; 39-48; 51-63; 65-77.

Dinamo Sassari – Haynes 13, Petway, Logan 2, Formenti 2, Pellegrino, Devecchi 3, Alexander 19, D’Ercole, Sacchetti 2, Stipcevic, Eyenga 8, Varnado 16. All. Marco Calvani.

Unicaja Malaga – Jackson 7, Diaz 2, Hendrix 16, Markovic 7, Thomas 2, Diez 2, Suarez 3, Smith 20, Nedovic 2, Kuzsminkas 14, Cooley 2. All. Joan Plaza.

Arbitri: i signori Olegs Latisevs (LAT), Milija Vojinovic (SER) e Seffi Shemmesh (ISR).