Col supplementare e con... Ross, Cantù col piede giusto alle Last 32

16.12.2015 22:37 di Paolo Zerbi  articolo letto 2848 volte
Col supplementare e con... Ross, Cantù col piede giusto alle Last 32

Sono serviti cinque minuti in più, ma la FoxTown Cantù torna a sorridere e parte nel miglior modo possibile nelle Last 32 di FIBA Europe, battendo in casa i russi dell'Enisey Krasnoyarsk (95-92). Fatica imprevista? Nì, visto che il 12-2 di inizio partita era in realtà illusorio, con gli ospiti che quando hanno trovato la via del canestro sono sempre rimasti in partita. Punto a punto ed equilibrio che faticava a spezzarsi, con Fabio Corbani a pescare dalla panchina e a trovare risposte importanti. Sia da Kenny Hasbrouck, in campo a lungo visti i problemi di falli di Hodge, sia soprattutto da LaQuinton Ross: dopo le critiche di lunedì contro Cremona e i soli 3'' del primo tempo in Europa, la rispsota dell'ex Pesaro è più che mai importante, con il 2/2 dalla lunetta che chiude la partita. I russi? Giocano da russi, prediligendo il gioco nel pitturato (60 conclusioni tentate da due punti) con le penetrazioni di Taylor e Zakharov a creare problemi nella difesa canturina non sempre impeccabile. La FoxTown, invece, si aggrappa alle triple prima di Abass poi di Heslip, infine sulle giocate di Hasbrouck. Ma quando serve... Nel supplementare il 6-0 dopo un inizio da brividi è firmato Johnson-Hodge, con l'ex Pana che combina la frittata ma James non punisce. Ross non perdona e anche Gerasimenko può esultare.

 

FOXTOWN CANTU’-BC ENISEY KRASNOYARSK 95-92 dts

FoxTown Cantù: Berggren 8, Abass 17, Heslip 16, Ross 6, Zugno, Nwohuocha ne, Wojciechowski 8, Cesana 4, Johnson 14, Tessitori, Hasbrouck 14, Hodge 8. Allenatore Fabio Corbani.

BC Enisey Krasnoyarsk Region: Vzdykhalkin 18, James 13, Komarovskiy, Ohlbrecht 13, Sergeev 4, Zakharov 18, Iakovenko 6, Taylor 15, Pavlov 5, Pichkurov, Mitusov ne. Allenatore Oleg Okulov.

 

QUINTETTO CANTU': Hodge, Hasbrouck, Abass, Johnson, Berggren

QUINTETTO KRASNOYARSK: Vzdykhalkin, James, Zakharov, Iakovenko, Taylor.

 

PRIMO PERIODO

Subito una tripla di capitan Abass per il primo vantaggio canturino, poi con un rimbalzo offensivo di Johnson Cantù piazza il primo break (5-0). Nell'altra partita del girone, ieri, Chalon ha battuto il Tartu Rock 76-67. Fluido l'attacco brianzolo, solida la difesa che porta i russi alla persa in attacco. Finora ancora nessun canestro dal campo per gli ospiti mentre il canestro in post basso di Berggren dà il massimo vantaggio (9-2). 0/6 dal campo per gli ospiti, Cantù controlla ma non sfonda e con la difesa recupera un altro pallone. Tripla di Wojciechowski appena entrato e sul 12-2 è time out obbligatorio per Okulov. Buon giropalla e primo canestro dell'Enisey Krasnoyarsk segnato da Sergeev. Bomba di Abass su assist di Zugno, ma i russi sembrano aver trovato finalmente continuità dal campo: canestro e fallo subito da Taylor ma gioco da tre punti non trasformato. Altra tripla di Wojciechowski, Cantù si affida molto al tiro da tre punti pur con risultati alterni. E Taylor comincia a colpire, riportando i russi a -3 (18-15). Tripla anche di Pavlov, parità a quota 18 e stavolta è Fabio Corbani a chiamare time out per stoppare l'8-0 di parziale russo. Ci pensa ancora il polacco di Cantù a segnare, poi 2/2 di Hodge dalla lunetta e Cantù che chiude a +4 (22-18) un quarto dominato inizialmente ma dove è mancato l'apporto di Johsnon e Hodge. E quando è calata l'intensità difensiva, anche la fluidità in attacco è venuta meno.

 

SECONDO PERIODO

Terza tripla di Abass, rimbalzone di Wojciechowski, sono loro il fulcro di Cantù ma James e Ohlbrecht dimostrano che Enisey c'è ed è pienamente in partita. Quarta tripla di Abass!!! 4/4 con i piedi oltre l'arco a "coprire" qualche magagna difensiva che soffre il pick&roll dei russi. Canestro e fallo subito di Zakharov mettendo in luce le difficoltà di Amedeo Tessitori in mezzo all'area. E non solo... Palla persa in attacco con il "Tessi" che cerca un improbabile assist. Bomba di Heslip in uscita dai blocchi che prova ad entrare in partita. Intanto i russi chiamano time out, mentre Cantù con i piedi oltre l'arco tira con più del 40% (6/14). Errore di gestione di JaJuan Johnson, l'americano non è ancora entrato completamente in partita mentre una bomba di Vzdykhalkin riporta i russi sotto. La reazione? Tutta targata Kenny Hasbrouck: sottomano, palla recuperata e assist per il canestro da sotto di Berggren. Russi sempre attaccati alla gara, il contropiede di Taylor vale il -1 (38-37), poi il canestro da sotto di Albrecht il vantaggio ospite. Ma il gioco da tre punti di Hasbrouck tiene viva Cantù, che chiude avanti di un putno il primo tempo (47-46). Buone percentuali al tiro per i biancoblu, ma anche i russi si sono risvegliati e con qualche tripla unita alla fisicità di Ohlbrecht sono pienamente in scia.

 

TERZO PERIODO

Due canestri in fila di Yakovenko, sfondamento di Hodge: torna meglio l'Enisey dagli spogliatoi. L'inchiodata di Johnson serve per provare a svegliare Cantù. Non un momento di grande pallacanestro, la bomba di Heslip la seconda della sua partita (con sette tentativi, però). Ohlbrecht riprende per mano l'Enisey, due canestri consecutivi del lungo tedesco danno nuovamente il vantaggio ai russi ma Heslip impatta nuovamente. Partita sempre sul filo dell'equilibrio. Torna in campo LaQuinton Ross dopo i soli 3 secondi del primo tempo. Appena entrato, una palla recuperata, un canestro e un tuffo a terra che non dà il recupero ma che è un buon segnale per i padroni di casa. E la tripla di Heslip vale il 61-60 che obbliga i russi al time out. Rimbalzone e canestro di Berggren dopo che Cantù ha quasi perso Wojciechowski (quarto fallo), poi ottimo taglio di Ross e schiacciata perentoria del numero 10. Sempre filo dell'equilibrio e verosimilmente sarà così fino alla fine. Gran penetrazione di Luca Cesana con cui si chiude il terzo periodo: 67-64, Fabio Corbani sta trovando nuove forze anche con la panchina.

 

QUARTO PERIODO

Tripla di Taylor che vale l'impatto a quota 67. Attacco canturino invece un po' statico nelle prime due azioni dove, infatti, non arrivano punti. Cinque punti in fila di Hasbrouck, il nmero 69 prova a mettersi l'attacco biancoblu sulle spalle. Ancora canestro del play americano, unico realizzatore canturino di questo quarto. Dove i russi restano lì ma alternano buone giocate a tiracci (compresi airball). Anche Cesana risponde presente all'appello, un'altra tripla dell'Enisey però sta a significare che i russi non mollano. Poco meno di quattro minuti da giocare, Corbani chiama il time out sul controbreak russo (5-0) che vale il nuovo vantaggio ospite. Tornano i titolari per Cantù, i brianzoli si giocano lo sprint finale con i miglori ma le penetrazioni di James e Taylor permettono agli ospiti di stare avanti. Canestro di Johsnon, importante, perché tiene vivi i padronid i casa. Sul possesso successivo, tiro di Taylor che non prende neanche il ferro. Bomba di Heslip!!!! Gli concedi un attimo di spazio e il canadese punisce immediatamente. Time out ospite sul nuovo vantaggio (83-81). Penetrazione vincente di Zakharov, nuovo impatto. Mancano poco più di 24'', due possessi di fatto. Attaccano gli ospiti. Due stoppate consecutive, poi infrazione a 24'' ed anche Gerasimenko si scalda con Corbani che chiama time out per disegnare il possesso che può essere decisivo. Si va al supplementare, Ross sbaglia su un tiro costruito malissimo.

 

PRIMO TEMPO SUPPLEMENTARE

Interferenza a canestro, buono il canestro di Iakovenko che vale il vantaggio ospite nel supplementare, poi il coast to coast di James e fallo in attacco di Abass, che poi si becca con Iakovenko. Sotto il canestro è successo qualcosa, ma intanto il possesso è tornato russo, ma Zakhorov la "regala". Si è fermato l'attacco canturino in questo overtime, la schiacciata di Johsnon sul pick&rollo con Hodge serve a svegliare i padroni di casa. 2/2 di Hodge dalla lunettaà che vale la parità con meno di due minuti da giocare. Piazzato di Johnson vincente, 6-0 e Zakharov che sbaglia il tiro da tre punti. Inerzia cambiata, meno di un minuto alla fine. Nuova perla di Hodge, canestro e +4 (91-87). Time out in campo. 2/2 dei russi, che poi con James trovano un altro fallo dopo un erroraccio di Hodge nel tentativo di servire Johnson. 1/2 però dell'ex Brindisi, fallo su Ross che può quasi chiuderla. 2/2 di Ross, Taylor va col sottomano invece che tirare da tre punti e di fatto consegna la partita a Cantù. 2/2 Heslip, i russi falliscono il tiro della disperazione ed è vittoria FoxTown: 95-92.