Champions League - E’ Zemanlandia Sidigas nel segno di Cole

Terzo successo in Champions League, secondo all’overtime: la formazione di Vucinis supera i polacchi dell’Anwil per 105-102 confermandosi formazione a pura trazione anteriore. Biancoverdi in testa al
24.10.2018 00:00 di Massimo Roca  articolo letto 1877 volte
Champions League - E’ Zemanlandia Sidigas nel segno di Cole

Avellino continua il suo avvio di campionato all’insegna del basket offensivo. Gli uomini di Vucinic soffrono oltre il dovuto trascinando all’overtime un match ampiamente alla portata. La Sidigas resta in testa al gruppo A in coabitazione con Murcia dopo la sconfitta del Banvit con il Ventspils. Sono 301 i punti realizzati da Avellino nei primi tre match di coppa, un attacco scintillante tanto quanto una difesa piena di ombre. E’ bastato portare ad un livello nemmeno sufficiente l’applicazione difensiva nel finale per portare a casa il match. Protagonista assoluto Norris Cole per lui 33 punti con ben 7 triple messe a segno nella serata in cui Avellino è stata costretta ad abusare del tiro dal perimetro: 15/44 da tre contro il 23/42 da due. Costello (8/10 da due ed 11 rimbalzi) e Nichols hanno riscattato gli sfaceli del finale di gara contro Bologna per ergersi ad attori decisivi insieme ad uno straordinario capitan D’Ercole autore di 14 punti di 8 consecutivi in avvio di ultimo quarto.    

LA GARA – Le triple di Cole e Green lanciano Avellino in avvio: 21-12 al 7’ sarà il massimo vantaggio interno della serata. LA Sidigas non mantiene le promesse, palesa tutti i propri limiti difensivi al cospetto della formazione più alta della competizione. Gli esterni ospiti Michalak e l’americano Simon vanno a bersaglio con relativa tranquillità. I polacchi insistono e trascinati dall’ex Szewczyk con due triple al 12’ trovano il vantaggio (32-36). Cole è il protagonista assoluto del match ma nonostante un incredibile 6/7 da tre dell’ex Miami, Avellino soffre e chiude in vantaggio il primo tempo solo grazie a due triple di D’Ercole e tre liberi di Green (51-49). Nel terzo quarto Vucinic ottiene qualcosa di più dai suoi due centri. Costello segna con continuità, Ndiaye si fa apprezzare per un nuovo mini allungo (70-63 al 27’). Nemmeno il tempo di tirare il fiato che il chirurgico Simon in contumacia con Michalak e Laczynski fino al 78-80 del 32’. Otto punti consecutivi di capitan D’ercole sono provvidenziali (83-82). Costello e cole tentano la fuga (89-82 a 2’26”) dalla fine. l’Anwil non molla e a 41’’ dalla sirena trova addirittura il sorpasso con la Laczynski (91-92). A 16” dalla fine igli ospiti hanno il match point tra le mani ma sciupano una rimessa commettendo infrazione di 5 secondi. Cole in penetrazione fallisce, ma Nichols cattura il rimbalzo offensivo, realizza e subisce fallo a 6’’ dal 40’ (94-92). Altra dormita difensiva e l’Anwil impatta con Likhodey trascinando il match al supplementare. La decisono Nichols con una tripla rompi equilibrio ed un paio di giocate di Costello.

SIDIGAS AVELLINO – ANWIL WLOCLAWEK: 105-102 (28-26, 23-23, 24-24, 19-21)

Sidigas Avellino: Idrissou n.e., Green 18, Nichols 9, Costello 18, Filloy 2, Campani n.e., Sabatino n.e., D’Ercole 14, Sykes 6, Cole 33, Spizzichini 2, Ndiaye 3. Coach Vucinic.

Anwil Wloclawek: Komenda n.e., Simon 23, Wadowski, Laczynski 10, Likhodey 16, Sobin 10, Zyskowski 3, Michalak 18, Kostrzewski 8, Szewczyk 14, Parzenski. Coach: Milicic