Belinelli: "Voglio l'oro olimpico. Contento del coach di Sacramento. Europei di calcio? No grazie"

11.06.2016 17:06 di Alfonso Norelli  articolo letto 826 volte
Belinelli: "Voglio l'oro olimpico. Contento del coach di Sacramento. Europei di calcio? No grazie"

Marco Belinelli, il primo italiano a vincere un titolo Nba, è reduce da una stagione negativa coi Sacramento Kings anche se adesso c’è soltanto la nazionale e le Olimpiadi da conquistare. Nel ritiro di Folgaria abbiamo sentito le prima impressioni di questa estate che sarà molto importante per il basket azzurro.

“L’anello Nba l’ho già vinto, per cui ora l’oro sarebbe il massimo – dice la guardia tiratrice azzurra -. Giocare nella Nba è fantastico, è stato sempre il mio sogno sin da piccolo. È il massimo dal punto di vista organizzativo, è il top per un giocatore di basket. Questa nazionale ha tanta voglia di arrivare a Rio, cercheremo di lavorare sodo e farci trovare pronti per Torino. Coach Messina ha portato tanta carica, è un vincente e lo ha dimostrato. Mancano ancora tanti giocatori, ma tutto sta andando bene”.

Intanto un altro azzurro si è candidato al Draft, il giovane Flaccadori che milita nell’Aquila Trento: “Gli consiglio di stare tranquillo e rilassato – afferma Belinelli -, deve giocare il suo basket. In questi pochi allenamenti ha dimostrato di avere talento. Gli auguro di fare bene”. Una battuta anche sulla new entry Pascolo: “Ottimo giocatore e compagno di squadra. E’ uno che parla poco e dimostra molto sul campo. Molto preparato e intelligente, è cresciuto negli ultimi anni nei quali è stato il miglior italiano”.

Per quel che riguarda il futuro in America, Belinelli vuole riscattarsi con il nuovo coach David Joerger che è stato assunto al posto di George Karl: “Sono contento del nuovo allenatore, mi pare molto preparato. Non è stata una stagione molto positiva, può capitare. Vedremo tra un mese come si muoveranno i Kings. Ci sarà il Draft e il mercato, poi si capirà cosa succederà. Adesso sono molto concentrato sulla nazionale. Ora voglio fare bene qui. Playoff Nba? Il fattore campo sta pesando molto. Avevo dato favorita Cleveland, ma sono due squadre molto forti”.

Sulla carta ci sarebbero anche gli Europei di calcio: “Per chi tiferò? Non lo seguo”.