Basketball Champions League- Impresa Virtus +15 Nanterre al tappeto e Final Four!

03.04.2019 22:28 di Davide Trebbi Twitter:    Vedi letture
Basketball Champions League- Impresa Virtus +15 Nanterre al tappeto e Final Four!

Una magnifica Virtus vince di quindici e supera quindi al ritorno il Nanterre in una gara dove ha sempre comandato approfittando dei tanti errori francesi.

Buonasera dal vostro inviato Davide Trebbi direttamente dal Paladozza, dove per la gara di ritorno di Basketball Champions League, la Segafredo Virtus Bologna incontra in casa il Nanterre92.

 

I francesi arrivano a questa importante partita in vantaggio di 8 punti dopo la grande vittoria tra le mure amiche per 83 a 75 il 27 marzo scorso; quindi la Segafredo per passare il turno deve vincere almeno di 9 punti per ribaltare il risultato e accedere alle Final Four.

 

Dopo la presentazione, la tifoseria Virtus omaggia con il lancio di carta igienica in campo la propria squadra. 

 

Il quintetto base per la Virtus è Taylor, Punter, Cournooh, M’baye, Kravic mentre per il Nanterre Senglin, Konate, Pallson, Invernizzi, Treadwell.

 

Inizio gara con un rumore assordante per la curva bianconera ad ogni attacco francese, Cournooh e Kravic segnano il primo 4-0 ma un gioco da tre punti di Pallson riporta a -1 (4-3), Punter dalla media e M’baye si riavvicinano alla quota pari e nelle azioni successive Taylor commette il secondo fallo e Treadwell segna da sotto dopo 5 minuti (9-5).

Nanterre dopo un po’ di nervosismo segna la sua prima tripla con Jusikevicius e M’baye risponde subito con una schiacciata (11-8), la Virtus non ingrana in attacco anche perchè Chalmers perde la sua terza palla della gara e Invernizzi segna su pick and pop da tre punti per il pareggio all’ottavo minuto di gioco (11-11).

Qvale con rimbalzi e presenza segna una schiacciata in tap-in e un appoggio da sotto da respiro e coraggio alla Segafredo e nel mentre Jusikevicius fa uno su due in lunetta e sarà così dopo il canestro di Punter allo scadere per il +4: 17-12 dopo dieci minuti.

 

Rientrati in campo Treadwell fa la voce grossa ma Punter con la tripla allunga a +6 (20-14) dopo un minuto e con coach Donnadieu obbligato a chiamare timeout. 

Cappelletti però appena entrato serve a Baldi Rossi la tripla del momentaneo vantaggio sul punteggio di 23-14 del +9 e Kravic da sotto segna il 25-14 del +11 al tredicesimo e nuovo timeout Nanterre dopo la stoppata dello stesso serbo.

Martin in reverse e la schiacciata sempre di Kravic su assist di Punter fa impazzire il Paladozza dopo un minuto interrotto al quindicesismo con la tripla di Pallson per il 29-17 e dopo i tre liberi a segno di Pallson e il contropiede di Senglin è tutto da rifare per la Virtus sotto di 7 al sedicesimo (29-22).

Kravic segna da sotto (31-22)  ma la Virtus è stanca e in difesa subisce i canestri di Pallson (3124) e Invernizzi ma Aradori e soprattutto Chalmers con rubata su Senglin riportano avanti la Virtus sul punteggio totale con due triple realizzate da entrambi (41-28); Pallson in lunetta fa uno su due, Senglin sbaglia lo step back e lo stesso Chalmers da meta campo era fa un incredibile in-out per il 41-29 (+12) all’intervallo.

 

Nella ripresa Taylor ritorna in campo e con tre penetrazioni con il contatto segna (47-29) mentre i francesi tra errori da sotto e 24 secondi subiscono dopo 3 minuti un 6-0 di parziale per il 47-29 e M’baye in contropiede segna il +20, interrotto subito da Senglin con una tripla (49-32 +17).  

Punter in lunetta segna entrambi e il Nanterre rimane in attacco con tanti secondi tiri e Juskevicius segna la seconda tripla della ripresa al 24’ (51-35) facendo innervosire un Paladozza rovente; alcuni falli vengono sanzionati alla Virtus ma Kravic da sotto tiene la V in fiducia (53-35 +18) e Konate in lunetta sull’ennesimo fallo di Punter su tiro da tre segna solo due dei tre a disposizione (53-37 +16) al 26’. 

Nanterre regala quindi qualche libero di troppo, ma un mancato gioco da tre punti di Pallson e un canestro da lontano, pestando la riga quindi da due di Konatè, fa chiamare immediatamente minuto alla truppa di Djordjevic: 53-41 +12 al 28’; Jusikevicius sbaglia una tripla e la Virtus in lunetta segna il +15 (56-41)Gamble realizza in lunetta dopo un rimbalzo offensivo (56-43 +13) ma Taylor dall’angolo segna il +15 (58-44) Senglin dopo un fallo in attacco azione prima segna solo un libero conquistato dopo aver superato dal palleggio M’baye e sarà l’ultimo canestro del terzo quarto 58-44 e +14.

 

Ultimo quarto Pallson da sotto prova a spingere i francesi ma in attacco la Segafredo non sbaglia con Kravic, M’baye e un gioco da tre punti di Cournooh (63-48 +14) al trentatreesimo con timeout biancoverde; Jusikevicius in lunetta si guadagna il quarto giro su fallo tiro da tre (63-51 +12) ma nei successivi attacchi entrambe hanno molta fretta di concludere con i francesi che subiscono anche un fallo in atttacco; M’baye perde palla e Senglin segna il +10 (63-53)ma lo stesso francese si fa perdonare rubando e schiacciando il contropiede e Chalmers con un altra rubata consegna a Cournooh un altro contropiede concluso ancora con una bella bimane per i fotografi al 36’ (67-53 +14) e minuto Donnadieu.

Nanterre entra bene dal timeout con una tripla di Senglin (67-56 +11), M’baye in lunetta però segna i due liberi a disposizione (69-56 +13) a 4’ dalla fine; Martin rinuncia due tiri su perse degli ospiti e Qvale da sotto su tap in segna (71-56 +15) a 2’ dalla fine; Treadwell su transizione segna un incredibile gioco da 3 punti rivisto dagli arbitri (71-58 +13) ma su errore Konate prende rimbalzo e nonostante la stoppata di Kravic, la Segafredo non riesce a recuperare la palla a 40” dalla fine con soli cinque punti da difendere per le Vnere.

Nanterre ha un 1.4 per segnare ma Jusikevicius dall’angolo sbaglia, la Virtus recupera la palla e Chalmers in lunetta fa 2/2 (73-58); Senglin sbaglia e dopo 40 minuti la VIRTUS PASSA ALLE FINAL FOUR DI BASKETBALL CHAMPIONS LEAGUE.