Al Paladozza troppa Virtus Bologna per la VL Pesaro

I bolognesi vincono di misura 86 - 67 contro i pesaresi
03.02.2018 22:40 di Davide Trebbi Twitter:   articolo letto 1783 volte
Al Paladozza troppa Virtus Bologna per la VL Pesaro

Troppa Virtus nonostante le assenze di Alessandro Gentile e Klaudio Ndoja per una Pesaro sempre più inguaiata nella lotta per non retrocedere.

Terza vittoria di fila, settima su otto gare per la Segafredo dopo la vittoria 86-67 salendo a 22 punti in classifica; terza sconfitta di fila per la VL che rimarrà  ancora questa giornata all’ultimo posto, con soli 8 punti in graduatoria.  

Una precisissima (51% dal campo) e cinica in contropiede Bologna ha avuto la meglio contro una morbida, pasticciona Pesaro che ha sempre dovuto inseguire più volte con svantaggi pesanti nel corso della gara.

Buonasera dal vostro inviato Davide Trebbi direttamente dal Paladozza, dove per la Serie A Poste Mobile, la Segafredo Virtus Bologna incontra in casa la Victoria Libertas Pesaro.

Inizio partita con la Virtus spinta dai tifosi di casa, scappa sul più 10 dopo 5 minuti di gioco (16-6), complici anche le tre palle perse di Mika e le pessime percentuali dal campo degli ospiti, puniti da un ottimo Slaughter, Umeh e Aradori in contropiede.

Pesaro prova la zona ma in attacco continua a perdere tantissimi palloni (6 alla pausa) e in più verrano doppiati a rimbalzo (13 a 8 per i bianconeri), così Bologna con i contropiedi e pazienza dopo 10 minuti è sopra di 17 punti (30-12).

Rientrati in campo il copione sarà ancora più impietoso con la VL che dopo il canestro di Monaldi non farà più canestro per 6 minuti; la Virtus con estrema facilità allungherà fino al +26 (42-16) al diciassettesimo. 

Pesaro dopo il canestro di Moore prenderà coraggio e correrà meglio in transizione con Omogbo Bertone e con un 14 a 9 di parziale chiude in svantaggio di soli 19 punti a fine primo tempo.

Nella ripresa la VL con un parziale di 4-0 spaventa la VNera al 23’ (51-36) ma le bombe di Lawson e un precisissimo Umeh (5/7 da tre) insieme ad un ottimo Aradori (17 punti) ricacciano il tentativo di rimonta pesarese.

A fine del terzo quarto il risultato dirà 66-47 Virtus.

Slaughter da playmaker, Aradori da assistman e Lawson da... 😍✨ |

— Eurosport IT (@Eurosport_IT)

Ultimo quarto la Segafredo complice anche l’esoso vantaggio si siederà nell’incontro e così i viaggianti con Monaldi, Little e un redivivo Moore si porteranno fino a -15 al 37’ (78-63) ma Lawson e l’MVP dell’incontro Umeh (23 punti) diranno a fine partita 85 a 67.

Decisivo 23 punti 7 rimbalzi e 27 di valutazione per Umeh, 21 punti 8 rimbalzi per Aradori, 10 punti e 10 rimbalzi per Slaughter, 7 assist per LaFayette dall'altro lato 25 punti e 21 di valutazione per Moore, 8 punti e 17 rimbalzi e 19 di valutazione per Omogbo , troppo poco per allontanarsi dall’ultimo posto.