A Manerbio crolla in campo Alessandro Pagani. Attacco cardiaco, è in buona ripresa (aggiornamento ore 12:30)

Cronaca di una situazione in continua evoluzione: forza Alessandro!
 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 12631 volte
A Manerbio crolla in campo Alessandro Pagani. Attacco cardiaco, è in buona ripresa (aggiornamento ore 12:30)

Finale del torneo di Manerbio tra Brescia e Casalpusterlengo, due squadre che parteciperanno al prossimo campionato di A-2. Alessandro Pagani, ala dell'Assigeco di appena 21 anni, si accascia sul parquet al 9’ del primo quarto. Non appena compagni ed avversari si rendono conto della gravità della situazione, scatta l’allarme: Pagani è in apparente arresto cardiaco.

Grazie all'utilizzo di un defribrillatore dopo un massaggio cardiaco, e probabilmente dopo parecchi minuti di intervento medico, l’ex giocatore dell’Urania Milano riprende a respirare e può essere trasportato, intubato, in ospedale. Non si hanno ancora notizie da parte dei sanitari, ma certamente sue condizioni restano gravi e si temono danni cerebrali. Il torneo è stato ovviamente sospeso e la partita non è stata ripresa tra lo sgomento generale.

Aggiornamento delle ore 8:00 della domenica 20 settembre: Alessandro Pagani si trova in codice rosso all'ospedale di Manerbio, in Rianimazione. Nonostante le sue condizioni rimangano gravi, "nelle ultime ore Alessandro ha ripreso conoscenza e ha riconosciuto il papà" come ha dichiarato Franco Curioni, presidente dell'Assigeco Casalpusterlengo. I medici dovranno ora capire se l'attacco cardiaco abbia provocato danni cerebrali.

Aggiornamento delle ore 12:00: Alessandro Pagani è stato sottoposto alla Tac e rimane ancora sotto osservazione nel reparto di Rianimazione. Soltanto nelle prossime ore si valuterà se abbia riportato danni cerebrali o neurologici. Il presidente Assigeco Curioni ha espresso qualche perplessità perché l'ambulanza di soccorso non era presente alla manifestazione, ma è arrivata solo dopo la chiamata al numero di emergenza.

Aggiornamento delle ore 15:50: i medici dell'ospedale di Manerbio, nel Bresciano, decidono di mettere Alessandro in coma farmacologico nel reparto di Rianimazione, dopo le tre Tac (encefalo, toracica e angiotac) che hanno dato esito negativo. 

Il comunicato dell'Assigeco: "La prontezza di chi ha capito da subito la gravità della situazione, il massaggio cardiaco effettuato in modo corretto, la presenza miracolosa di un defibrillatore gli hanno di fatto salvato la vita - scrive la Assigeco sul proprio sito ufficiale -. In questi attimi il nostro Ale è ancora in prognosi riservata ed è tenuto sotto sedazione. I medici non si sbilanciano e l'unica cosa che trapela è che le sue condizioni sono stabili. Fino a quando Ale non verrà svegliato non sapremo le sue reali condizioni. Non ci resta che attendere senza dare peso a tutta quella ridda di voci che in queste ore stanno circolando in rete. Aspettiamo con fiducia perché sappiamo che Ale è un leone, uno che non molla mai. Aspettiamo stringendosi con immenso affetto ad Ale e alla sua famiglia in questo momento così difficile...la famiglia Assigeco prega per uno dei suoi figli".

Aggiornamento delle 21:30: "Mio figlio l'ho visto molto meglio, sta lottando come un guerriero" sono le poche parole, accompagnate dalle lacrime agli occhi, che ha detto ai cronisti il papà di Alessandro Pagani, aggiungendo che "Solo domattina mattina ne sapremo di più, ora è troppo presto".

Marco Moretti, il medico di Brescia che insieme ad una dottoressa presente sugli spalti del palazzetto di Manerbio ha rianimato Pagani per una quarantina di minuti, ha commentato l'esito negativo delle Tac: "Questo è buon segno, sicuramente ha dimostrato di avere un fisico forte". E, raccontando il soccorso dice: "Ho temuto che non ce la facesse perché il cuore non riprendeva più a battere. Ho tirato un sospiro di sollievo quando ha ricominciato a respirare autonomamente".

Danilo Gallinari, via Facebook, ha inviato un messaggio ad Alessandro iniseme a una foto ch li ritrae insieme: "Forza Alessandro sei sempre stato un guerriero devi combattere anche adesso...non mollare!":

Aggiornamento del 21 settembre ore 12:30: Alessandro Pagani è uscito dal coma farmacologico. Secondo quanto riferito risulta cosciente e reattivo. Con il passare delle ore e della notte, verificati i miglioramenti, i medici hanno ridotto i farmaci progressivamente; da questa mattina il giovane 21enne riesce anche a respirare autonomamente senza il supporto di macchinari.