A Istanbul Cantù si arrende al Fenerbahce di Pianigiani che entra nelle Top 16. Pan di Siena in dono ai polacchi del Prokom

13.12.2012 20:26 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 755 volte
A Istanbul Cantù si arrende al Fenerbahce di Pianigiani che entra nelle Top 16. Pan di Siena in dono ai polacchi del Prokom

Come nella passata stagione, all'ultima giornata Cantù consegna al Fenerbahce il passaggio del turno in Euroleague. In terra turca, i brianzoli han ceduto alla distanza 77-69, ma sono usciti a testa alta se questo può consolare. Può recriminare per certi passaggi a vuoto durante tutti questi incontri del girone; che a Istanbul non fosse facile a vincere lo si sapeva (a Istanbul solo il Real Madrid era riuscito in passato a far saltare l'Ulker Sports Arena). La vittoria della settimana scorsa a Desio proprio contro il Real aveva riacceso nuove speranze e la sfida è stata molto aperta fino agli ultimi due minuti dove i brianzoli non hanno retto la maggior qualità di un ritrovato McCalebb, Onan, Savas e Preldzic. Il ritorno di Aradori (12 punti) ha allungato i cambi a disposizione di Trinchieri, si è visto un super Cusin (autore di 16 punti) e il solito Markoishvili (20 punti) con Tyus e Tabu. Pianigiani ringrazia per alcune palle perse in modo banale da parte di Cantù che in genere è molto attenta, si vede che non era giornata.
 

FENERBAHCE ULKER ISTANBUL - MAPOORO CANTU' 77-69
(18-22, 43-38, 60-55)
Fenerbahce: McCalebb 19, Onan 12, Ermis 2, Sato 2, Bremer, Andersen 4, Savas 12, Birsen, Batiste, Karaman 6, Bogdanovic 10, Preldzic 10. All: Pianigiani.
Cantù: Kudlacek, Abass, Scekic 2, Markoishvili 20, Leunen 5, Mazzarino, Casella, Brooks 4, Tyus 3, Tabu 7, Aradori 12, Cusin 16. All: Trinchieri.

Sconfitta per la Montepaschi nell’ultima gara di Regular Season, che dopo un dominio praticamente totale per 20 minuti ha subito un’incredibile rimonta da parte del Prokom che nei secondi 25 minuti ha capovolto la partita e portato a casa il secondo successo della propria Eurolega.

All’inizio non c’è storia al PalaEstra, con la Mps che già in avvio scappa via nel punteggio e dopo 5 minuti è già a +15. Brown e Rasic sono scatenati e colpiscono a ripetizione la retina del Prokom, che non ha gran che da proporre come risposta al volume di gioco espresso dalla squadra di Luca Banchi. Il tabellone alla fine dei primi 10 minuti dice 26-13 e nella seconda frazione Siena allunga ancora, portandosi anche oltre le 20 lunghezze di vantaggio, costringendo il Prokom alla miseria di 28 punti in 20 minuti e segnando dall’altra parte la bellezza di 51 punti.

Nella ripresa il Prokom prova a rendere meno pesante il passivo e complice anche un calo di tensione da parte di Siena, riesce a tornare a -11, sul 63-52 di fine 3° quarto. Non è però soltanto un fuoco di paglia, perché nel quarto periodo gli uomini di Kemzura completano un’incredibile rimonta, che culmina a 3:52 dalla fine con il pareggio a quota 71. L’inerzia è completamente capovolta ed il Prokom prende in mano la partita, andando anche al +3 (73-76) prima della tripla del pareggio di Bobby Brown che manda le due squadre all’overtime, dove il Prokom mette subito la testa avanti e ce la tiene fino alla fine, allungando fino al +7 e sfruttando anche i tiri liberi che alla fine rivelano un dettaglio fondamentale. Finisce 88-95, è la quinta sconfitta di Siena in Eurolega, che non pregiudica in nessun modo il 3° posto in classifica, con la che sarà protagonista dal 27 o 28 dicembre nelle Top 16 che quest’anno sono a 14 partite. ()

MONTEPASCHI SIENA – ASSECO PROKOM  88-95   DTS    (26-13; 51-28; 63-52; 76-76)

MONTEPASCHI: Brown 23, Eze 3, Carraretto 9, Rasic 9, Kangur 8, Sanikidze 4, Ress 8, Ortner 4, Lechthaler 4, Janning 11, Hackett 1, Moss 4. All. Banchi.

PROKOM: Pamula, Witka, Roszyk 1, Blassingame 26, Acker, Mahalbasic 18, Ponitka 14, Koszarek 20, Szczotka 10, Richards 3, Hrycaniuk 3. All. Kemzura.