4ª di ritorno in Serie A: Varese ok con Bologna, Sassari affonda Venezia, Milano sbanca Roma con super Fotsis. Pesaro sorprende Siena

Il quadro completo della 19ª giornata in Serie A
 di Matteo Marrello  articolo letto 1238 volte
Antonis Fotsis
Antonis Fotsis

Con un ultimo quarto che recita un eloquente 24-10 di parziale, Varese mata la Virtus Bologna e si ripropone al comando della classifica dopo le sconfitte contro Siena maturate sia in campionato che nella finalissima di Coppa Italia. Artefici del successo Mike Green 12 punti e 9 assist ed il pivot Bryant Dunston 20 punti 6 rimbalzi e 6 recuperate. La squadra di Finelli si vede solo nel terzo quarto, troppo poco per materializzare una vittoria in casa della capolista.

Sassari non molla la presa castigando l'Umana che non raccoglie punti dopo 4 turni in serie positiva. I cugini Diener sono letteralmente scatenati. Il quasi azzurro Travis sforna 17 punti e 14 assist per un 37 di valutazione complessiva, mentre Drake  scuote la retina con un 6/9 al tiro pesante ed al 40' ne fa scrivere 27.

Cantù si arrende solo nell''ultimo quarto, Brindisi è cinica e grazie al suo leader Gibson (29 punti) non manca all'appuntamento con la vittoria.

Avellino rialza la testa e supera Cremona con  capitan Spinelli in versiona chirurgica nel tiro da fuori (100% con 3/3) ed un Lakovic ispiratissimo, Lo sloveno oltre a 12 punti confeziona anche 8 assist.

La vittoria di Avellino lascia Biella in fondo alla classifica, in attesa del posticipo, dopo la sconfitta interna patita per mano della Trenkwalder che trova da 14 punti da Dominic James, (alla partita d'addio) ma soprattutto un Brunner stellare con 26 punti ed 8 rimbalzi a referto. Ai piemontesi non è bastato un parziale di 23-9 nel terzo quarto per assicurarsi la vittoria.

L'ala Christian Burns ed il grande ex Fabio Di Bella sospingono la Sutor, contro Caserta. Pratica praticamente già chiusa per i marchigiani all'intervallo lungo sul +26 (53-27). Il risultato finale sarà poi 97-76.

Milano, dopo la delusione di Coppa Italia vissuta da padrona di casa, sbanca il PalaTiziano mettendo ko l'Acea Roma indebolita dall'assenza di Datome. L'assoluto protagonista della gara è stato il greco Antonis Fotsis che ha chiuso con 28 punti e 5/5 dai 6.75. Ora la dirigenza meneghina avrà sicuramente un motivo in più per respingere le offerte arrivate nei giorni scorsi dal Panathinaikos.

Pesaro beffa i campioni d'Italia e lascia Biella all'ultimo posto in classifica. Rok Stipcevic è il vero è proprio leader della formazione biancorossa con 11' punti dopo i primi 20' , chiusi con un vantaggio di 7 lunghezze. Siena torna a farsi viva nella ripresa ma una tripla di Lamont Mack e due falli tecnici fischiati rispettivamente a Moss e Janning fanno scappare la Scavolini Banche Marche sul 54-41. Finita? Neanche per idea, il grande ex Hackett insieme a Broen e Moss riporta i campioni in carica in gara. Pesaro fa confusione ed  a 40” dall'ultima sirena è in vantaggio per due sole lunghezze. Sanikidze ad 8” sbaglia il libero della parità. Stipcevic fugge con il pallone ed Hackett lo ferma con le cattive. Fallo tecnico e partita di fatto chiusa. C'è un fallo tecnico anche per Rasic sulla successiva rimessa pesarese , tocca quindi a Daniele Cavaliero l'onore e l'onere di chiudere le ostilità.

Risultati

Sidigas Avellino-Vanoli Cremona 93-81
Enel Brindisi-FoxTwon Cantù 69-95
Banco di Sardegna Sassari-Umana Venezia 108-84
Cimberio Varese-SAIE3 Bologna 78-61
Angelico Biella-Trenkwalder Reggio Emilia 65-72
Sutor Montegranaro- Juve Caserta 97-76
Acea Rom-EA7 Emporio Armani Milano 66-79

Scavolini Banca Marche Pesaro-Montepaschi Siena 78-73

Classifica: Varese 32; Sassari 30; Siena 26; Cantù 26, Milano, Roma 24;  Venezia, Brindisi, Reggio Emilia 20; Caserta 16; Bologna, Cremona 14; Montegranaro 12;  Avellino, Pesaro 10; Biella 8.