14° round, il commento: Galatasaray ultima invitata al grande ballo

Con la conclusiva giornata delle Top16 definiti gli abbinamenti per l'accesso alle Final Four. Prima palla a due martedì 15 aprile a Barcellona
12.04.2014 00:00 di Alessandro Maggi  articolo letto 803 volte
14° round, il commento: Galatasaray ultima invitata al grande ballo

Barcellona-Galatasaray, Real Madrid-Olympiakos, EA7 Milano-Maccabi, Cska-Panathinaikos. Sono questi , infine e finalmente, gli abbinamenti dei playoff che, con prima palla a due martedì 15 aprile, stabiliranno le quattro fortunate estratte per le Final Four del Forum di Assago. E’ dunque il Galatasaray l’ultima invitata al ballo, danzatrice dotata ma incostante, che nell’atto definitivo con il Partizan ha permesso, al dispendioso ma perdente basket turco, di ritrovarsi rappresentato sul palcoscenico che conta.

E proprio da Istanbul inizia il racconto di un quattordicesimo round ben più sorprendente delle attese. Giallorossi avanti (voto 6, per il traguardo centrato e poco più), perché il Partizan in trasferta poteva davvero ben poco, nonostante un Arroyo fermo a zero punti (voto 5, perché comunque gli assist sono 7), ma grazie ad un Erceg (voto 7+, ispirato dopo i 35 squilli di settimana scorsa) da 13 punti e 6 rimbalzi e un Markoishvili (voto 8, primo uomo decisivo d’Eurolega dalle parti del Bosforo) da 16 punti. Spiace dunque per la Lokomotiv (voto 7-, esordio poderoso nella competizione), eliminata solo da una differenza punti non proprio lusinghiera nonostante il blasonato successo sul Bayern Monaco. Il resto è cosa nota, ma per un Cska lodevole a Tel Aviv (voto 7.5, l’ipotetico ranking europeo ha la sua regina pre-playoff), c’è un Real Madrid che fallisce tutto il fallibile (voto 3, all’arroganza c’è sempre un limite, ma l’insegnamento è giunto prima che fosse troppo tardi) e cede il primato sotto i colpi di Justin Dentmon (voto 9, ma a Milano c’era suo cugino?).

Gruppo F che ha la sua regina e i suoi valori, gruppo E che doveva solo sentenziare l’ordine delle ultime due posizioni. Barcellona (voto 5.5, non proprio una chiusura da regina con 39 punti passivi in due gare) e Milano (voto 6+, perché si è rivisto un Langford subito da over 20) in ferie, Olympiakos che stende il Panathinaikos con la pazzesca giocata di Spanoulis (voto 10, la semplicità dell’incisività) ma si ritrova il Real Madrid. Il regalo all’inverso arriva da Kaunas, e i playoff ci offrono così la rivincita della finale 2013, con il Cska pronto ad un Panathinaikos (voto 5, monodimensionale) che non sa vincere senza prestazioni sopra le righe della coppia Diamantidis-Lasme (non a caso, solo 2 punti del primo al Pireo…). Ma in questo caso, tante storie anche in chi saluta. Fenerbahce (voto 3, tante prime donne e nessuna difesa) e Anadolu (voto 4, idem come sopra, ma in miniatura, nonostante il ko nello scontro diretto) da dimenticare, Malaga (voto 6.5, quanto cuore) da applaudire anche nel successo di chiusura su Milano, Vitoria (voto 6-, futuribile) da rivedere anche per il successo sul Barcellona: in prospettiva, l’asse play-pivot Heurtel-Pleiss (voto 8, dopo Tomic il miglior centro di queste top16, per lui pronti il Bayern o l’Nba?) è senza eguali. Ma il mercato è il mercato.

 

GRUPPO E

Fenerbahce-Anadolu Efes 84-65, Barcellona-Laboral Vitoria 86-97, Olympiakos-Panathinaikos 68-65, Unicaja Malaga-EA7 Milano 95-85.

Classifica: Barcellona 12-2, EA7 Milano 10-4, Olympiakos 8-6, Panathinaikos 7-7, Unicaja Malaga 6-8, Fenerbahce 6-8, Laboral Vitoria 5-9, Anadolu 2-12

 

GRUPPO F

Lokomotiv Kuban-Bayern Monaco 84-75, Maccabi Tel Aviv-Cska Mosca 76-81, Zalgiris Kaunas-Real Madrid 87-80, Galatasary-Partizan Belgrado 64-55.

Classifica: Cska Mosca 12-2, Real Madrid 11-3, Maccabi Tel Aviv 8-6, Galatasaray 7-7, Lokomotiv Kuban 7-7, Baryen Monaco 5-9, Partizan Belgrado 4-10, Zalgiris Kaunas 2-12.

 

PLAYOFF – GARA 1

15 aprile ore 19.00 Barcellona-Galatasaray

15 aprile ore 21.00 Real Madrid-Olympiakos

16 aprile ore 18.00 Cska Mosca-Panathinaikos

16 aprile ore 20.45 EA7 Milano-Maccabi Tel Aviv