Presentazione Preolimpico, il sindaco di Torino

 di Pietro Battaglia  articolo letto 360 volte
Presentazione Preolimpico, il sindaco di Torino

A chiudere la presentazione del Torneo Preolimpico che vedrà impegnata la nazionale al Pala Isozaki di Torino è il sindaco della città, Piero Fassino: “Io ringrazio il presidente Petrucci, il direttore generale di RCS Sport Bellino e gli assessori Ferraris e Gallo e tutti voi che siete qua. Se siete qui in qualche modo sostenete questa scelta. Il basket è uno dei grandi sport del nostro paese, ma anche nel mondo. E' una delle discipline sportive maggiori come seguito. E’ seguito da giovani e meno giovani, da ragazzi e ragazze e persone di ogni tipo. Torino ha una tradizione anche in questo campo. Io ricordo l’Auxilium , la Berloni… oggi abbiamo la Manital, che ogni tanto ci fa un po’ soffrire ma nelle ultime partite ci ha dato soddisfazioni. Grazie per aver scelto Torino perché fa dello sport una sua identità. Molte discipline sono nate per prime qua. per esempio la ginnastica, il calcio…anche la pallamano, ma quella ce l’abbiamo solo noi. Qui sono nate grandi discipline e Torino è una città che ha dato grandi campioni alla Nazionale, come la Belmondo, i fratelli Damilano ma anche tanti altri che hanno rappresentato l’Italia.
A Torino sono  anche nate le Universiadi, le Olimpiadi delle università. Poi è la città delle Olimpiadi del 2006, che sono state un punto di svolta per la città. Le Olimpiadi hanno rilanciato un cambiamento che la città stava intraprendendo. Oggi Torino è una grande città turistica, molto diversa dal passato. Nel 2015 ci sono stati oltre 1000 eventi nell’anno della Capitale Europea dello Sport.
Il basket ha un grande seguito e speriamo che il Torneo sia una bella occasione per sostenere la squadra.
Nei prossimi anni ci saranno altri eventi sportivi di portata mondiale, con il nuoto e la pallavolo, ma anche la chiusura del Giro d'Italia. La scelta di Torino quindi non è nè casuale nè episodica. La città ha un punto di forza nello sport e lo sport arricchisce la nostra identità. Un’identità che con questo Preolimpico si rafforzerà ancora di più.
Le partite si terranno in un impianto sportivo di eccellenza. Torino è molto cresciuta nella ricettività, che si è molto qualificata. Sarà molto intensa l’attrazione della città a luglio, con grandi eventi e mostre. Vi sono tutte le condizioni perché questo Preolimpico sia un grande successo”.
Pietro Battaglia