NBA - Quali record saranno battuti nel campionato 2018-19?

01.09.2018 16:39 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 1745 volte
NBA - Quali record saranno battuti nel campionato 2018-19?

Con gente come Dirk Nowitzki, LeBron James, Stephen Curry, Chris Paul o Tony Parker in pista anche nella stagione 2018-19 è intuitivo pensare che un'altra massa di record della NBA sarà raggiunta e superata. Ecco un piccolo compendio di quello che potrebbe succedere, salvo imprevisti naturalmente.

Dirk Nowitzi. Con la 21esima stagione ai Dallas Mavericks, abbandona Kobe Bryant (20 con i Lakers) e diventa il giocatore che ha giocato la maggior parte delle stagioni con lo stesso franchising (nel suo caso tutte).

Presenze, sempre Dirk. Quando avrà giocato 34 partite di regular season, Nowitzki supererà Karl Malone (1476) e John Stockton (1504) per prendersi il 3° posto tra i giocatori con più presenze di tutti i tempi! Non saranno in pericolo i primi due del podio Kareem Abdul-Jabbar (1560) e Robert Parish (1611) a meno che il tedescone, la prossima estate, metta in cantiere la 22a stagione ...

Punti segnati 1. Ancora Dirk Nowitzki! Con 232 punti segnati supererà per il quinto posto assoluto Wilt Chamberlein nella classifica dei top scorer all-time. Potrebbe però non gioire: LeBron James è a soli 149 punti dal power forward dei Mavs. Quindi possiamo facilmente immaginare che la nuova ala dei Lakers che ha bisogno solo di 381 punti per raggiungere Chamberlain, opererà un doppi sorpasso, con la vecchia leggenda dei Warriors e dei Lakers a ritrovarsi al 7° posto.

Punti segnati 2. Guardando più in alto in classifica, LeBron James vede davanti a sè, a soli 1.254 punti, Michael Jordan. E se per Nowitzki raggiungere il sei volte Campione NBA dei Bulls sarebbe davvero un'impresa, il Prescelto non dovrebbe avere difficoltà. Che aumentano, se guardiamo a chi occupa attualmente il terzo posto. Kobe Bryant si trova con 2.605 punti in più di James, a cui questa stagione potrebbe non bastare per salire ancora più in alto.

Record per James. Nell'ordine: se raggiunge il cap di 135 palle rubate, diventerà il tredicesimo giocatore di sempre a metterne insieme 2.000; e con 316 assist (tenendo presente che nel 2017-18 ne ha consegnati 747), sarà il decimo passatore di tutti i tempi davanti a Andre Miller.

Record per Nowitzki. Due Top in vista per Dirk: con 60 canestri da tre punti, entrerà nella Top 10 di specialità; con 277 rimbalzi, nella Top 25 di categoria.

Record per Chris Paul. Durante il prossimo campionato, Chris Paul passerà agevolmente Isiah Thomas per il settimo posto nella classifica dei passatori e, se ruberà almeno 105 palle, sarà nono in quest'altra voce statistica.

Tiri liberi. Stephen Curry ha chiuso l'ultima stagione tirando i liberi con una percentuale del 92,1%. Se dovesse confermarla, passerebbe da una media in carriera del 90,3% al 90,5%. Poca differenza, direte voi, ma sufficiente per prendere il primo posto assoluto come tiratore di liberi nella NBA  superando Steve Nash che ha terminato la carriera con il 90,4%!

Tiri da 3-punti. A soli 31 anni, Stephen Curry potrebbe finire la prossima stagione avendo davanti a sè nella classifica di specialità i soli Reggie Miller e Ray Allen. Nel percorso, partendo dal settimo posto con 2.129 colpi vincenti, il doppio MVP avrà modo di mettersi alle spalle Paul Pierce (2143) e Jamal Crawford (2153) nelle prime settimane della stagione. E le distanze da Kyle Korver (84 triple più di Curry) e Jason Terry (153) non sembrano abissali per i ritmi di Steph!

Triple doppie. Qui il protagonista assoluto non potrà che essere Russell Westbrook. Solo 3 triple doppie lo separano da Jason Kidd, poi 34 per unirsi a Magic Johnson. Impresa possibile dato il suo ritmo degli ultimi anni. Per raggiungere in vetta Oscar Roberston, strada ancora più lunga poiché "Big O" ha 74 in più rispetto all' MVP dei Thunder.

25.000 punti in carriera. Carmelo Anthony ha bisogno di appena 980 punti per rimuovere Paul Pierce dalla Top 15. Se riuscirà ad eguagliare a Houston la stagione appena trascorsa ai Thunder (1261 punti), l'ala finirebbe per prendersi il 13° posto. Atteso nel club è Vince Carter, che deve realizzare appena 132 punti con Atlanta per diventare il 22° giocatore nella storia a questo traguardo.

20.000 punti in carriera. Tony Parker può raggiungere il club di 20.000 punti dovendone segnare 1057 punti con gli Hornets, per diventare il 45 ° giocatore di tutti i tempi. E se troverà una squadra, Jamal Crawford, che ha bisogno di 1094 punti, potrà superarla insieme a lui.

RIPRODUZIONE RISERVATA