NBA - Dennis Rodman: "Gregg Popovich mi detestava"

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 1197 volte
NBA - Dennis Rodman: "Gregg Popovich mi detestava"

Le due stagioni che Dennis Rodman ha trascorso in Texas a San Antonio, dove aveva formato una coppia di inferno con David Robinson, un paio di anni prima dell'arrivo di Tim Duncan e la formazione di "Twin Towers", sono il periodo meno conosciuto e si pongono tra i sette con i Pistons (due titoli 1989-1990) e i tre con i Bulls (1996-1997-1998).

A quel tempo, John Lucas era il coach in carica: tra i due un rapporto esplosivo. Ma soprattutto, Rodman ricorda che Gregg Popovich, ancora a quel tempo nel front office, lo detestava perché "non ero un ragazzo pio". Così racconta al writer Kurt Helin ():  "Sono lo stesso ragazzo che ha aiutato David Robinson ha vinto il titolo di miglior marcatore (1994) e MVP (1995)? Per voi, io sono lo stesso ragazzo che ha avuto una media di 19,3 rimbalzo per partita (nota: si sbaglia, era 18,3)? E lo stesso dannato che ha vinto 68 giochi (nota: errore ancora una volta, il record Spurs è 62-20 nel 1994-1995)? Sono lo stesso ragazzo, ma voi ragazzi non mi piace di me? Così ho detto, 'Va bene, mi muove. Mi hanno trasferito ai Bulls. "

Nel 1995 Popovich diventa allenatore, impone lo stile che ha reso famosa San Antonio e Rodman paga le conseguenze del difficile rapporto con match di sospensione, più una assenza per spalla infortunata in un incidente di moto. Trasferito per Will Perdue, Rodman raggiunge Phil Jackson, Michael Jordan, Scottie Pippen e il resto della squadra che vinse tre titoli consecutivi. A conclusione del ciclo, ironia del destino, sono proprio gli Spurs di Robinson, Duncan e coach Pop la prima squadra a vincere il campionato del dopo Bulls (1999).