La Pallacanestro Italiana nel labirinto senza uscite?

29.12.2014 12:23 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 1212 volte
Fonte: Coach Giovanni Venuto
La Pallacanestro Italiana nel labirinto senza uscite?

~~Nella BIBBIA di GERUSALEMME (Nuovo Testamento) si parla tra le righe della “PIETRA ANGOLARE” su cui COSTRUIRE una CASA SOLIDA. Dopo tale premessa sarebbe auspicabile che tutti noi tornassimo a fare come il contadino che acquistato un Terreno incolto, ricominci a pensare e a lavorare DURAMENTE  giorno dopo giorno e spesso anche di notte, per farlo diventare Produttivo. Spesso le premesse servono per aprire il Tema di un contenuto che si spera riceva attenzioni e suggerimenti dei lettori eventuali. Entrando nel merito del nostro Basket direi che il 2014 ha avuto qualche bagliore di luce a livello Internazionale, soprattutto a livello GIOVANILE, mentre la Nazionale Maggiore ANCORA NON HA VINTO NULLA , le qualificazioni ai TORNEI di Valore INTERNAZIONALE saranno svolti nel 2015 e a seguire e solo allora si potranno fare dei BILANCI, che speriamo finalmente vedano i colori Bianco/Rosso/Verde salire sui pennoni che decretano il Medagliere.  Purtroppo i Campionati di Vertice Nazionale continuano ad essere giocati da NUGOLI di STRANIERI che Vanno e VENGONO e che occupano 7/8 posti Minimo nei Rosters delle nostre squadre; per fortuna alcuni TALENTI  Italiani si stanno facendo strada, purtroppo pero’ hanno poche occasioni di confrontarsi con le migliori Squadre Europee, visto che a qualificarsi per i gironi di Finale da molti anni sono sempre Spagnoli, Turchi, Russi, Israeliani, Croati, Francesi, Serbi etc. Tornando ai campionati di casa nostra, il COPIONE sembra sempre lo stesso PICK and ROLL Dominante, CAMBI di Stranieri quasi ogni 2 o 3 settimane, Cambi di Allenatori, Dimissioni di G.M., MULTE Federali a gogo, Elezioni di Presidenti di Leghe (che sono anche Presidenti di SOCIETA’), CORSI PAO che sono fatti dagli Amici degli AMICI, e mi fermerei qui per non riempire un Book di USANZE che stanno facendo arretrare la nostra bella ITALIA, non solo nel Basket, ma purtroppo anche nell’Economia. L’orgoglio e l’ottimismo devono tornare al piu’ presto e se saranno conditi con le Conoscenze, la Preparazione, il Duro Lavoro, e la Genialita’ del nostro popolo, allora anche il nostro Sport potra’ BRINDARE alla fine del 2015 con qualcosa di piu’ CONCRETO.