La nuova serie A – 09: Sacchetti ci riprova, Cremona un’altra sorpresa?

La Vanoli conferma solo il blocco italiano. Gli esterni americani Demps e Crawford garantiscono punti e concretezza. La giovane coppia di lunghi Aldridge-Mangok arriva con buone credenziali. Saunders
04.10.2018 11:44 di Massimo Roca  articolo letto 793 volte
Fonte: Il Mattino
La nuova serie A – 09: Sacchetti ci riprova, Cremona un’altra sorpresa?

Mercato semplice e lineare per la Vanoli Cremona quello tracciato dal confermato coach della nazionale italiana, Meo Sacchetti e dal direttore sportivo Andrea Conti approdato poi, a lavoro quasi ultimato, a Varese per sostituire il partente Coldebella. Riproposto il format con soli cinque stranieri che lo scorso anno ha portato in dote un insperato ottavo posto. Si è partiti dalla conferma in blocco della pattuglia italiana. Per l’ex azzurro Travis Diener sarà il sesto campionato in serie A, il secondo a Cremona. Le 36 primavere del play italo-americano non spaventano lo staff tecnico che in cabina di regia riproporrà l’accoppiata con Michele Ruzzier.

Conferma anche per la guardia Marco Portannese e la coppia di lunghi rivelazione Giulio Gazzotti e Giampaolo Ricci. Diaspora completa per i cinque americani. Drake Diener ha lasciato il basket giocato per intraprendere la carriera di allenatore alla Marian University nella sua Fond Du Lac nel Wisconsin,. Darius Johnson Odom sarà fermo sino al 16 marzo 2019 per scontare la squalifica inflitta dal Coni della positività al metabolita Thc riscontrata in occasione della partita tra Varese e Cremona. Kelvin Martin è alla Virtus Bologna. Landon Milbourne invece sarà in Israele al Maccabi Ashdod. Il centro Henry Sims è sceso in A2 per far parte dell’ambiziosa Virtus Roma. Per sostituire il talento di Johnson-Odom, la Vanoli si è affidata al venticinquenne americano Tre Demps. Guardia-play, figlio d’arte (il papà Dell Demps è un ex giocatore Nba attualmente dirigente a New Orleans), è reduce dalle sue prime due stagioni da “pro” al Belfius Mons-Hainaut in Belgio. Le cifre lasciano ben sperare. Nelle 16 gare di Fiba Europe Cup ha viaggiato a 16,1 punti, di media con il 47% da due e il 54% da 3 (secondo in tutta la competizione). Altro figlio d’arte è Andrew Crawford: la nuova ala piccola della Vanoli è figlio di Dan Crawford, arbitro Nba per 33 stagioni. Ritroverà Tre Demps suo compagno di college alla Northwestern University. Arriva dal campionato israeliano dove, nell’ultima stagione al Maccabi Rishon Le Zion, ha fatto registrare 16,4 punti con 4.8 rimbalzi e 2 assist di media, il 58% da due ed il 41% da tre.

Il cambio degli esterni, a tutti gli effetti un co-titolare, è la guardia-ala Wesley Saunders tra i protagonisti della preseason cremonese. Arriva dalla sempre interessante vetrina finlandese del Kataja (15.4 punti, 7.5 rimbalzi e 2,6 assist in 37 gare di campionato) dopo due stagioni nella D-League americana. Giovane e di qualità è la coppia di lunghi. L’ala forte Peyton Aldridge ha appena terminato il percorso universitario al Davidson College partecipando alle Summer league Nba con la canotta di Utah. Al suo fianco ci sarà il venticinquenne Mangok Mathiang. E’ in possesso del doppio passaporto sud sudanese e australiano. A cinque anni si è spostato con la famiglia prima a Sidney e poi a Melbourne per fuggire dalla guerra civile. Il basket lo ha poi portato negli Stati Uniti. Il percorso universitario ha avuto un mentore d’eccezione: Rick Pitino alla Lousville University. Nell’estate 2017 ha convinto gli Charlotte Hornets a firmarlo con un two-way contract. Dopo il debutto In Nba (4 partite a 2.0 punti e 2.5 rimbalzi di media) ha proseguito la sua stagione nell'affiliata di G-League, i Greensboro Swarm.

Vanoli Cremona: (in maiuscolo i nuovi acquisti): format 5+5, 5 su 7 “visti” per giocatori extra UE, 10 tesseramenti sui 18 possibili. Quintetto: T. Diener, DEMPS (Usa), CRAWFORD (Usa), ALDRIDGE (Usa), MATHIANG (SSudan-Aus). Panchina: Ruzzier, Portannese, SAUNDERS (Usa), Gazzotti, Ricci. Coach: Sacchetti.