I programmi sulla carta sono sempre importanti......MA POI?

19.09.2014 19:08 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 798 volte
Fonte: coach Giovanni Venuto
Giovanni Venuto
Giovanni Venuto

Alcune volte ho avuto il piacere di assistere, solo come spettatore, a delle Assemblee Generali Ordinarie per l’elezione del presidente della F.I.P., ho ritrovato tra le mie carte gli Obiettivi Programmatici dell’allora candidato alla presidenza Dino Meneghin ,era l’anno 2009, mese di Febbraio, a Roma. Dopo la premessa, doverosa, entro in argomento trattando solo alcuni passi della Sua relazione all’assemblea.

1. Regolamenti federali: Ho sentito in molti lagnarsi della contradditorietà e/o
Lacunosità delle attuali NORME Federali. Ammetto che ci sono cose la cui ratio mi sfugge. Mi piacciono le cose semplici, comprensibili ed immediate.
Bene! Se e come? sono state eliminate Carenze e Normative senza senso, lo lasciamo dire ai posteri….
2. ora l’argomento che ci riguarda: (furono scritte e dedicate solo 7 righe.
allenatori: nel corso del prossimo quadriennio olimpico riteniamo fondamentale stimolare un ulteriore e sensibile progresso dell’attivita’ di formazione degli allenatori, componente fondamentale per la crescita del movimento. pensiamo che vada in particolar modo incentivata la specializzazione di chi opera nei settori giovanili. solo destinando le migliori risorse umane in questa direzione sara’ possibile avere in futuro giocatori piu’ preparati sotto il profilo tecnico e piu’ pronti sotto quello psico-fisico, a reggere l’urto dell’approdo ai tornei di alto livello.

(mi permetto di aggiungere solo un detto napoletano “senza soldi non si canta nemmeno una messa”)infatti se venissero dati aiuti economici veri alle piccole societa’, forse i futuri giocatori italiani verrebbero allenati da professionisti dei settori giovanili, rimborsati da giusti compensi e non da “promesse e vane parole”. Per chiudere riporto brevemente cio’ che Dino disse a proposito del settore scuola: «Abbiamo saputo con piacere che il presidente del Coni Giovanni Petrucci ha incontrato il ministro dell’istruzione e della ricerca Maria Stella Gelmini». Il Presidente Petrucci, questa settimana, in una sua intervista ha dichiarato: «la mia grande scommessa per il futuro è cambiare il rapporto tra scuola e sport».  

Bene!  noi siamo ottimisti ed anche se sono passati solo 5 anni, speriamo ancora.