Final Four serie B, finale folle al Palafiera: Rieti supera Agropoli nei secondi conclusivi

13.06.2015 20:31 di Umberto De Santis Twitter:   articolo letto 2896 volte
Final Four serie B, finale folle al Palafiera: Rieti supera Agropoli nei secondi conclusivi

La BCC Agropoli si gioca una buona fetta di partita con un primo tempo incolore, torna in campo con le idee molto più chiare su come attaccare Rieti che rimane comunque una formazione coriacea e costante, che nei secondi finali, senza smontarsi per essere stata raggiunta e superata, trova nei suoi leade Stanic e Iannone i punti della vittoria.

La cronaca: Un pò contratte le due formazioni in apertura 3-3 con due triple in 3' poi Iannone prende per mano Rieti con otto punti in fila. Rosignoli compelta il break chiuso da Agropoli 12-4 al 5'. Segue Parrillo, poi Benedusi e Sergio si scambiano le triple. Si sciolgono le squadre, ne guadagna la fluidità degli attacchi. Con 3'05" siamo 15-11: Rieti in attacco e Stanic guadagna due liberi 1 su 2. Ma nell'azione seguente il play di rifà in entrata 19-11. Ma evidente, anche perchè nessuno dei due coach chiama timeout, il gioco diventa sterile scontro al muro, e si smette di realizzare: a 25 secondi Marulli piazza due liberi per la BCC. Si sveglia anche il reatino Granato con una bomba per il 22-13 che conclude il periodo. 

Secondo periodo molto combattuto, nonostante il gran caldo, con un timeout dopo 3'25" sul punteggio di 27-14 con la tripla di Iannone. Ma La NPC non è disposta a dilapidare il vantaggio e tiene duro: solo a 55 secondi dall'intervallo Agropoli arriva sul 34-21 con un libero. 55 secondi che passano senza ricordo.

I campani ritornano in campo cercando più il canestro da vicino che non il velleitario 2/13 del primo tempo, anzi al 25' quando Parrillo infila dall'arco si riportano sul 38-31. Rosignoli respinge Agropoli con due liberi. Stanic allunga, ma Serino trova al tripla dall'angolo, che Giampaoli replica pochi secondi dopo 45-34. 2'53" all'ultimo mini intervallo. Break della BCC di 0-7 che rimette tutto in forse 45-40 così che Rieti si prende un timeout. Ma Parrillo e Marulli firmano il sorpasso quando le lancette viaggiano sull'ultimo giro del quarto portando il parziale a 0-14 e sorpassando 45-47. Giampaoli pareggia dalla lunetta con 86 centesimi da giocare.

Liberi per Feliciangeli, con Molinaro che si fa chiamare anche un tecnico che è anche quinto fallo. Sono due punti per Rieti che muove al 31' il tabellino, ma Cucco pareggia. Anche un antisportivo per la NPC che vale quattro punti per i campani. Rosignoli nuovo pareggio con 6'05". Marulli continua a fare il fenomeno con la tripla di tabella, poi con il break 5-0 con tripla di Feliciangeli, Rieti rovescia 59-56 con 2'30". Romano non trema in lunetta, come del resto Rosignoli 60-58 al 38'. Spesso le gare sono risolte da un dettaglio: una incomprensione difensiva tra Cucco e Birindelli vale un gioco da tre punti per Stanic, con Rieti che vola a +5 con 1'33" alla sirena.

Marulli si guadagna un viaggio in lunetta per tenere vivo il sogno, 63-60 con 57 secondi alla fine. Tocca a Cucco l'entrata del -1, salvo poi spedire Iannone in lunetta con 17 secondi che rimette possesso pieno. Tripla di Marulli che pareggia, ma un fallo manda ai liberi Stanic e, incredibilmente, con 6'36" alla sirena Rieti rimette la testa avanti. Il solito Marulli torna in lunetta: segna il primo, e l'errore sul secondo fa conquistare a Rieti la promozione in serie A2.

Rieti 67: 18 Iannone, 13 Stanic, 10p+12r Rosignoli, 9 Benedusi.

Agropoli 66: 29+10 falli subiti Marulli, 12 Serino, 3p+14r Birindelli, 8p+9r Romano.