Alessandro Marzoli - GIBA - passi avanti per un basket con più garanzie

Un bilancio dopo le Finali di Coppa Italia LNP e le ultime decisioni assunte dalla Lega.
13.03.2015 16:52 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 618 volte
Fonte: Alessandro Marzoli Presidente GIBA – Giocatori Italiani Basket Associati
Alessandro Marzoli - GIBA - passi avanti per un basket con più garanzie

Dopo le Finali di Coppa Italia di Serie A2, Serie B e Serie C, la intensa tre giorni di RNB Rimini e il comunicato di due giorni fa della Lega Nazionale Pallacanestro, noi della GIBA riteniamo doveroso fare un bilancio.

A Rimini siamo stati attivi con un nostro stand e, soprattutto, con la nostra presenza nei vari momenti di una manifestazione in crescita e che ha offerto molte occasioni di riflessione e spunto.

Quest’anno abbiamo scelto Rimini per la 2^ “Giornata nazionale di mobilitazione dei giocatori di basket”. Una decisione premiata, visto che la kermesse cestistica romagnola è passata dalle 20.000 presenze dello scorso anno alle oltre 30.000 di questa edizione, calamitando l’attenzione di tutti i mass media e degli addetti ai lavori del basket italiano.

A livello di tutele e diritti, finalmente qualcosa si muove. E noi che da oltre due anni – e cioè da quando siamo in carica – ci battiamo per un basket più controllato, equo e trasparente, non possiamo che esserne felici.

Le nostre proposte stanno facendo finalmente breccia, come quella di aumentare le fidejussioni per le società.

Infatti, il Direttivo della Lega Nazionale Pallacanestro in merito alle fidejussioni ha deliberato che per la stagione 2015/2016 la quota di fidejussione della Serie A2 passerà da 30.000 a 70.000 Euro, mentre per la Serie B da 10.000 a 20.000 Euro.
Inoltre, nel campionato 2016/2017, la quota di fidejussione sarà ulteriormente alzata a 100.000 Euro per la Serie A2 e 30.000 per la Serie B.

Infine, la LNP e la Comtec effettueranno controlli periodici durante l’arco della stagione e questo significa maggiore sicurezza dei bilanci delle società sportive partecipanti ai campionati.

Noi della GIBA siamo soddisfatti di questi passi avanti, frutti dell’apertura al confronto e della disponibilità del Presidente della LNP, Pietro Basciano, che ha incontrato gli atleti della GIBA nella riunione di Rimini, ascoltando con attenzione le richieste della nostra associazione.

Le proposte della LNP dovranno ora superare il vaglio del Consiglio Federale della FIP, ma siamo fiduciosi, dopo l’incontro che proprio a Rimini abbiamo avuto con il Presidente Petrucci e il Vice Presidente Laguardia, che ringraziamo per la sensibilità dimostrata.

La nostra attenzione resta comunque altissima, anche perché questo campionato di Serie A2 Gold è stato un disastro con le scomparse di Forlì e Veroli, oltre alle fibrillazioni di Napoli e Barcellona Pozzo di Gotto.

Quindi, riteniamo i passi avanti fatti come scelte doverose ed improcrastinabili, che non bastano ma ci fanno capire di essere sulla buona strada.

Infine, per quanto riguarda le azioni interne, noi della GIBA stiamo avviando la costituzione di un fondo di garanzia per i giocatori dilettanti e altri progetti di tutela e sostegno agli atleti. Il nostro modello è unico e viene guardato con attenzione anche all’estero. Siamo all’avanguardia rispetto ai nostri colleghi europei.

Continueremo a vigilare, proporre, verificare, lottare per costruire insieme un basket migliore.

Alessandro Marzoli
Presidente
GIBA – Giocatori Italiani Basket Associati