NBA - Lakers, Randle e Thomas "minimizzano" la discussione nell'ultimo quarto

15.03.2018 11:05 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 732 volte
NBA - Lakers, Randle e Thomas "minimizzano" la discussione nell'ultimo quarto

I Lakers ci hanno davvero provato a vincere la partita di ieri sera all'Oracle Arena contro i Warriors scesi in campo senza tre titolari (Curry, Green, Thompson). Però la frustrazione è talmente montata che a metà dell'ultimo quarto un timeout in panchina è diventato terreno di scontro fra Julius Randle e Isaiah Thomas sotto gli occhi di telecamere e fotografi. Nella conferenza stampa dopo gara i due giocatori hanno minimizzato la portata della "discussione" che probabilmente verteva sulla difesa dal pick'n'roll avversario.

Isaiah Thomas. "Vogliamo solo vincere. Siamo due leader in questa squadra, c'è stato un equivoco a un certo punto, ne abbiamo parlato e questo è stato risolto. Come fanno i compagni di squadra. Sono un leader, non incolpo nessuno, guido con l'esempio. Se vedo qualcosa, lo dico e viceversa lo fanno gli altri se vedono qualcosa che non gli piace. È così in una squadra di basket. "

Julius Randle. "Ci aspettiamo molto gli uni dagli altri, ci stavamo solo parlando. Vogliamo vincere, ci aspettiamo di vincere questo tipo di partita, siamo solo compagni di squadra. Se dovessi andare in guerra, prenderei IT e nessun altro. Non c'è nulla di personale al riguardo, stiamo solo cercando di esprimerci al meglio e vincere la partita ".

Luke Walton. "Non visto quello che è successo, ma ho apprezzato. Finché sono di mentalità aperta, non importa l'argomento della loro controversia, ne usciremo sempre bene. Abbiamo cercato di convincere i nostri ragazzi a parlare in difesa dall'inizio dell'anno, e se c'è uno scambio come questo, significa che abbiamo due persone appassionate e lo accettiamo nel nostro team. "