Lega A - Virtus Bologna, Sacripanti: "Con Brescia dobbiamo dare un gran colpo"

05.01.2019 16:19 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
Lega A - Virtus Bologna, Sacripanti: "Con Brescia dobbiamo dare un gran colpo"

“Natale Bianconero”, secondo atto. Si chiude domani l’avventura di Virtus Segafredo alla Unipol Arena che, dopo il “derby d’Emilia” del giorno di Natale, ospita la prima partita di campionato del nuovo anno, penultima del girone d’andata, nel giorno dell’Epifania. Alle 18.15 gli uomini di Pino Sacripanti affronteranno la Germani Brescia, e il timoniere può finalmente chiamare all’appello la truppa al completo. Con il ritorno di Kelvin Martin e quello di Pietro Aradori, e Brian Qvale di nuovo al suo posto.

“La notizia è che abbiamo fatto due giorni di allenamento con la squadra al completo. Sono tornati tutti, certamente non saranno subito quelli di prima, ma intanto ci sono. Chiederò a qualcuno magari pochi minuti, ma di qualità. Non vogliamo strafare. Esistono gli infortuni, ed è normale che ci siano, abbiamo avuto qualche mancanza più di altri, ma è un fatto che questo gruppo finché è stato compatto ha potuto dare qualità agli allenamenti. Ci vorrà ancora un attimo di pazienza perché tutto torni come prima, ma ripartiamo tutti insieme”.

“Servirà la disponibilità di tutti. Un passo indietro quanto a individualismo, uno avanti per essere a disposizione del gruppo. Ora speriamo non succeda più nulla. Muoversi sul mercato è un bel segnale per me, per i giocatori, per la società. Dovesse arrivare un giocatore in più, sarà ben accettato e ci aiuterà ad alzare il livello”.

“Brescia ha giocatori validi, è vero che ha perso con Sassari ma due giornate fa ha fatto un grande colpo a Cremona. Ha qualche problema, ma ha anche tanti giocatori esperti, e un bel roster. C’è Hamilton, una guardia che gioca da quattro, ha Moss e Abass che conosco molto bene. Noi però ci siamo, e dobbiamo dare un grande colpo per tornare ad essere quelli di prima, per lasciarci alle spalle un periodo delicato”.

“In questo campionato tutte le partite sono importanti, e c’è molto equilibrio. La differenza la fanno la dedizione e il senso di appartenenza dei giocatori. Ci sono squadre dai valori simili, poi certo ci sono diversità tra chi gioca anche in Coppa e chi no. Noi ci siamo battuti su entrambi i fronti, sentendo molto certe emozioni, come il saluto della curva al nostro ritorno in Europa. Non abbiamo mai selezionato le gare. Quando si perde non va mai bene: si fa un ragionamento a 360 gradi e si riparte, ogni volta”.