Lega A - Si chiude la stagione della OriOra Pistoia con la sconfitta contro Avellino

OriOra Pistoia 73 - Scandone Sidigas Avellino 88
12.05.2019 23:43 di Alessandro Palandri   Vedi letture
Lega A - Si chiude la stagione della OriOra Pistoia con la sconfitta contro Avellino

Ultima partita della stagione 2018/2019 per la OriOra Pistoia che conclude di fronte al pubblico di casa la peggior annata dal ritorno in serie A. Generale, e plausibile la delusione che si legge sui volti di molti presenti per la stagione davvero negativa e priva di colpo di scena. Si legge anche un sospiro di sollievo finalmente per la permanenza in serie A, che era ormai messa in discussione da tempo, ma che è potuta arrivare grazie alla penalizzazione di Torino (8 punti) di cui abbiamo già trattato nei precedenti giorni. Coach Moretti vorrebbe regalare un sorriso stasera al Popolo Biancorosso, con la speranza di ritrovarsi il prossimo anno per un progetto più concreto e meglio costruito sin dai primi mesi a disposizione, magari con qualche cambio societario e investimenti più mirati nella finestra del mercato estivo. Squadre in campo, con la OriOra Pistoia che oltre ai soliti problemi di panchina corta, stasera deve fare a mano anche di Auda, e Krubally. Bolpin recuperato all’ ultimo minuto e quindi in campo, ma dopo un intera settimana di assenza dagli allenamenti per infortunio. 

1

Per la OriOra Pistoia si sblocca Tony Mitchell dopo il primo 0/3 al tiro per il 5-6 dopo tre minuti di gioco. Sidigas avanti nel punteggio e nell’ approccio della partita, con Pistoia già rassegnata alla sconfitta dai volti dei protagonisti in maglia Biancorossa. A metà quarto la gara si trova sul 12-12 con Pistoia in mano di MItchell (10) e Mesicek (2) in attacco con gli altri compagni ancora quasi assenti a referto. Per la Sidigas Udanoh e Sykes i terminali offensivi più concreti: 14-17. Frazione che si conclude sul 22-20 grazie al canestro sulla sirena di Odum. 

2

OriOra Pistoia al rientro in campo senza più il supporto della Curva che finalmente decide di scioperare in segno di protesta dopo l’ annata tragica della propria squadra. Punteggio sul 30-20 Pistoia dopo due minuti del secondo quarto con Mitchell a quota 18 che sembra avere più a cuore la possibilità di un buon contratto la stagione prossima che essere stato utile alla causa. Partita dal clima strano per le abitudini del popolo Biancorosso, che si trova ad assistere ad una partita con il solo tifo di Avellino a cantare all’ interno del PalaCarrara. OriOra Pistoia ancora in vantaggio negli ultimi istanti del secondo quarto, con Coach Moretti che dà largo spazio ai giovani Querci e Del Chiaro: 41-34. Avellino strappa un 4-0 di parziale, perché ricordiamoci che la squadra irpina è chiamata alla vittoria obbligatoria de vuole sperare di agganciare i playoff stasera. Il primo tempo si conclude sul 44-45 per la Scandone Avellino, con Pistoia che soccombe negli ultimi minuti di quarto, lasciando alla squadra irpina la possibilità di chiudere in vantaggio. 

Nemmeno quaranta secondi di gioco e subito un parziale di 7-0 per gli ospiti, che iniziano a dimostrare in maniera concreta il desiderio di staccare già Pistoia in questi primi istanti sul vantaggio. Per la OriOra Pistoia troppe le decisioni in attacco sbagliate da Mitchell, che sempre di più cerca di aumentare il bottino personale anziché pensare alla causa comune. Punteggio sul 45-55 cona situazione ribaltata in soli tre minuti dalla sudare irpina. Parziale di 19-1 per Avellino che ammutolisce definitivamente il PalaCarrara, ormai esausta dalle continue scorribande inutili dei suoi “beniamini”. Massimo vantaggio sul 47-67 per la Sidigas a metà quarto di gioco: ulteriore tegola per la OriOra Pistoia che vede uscire per cinque falli Mitchell. Prestazioni da 21 punti per lui, ma tanto, troppo di negativo in generale per considerarlo un top player. Ulteriore tegola per Pistoia che vede uscire per cinque falli in largo anticipo a tre minuti dalla fine del terzo quarto, L.J. Peak. Piccolo sussulto di entusiasmo per Pistoia che riduce il vantaggio, che però poco conta in un momento del genere della gara: 61-78. 

4

Rientro in campo, ma gioco spezzettato che non giova certo nè allo spettacolo nè all’ entusiasmo del pubblico, volenteroso di veder finire prima possibile questa stagione disarmante. Avellino in controllo sul 67-82 con Pistoia che cerca di mantenere almeno la dignità in questi ultimi minuti di campionato. Sykes a quota  22 punti continua a far dannare la difesa Biancorossa con assist e punti decisivi. Terna arbitrale che lascia addirittura ormai correre alcuni contatti di gioco lievi data la differenza in campo davvero eccessiva. Finisce 73-88 la gara dopo la schiacciata finale di Querci che palesa una partita iniziata in maniera agonistica, ma che ha perso del fascino sportivo solo dopo pochi minuti. Conclusione di stagione positiva per la salvezza ma più che negativa per il gioco visto per l’ intera durata di campionato. Si spera che da qui in avanti la Società sappia cosa fare per non ripetere gli errori palesi agli occhi di tutti in questi lunghi dieci mesi. 

 

MVP: Sykes con 22 punti. 

PARZIALI: 22-20, 22-25, 17-33, 12-10. 

OriOra Pistoia: Bolpin 8, Della Rosa 3, Peak 8,Di Pizzo , Querci 4, Crosariol 8, Del Chiaro 2, Mesicek 7, Odum 12, Mitchell 21. 

Sidigas Avellino: Udanoh 15, Nichols 4, Filloy 8, Campani 3, Sabatino 2, Campogrande 3, Harper 21, D’ Ercole , Sykes 22, Spizzichini 2, Ndyaie 6.