Lega A - Mian: «Contro Pistoia per vincere e tenere fra le mani il nostro destino»

19.04.2019 17:11 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
Fonte: Ufficio Stampa Aquila Basket
Lega A - Mian: «Contro Pistoia per vincere e tenere fra le mani il nostro destino»

Dolomiti Energia Trentino (15-11) vs. OriOra Pistoia (6-20)

#AquilaBasketEarthDay – Domani alle ore 15.00 dal punto vendita Sportler di piazza Cesare Battisti parte la camminata “green” che porterà i tifosi al palazzetto: alle 17.00 la palla a due contro Pistoia, con i tifosi invitati ad indossare qualcosa di verde e a contribuire alla pedalata di una speciale bici posta all’interno della BLM Group Arena durante il match.

 

FABIO MIAN (Guardia-Ala DOLOMITI ENERGIA TRENTINO): «Siamo in un momento diverso del campionato, eppure il contesto in cui ci troviamo a giocare è lo stesso di qualche settimana fa: siamo nel gruppone che si gioca i playoff, non possiamo perdere terreno se vogliamo entrare nelle migliori otto ma allo stesso tempo abbiamo la fortuna e il merito di non dover guardare i risultati delle altre ma avere fra le nostre mani il nostro destino. Contro Pistoia dobbiamo entrare in campo concentrati e pronti ad un’altra partita in cui ci sarà da combattere: la sofferta vittoria contro Pesaro credo che ci abbia insegnato cosa rischiamo quando abbassiamo la guardia. A maggior ragione non possiamo farlo contro una Pistoia che con il cambio di allenatore ha vinto al PalaDozza contro Bologna e poi perso per colpa di qualche episodio sfavorevole contro Torino. Dobbiamo mettere in campo l’intensità mostrata nell’ultimo quarto contro la VL e indirizzare la partita sui nostri binari».

 

MAURIZIO BUSCAGLIA (Allenatore DOLOMITI ENERGIA TRENTINO): «Abbiamo bisogno di continuare a vincere, questo è un dato di fatto guardando alla nostra classifica: il nostro obiettivo è quello di giocare un a partita di grande concentrazione e solidità contro una squadra che sta lottando con tutte le sue forze settimana dopo settimana per mantenere la categoria. Pistoia ha spirito combattivo, in cui il talento degli americani, Mitchell su tutti, si unisce all’energia degli italiani dalla panchina e ad un settore lunghi capace di fare la differenza a rimbalzo. Tony sarà ovviamente uno dei fattori di questa partita, è cresciuto e maturato sotto tanti punti di vista in questi anni, dovremo essere pronti ad uno sforzo importante di squadra per limitarne l’impatto in campo».