Lega A - Fiat Torino, la paura della retrocessione frena il cambio di proprietà

09.01.2019 10:00 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 3499 volte
Lega A - Fiat Torino, la paura della retrocessione frena il cambio di proprietà

Le chiacchiere ci sono state, le riunioni intorno a un tavolo pure. E' arrivato anche l'incontro con lo sponsor Fiat e sembra che tutte le rassicuazioni del caso, per il passaggio della maggioranza della proprietà dell'Auxilium Torino dal notaio Forni alla Leonis, siano state fornite. eppure non si quaglia. Dove è l'inghippo, si chiedono in queste ore in città? Sembra che sia la situazione deficitaria della classifica. La squadra occupa l'ultima piazza insieme a Pistoia ma insieme anche a quella Pesaro che ieri ha annunciato il nuovo allenatore e che domenica alle 12:00 (diretta Eurosport player) sarà padrona di casa in uno scontro salvezza che si preannuncia sanguinoso per chi ne uscirà sconfitto. Una retrocessione sarebbe una sciagura per la nuova proprietà e si starebbe studiando come affrontare questa situazione, che davvero sembra una emergenza. Si devono pagare i 120.000 euro del lodo Patterson per poter assumere un nuovo coach - e si parla di quel Pillastrini che ha appena perso il ballottaggio con Boniciolli alla Vuelle - ma anche per tornare sul mercato se dal nuovo tecnico arriveranno indicazioni in quel senso. E poi anche un general manager - visto che Forni Jr non ci sarà nel futuro dell'Auxilium. La Leonis si porterà Bonora? Perché qualsiasi figura si metta in campo, a parte il giubilato Marco Atripaldi, sarà nuova sulla piazza ma almeno il direttore sportivo dell'Eurobasket già lavora con questa nuova proprietà in pectoris.