MERCATO A - Anche Cantù esplora concretamente la pista Christian Burns

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 1869 volte

Nemo propheta in patria, Carlo Recalcati aveva detto (qui) che Christian Burns difficilmente avrebbe scelto di scendere in A2, anche se la proposta della Fortitudo Bologna era quella economicamente più importante. E adesso che Charlie non è più il coach canturino, ecco che la dirigenza brianzola presenta un'ottima offerta al lungo della Nazionale, definita "la migliore" e senza vincoli di status legati all'esordio o meno al prossimo Eurobasket. Se arriverà come straniero, Burns sarà il quinto a completamento nel roster; se come italiano, la Pallacanestro Cantù rifinirà il gruppo degli stranieri con un'ala polivalente. Bolshakov, autentico mattatore del mercato della squadra, ha avuto il giocatore alle sue dipendenze in Ucraina nel 2011-12 (Ferro ZTNU).