LIVE: Ultimo parziale capolavoro e Brescia travolge Avellino

 di Lorenzo Belli  articolo letto 1256 volte
Luca Vitali
Luca Vitali

Avellino la inizia bene ma è un quarto parziale pressoché perfetto (26-11) a regalare una netta e meritata vittoria alla Germani Brescia che manda quattro giocatori in doppia cifra a partire da Michele Vitali (19 punti) e Hunt (19) che sono stati i top scorers lombardi ma è da evidenziare la prestazione maiuscola da parte di tutti anche delle seconde linee come Bushati (18' e 18 di +/-). La Sidigas parte bene dai blocchi mettendo a referto 26 punti nei primi 10' poi viene soffocata e non trova una trappola per impedire a Luca Vitali (11 assist) di inventare basket e non basta un monumentale Leunen (16 con 8 rimbalzi e 5 assist) per espugnare il PalaGeorge

 

LA CRONACA LIVE: Prima uscita casalinga per la Germani che coglie l'occasione per inaugurare il nuovo spazio dedicato ai tifosi: la fan zone, la nuova lodevole iniziativa della società lombarda per accogliere i suoi spettatori all'esterno del PalaGeorge. Entrambe vincenti sul filo di lana nell'opener di campionato sia i ragazzi di Diana che i lupi irpini sono a caccia di conferme nonostante i "lavori in corso", per Brescia è a referto Moss dopo aver saltato la sfida di Pesaro, e si attendono ancora voci concrete su chi sarà il quinto straniero, probabilmente un lungo in grado di completarsi con Hunt. Avellino in attesa del totale recupero di Fesenko (presente a referto ma in forse il suo impiego) e quello più a lungo termine di Shane Lawal per ora resta con la conformazione più leggera con il solo N'Diyaie come lungo di riferimento 

Quintetto locale composto da Luca Vitali, Moore, Michele Vitali, Landry e Hunt mentre la Sidigas parte con Fitipaldo, Rich, Wells, Leunen e Fesenko (a sorpresa) 

Avvio sprint con Landry e Wells in evidenza e al 4' il tabellone registra un minimo vantaggio biancoverde (10-12), un minimo aggiustamento difensivo da parte dei ragazzi di Sacripanti e sull'asse Fesenko - Wells provano ad imbastire un break (14-19) con Diana che si rifugia nel minuto per cercare qualche antidoto al travolgente attacco ospite; esordio stagionale per un osannato Moss, dalla parte opposta primi minuti per Filloy. Si erge protagonista Moore nelle fila bresciane ma la Sidigas sembra in controllo del ritmo e rintuzza grazie alla sua superiorità sotto le plance i tentativi di rimonta: al 10' è 20-26

Michele Vitali segna dai 6,75 (prima tripla a segno della Germani) e sblocca i suoi che cavalcano il momento positivo: una stoppata di Landry a Fesenko e un nuovo canestro da oltre l'arco di Bushati (28-26) obbligano Sacripanti a fermare il gioco; Scrubb sbaglia due buoni tiri mentre un Michele Vitali e Bushati sono trance non perdonano e mettono la doppia cifra di vantaggio (36-26), ci pensa il "professore" Leunen a chiudere il break di 16-0. Sono ancora Leunen e Fitipaldo a riportare in scia Avellino (39-36), Hunt e Landry provano a ri allungare ma Wells lo impedisce e si entra nei spogliatoi sul 49-44 

Michele Vitali con 13 punti (tutti nella seconda frazione) è il top scorer, seguito da Landry a quota 10. La Sidigas si affida al trio Leunen (10), Wells (9) e Fitipaldo (8 e 5 assist). Nell'intervallo visita a sorpresa dell'ex Christian Burns applaudito da tutto il PalaGeorge

Rich con quattro punti apre la contesa al ritorno sul parquet ma la Germani non si scompone e mette in piedi un 8-0 (57-48) soprattutto ben innescando Hunt e Moore; la giovane guardia al secondo anno a Brescia offre un numero di altissima classe con un reverse e il successivo fallo in attacco di N'Diaye consiglia a Sacripanti di rifugiarsi nel minuto. Leunen dai 6,75 riemerge di classe nel massimo momento di difficoltà, poi confeziona un rimbalzo in attacco ed assist per il -3 quindi altra sua conclusione pesante e parità a quota 61, momenti di assoluto dominio per il 10 in canotta biancoverde. Michele Vitali riaccede Brescia che nelle schermaglie finali del parziale ha la forza di fare un nuovo mini break che le permette di entrare negli ultimi dieci giri di lancette avanti per 70-64 

Moss per Hunt che schiaccia ed incendia ulteriormente il catino del PalaGeorge, la Sidigas sbanda con un Fesenko evidentemente fuori forma e la Germani cerca la fuga decisiva con Sacchetti (77-64). Tripla di Wells ma un indomito Moss ripaga della medesima moneta dopo aver strappato il rimbalzo offensivo; Landry con quattro punti in fila riscrive il massimo vantaggio (84-67). Rich prova a tenere aperta la gara, la Germani trova persino un inusuale 2/2 dalla lunetta da parte di Hunt (88-72 -2'20") e agli irpini non rimane che alzare bandiera bianca, ultime battute che servono solo per fissare il risultato finale sul 96-75