LIVE: La Germani è concreta, piega Brindisi e torna terza

05.03.2018 22:32 di Lorenzo Belli  articolo letto 1249 volte
Lee Moore
Lee Moore

La Germani Brescia si mette alle spalle la coppa Italia solo accarezzata e coglie una vittoria autoritaria contro la Happy Casa Brindisi, sempre avanti nell'arco dei 40' di gioco i ragazzi di Diana hanno faticato a dare il colpo del ko ma hanno dato costantemente la sensazione di essere in controllo anche grazie alla sontuosa prestazione di un Ortner alla miglior uscita in canotta biancoblu (9 punti, 13 rimbalzi, 4 stoppate ed un infinita quantità di cose utili); decisivo nella prima parte della contesa Landry (18) e in un finale in crescita Michele Vitali (16 e 6 rimbalzi). Nella compagine pugliese che ha in Iannuzzi un corpo ancora estraneo al gruppo (0 con un impietoso -6 in valutazione e -27 in /minus), sono da salvare le prove del centro Lydeka (12 e 8 rimbalzi) e un Nic Moore (15) a fase alternata 

 

LA CRONACA LIVE: Il posticipo del lunedì vede scendere in campo una Germani Brescia che dovrà mettersi alle spalle la delusione di una coppa Italia solamente sfiorata, il supporto incondizionato del passionale pubblico che gremisce il Pala George e la possibilità di tornare al terzo posto in graduatoria sembrano motivazioni abbastanza forti per superare il momento; di contro la Happy Casa Brindisi - con Iannuzzi in più a disposizione - sale a Montichiari per provare il colpo esterno che le permetterebbe di guardare la classifica in maniera più serena, specie dopo i ko patiti da Capo d'Orlando e Pesaro

Dopo il minuto di raccoglimento in memoria di Astori si inizia, la Germani incomincia con Luca Vitali, Moore, Moss, Landry e Hunt; la risposta brindisina è affidata a Nic Moore, Suggs, Tepic, Smith e Lydeka

Il centro lituano degli ospiti in tap in apra la contesa, Brescia arma a ripetizione Landry ma soffre la presenza in area di Lydeka e al giro di boa della frazione iniziale è perfetta parità a quota 7; primi minuti con la nuova maglia per Iannuzzi ma è Landry il grande protagonista di parziale abbastanza complesso da ambo le parti e che va' in archivio con il vantaggio di 3 punti (15-12) per la Germani

Landry inaugura il secondo periodo colpendo da oltre l'arco, Mesicek prova a prendersi responsabilità ma la sensazione che Brescia stia carburando (20-14) consiglia a Vitucci di fermare il gioco; la Happy Casa prosegue a perdere palloni in serie e la Leonessa - senza fare nulla di eclatante - tocca la doppia cifra di vantaggio (29-17). Dopo un paio di giri di lancette interlocutori è Nic Moore dai 6,75  a dare un sussulto alla compagine ospite che Giuri prosegue mettendo 3 triple consecutive che riportano in scia Brindisi (30-29); Landry alimenta il festival del tiro pesante, Hunt con un bel movimento griffa il 35-29 con cui si entra negli spogliatoi

Landry a 15 punti e Giuri a quota 12 sono stati i grandi attori nella prima parte del match

Nic Moore ed un ispirato Landry aprono le danze al ritorno sul parquet, Luca Vitali dalla lunetta segna i primi suoi punti di serata ma soprattutto costringe Giuri alla sua terza penalità. Poche azioni dopo e il play di Vitucci deve tornare a sedere in panchina gravato di quattro falli, la Happy Casa però ha carattere e non sbanda trovando in Lydeka un importante punto di riferimento offensivo (41-40); un silente ma impattante Ortner prova a rilanciare i padroni di casa ma Brindisi non cede di un centimetro e Diana chiama time out (47-46). Un guizzo di Lee Moore permette alla Germani un piccolo break che le consente di entrare negli ultimi 10' di gioco sul 54-49

Michele Vitali schiaccia di prepotenza dopo tanti errori e surriscalda le tribune del Pala George, una tripla di Sacchetti scatena il putiferio (61-49) con Vitucci a fermare il gioco prima che sia troppo tardi; Nic Moore prova a ritardare i titoli di coda con un paio di canestri ma è Ortner a fare male ad un Happy Casa in evidente affanno (68-56 -3'40"). Il tabellone resta fermo per quasi due minuti e il cronometro è il miglior amico dei bresciani che perdono per raggiunto limite di falli un nervoso Luca Vitali; la tripla del fratello Michele chiude le ostilità quando si entra nel minuto conclusivo. Vince la Germani per 74-60 e sale al terzo posto in classifica affiancando la Sidigas Avellino e mettendo 4 punti sulla quinta piazza occupata al momento dalla Fiat Torino