LIVE A - Diener non va, Venezia vince a Cremona per il rotto della cuffia

11.02.2018 18:51 di Iacopo De Santis Twitter:   articolo letto 1065 volte
LIVE A - Diener non va, Venezia vince a Cremona per il rotto della cuffia

La Vanoli conferma di essere una squadra in gran forma e tratta alla pari la sfida contro i Campioni d'Italia di Venezia. Una sfida senza padroni e con un finale mozzafiato, dove Cremona gioca a tratti una pallacanestro bellissima, trovandosi contro una Reyer solida e concentrata che si guadagna la vittoria solo all'ultimo secondo senza averla davvero meritata nei confronti degli sfortunati biancocelesti. La valutazione delle due squadre, 86-88, la dice lunga di quanto nel match la bilancia poteva pendere anche dall'altra parte.

In campo la Reyer Venezia, ospite della Vanoli Cremona. Partono forti i padroni di casa con la tripla di Darius Johnson-Odom. Parziale Cremona chiuso dalla schiacciata di Fontecchio che fa 11-4. Venezia si rifà sotto con Bramos che due volte colpisce dall'arco: l'ex Pana colpisce ancora dopo i canestri di Sims, 18-15.

Il secondo quarto è ancora Johnson-Odom ad aprirlo con il risultato che dice 20-19. L'ex Cantù guida un nuovo parziale, interrotto da Peric, 33-28. Si scalda la mano di Johnson che porta Venezia in vantaggio: chiude il quarto ancora Bramos dall'arco, 43-48 all'intervallo.

 

Involontario o meno, il tocco di Bramos è geniale ✨     |

— Eurosport IT (@Eurosport_IT)

 

 

Bel contropiede di Cremona chiuso da Simone Fontecchio. Ancora persa della Vanoli ed ancora Fontecchio fa 49-50. Due punti semplici anche per Watt; Venezia ancora avanti di 4, 52-56. Bella azione della Vanoli con Diener che offre due punti a Ricci, lasciato solo sotto canestro. Entra Austin Daye e colpisce dai tre punti, ma dall'altra parte Drake Diener replica, con fallo. 62-61 a fine terzo quarto.

La Reyer e gli errori in attacco di un Daye frettoloso non riesce a staccare una volitiva Vanoli. Diener e Johnson-Odom al 33' confezionano il -1. Watt e Sims fanno a spallate sotto canestro, vanno in lunetta entrambi 68-71 con 5'40". La Vanoli fa molte cose bene, specie in difesa, ma il piede sulla linea laterale di Diener non permette il sorpasso. Cosa che riesce a Sims con 3'52" 74-73. Così nel money time la gara si risolve per episodi, nel continuo sorpassarsi nel punteggio. A 95 secondi dalla fine Haynes stacca la tripla, Diener la fa ringollare ai tifosi veneziani per il 78 pari. Michael Watt schiaccia per un gioco da tre punti, e l'Umana respira. Peric arraffa il rimbalzo dopo la lunga azione cremonese, ma sarà Sims a fare il -1 a 21 secondi dalla sirena. Ma è Dominique Johnson con due liberi a dare il +3 a Venezia. Sembra finita, però Johnson-Odom guadagna tre liberi. Dentro il primo, fuori il secondo per tentare un rimbalzo d'attacco che non arriva. Martin manda di corsa Haynes ai liberi per un 2/2 con 7 secondi scarsi sembra chiudere i discorsi +4 Reyer. E invece Johnson-Odom accorcia con due secondi, Venezia riesce a perdere palla su rimessa dopo timeout e Sacchetti con 1,50 secondi si prende l'ultimo timeout. Il tiro da otto metri di Drake Diener è corto.

Vanoli Cremona - Umana Reyer Venezia 83-85.

Parziali: 20-17; 43-48; 62-61

Vanoli: Johnson-Odom 22, Martin 11, Gazzotti ne, T. Diener 2, Ricci 4, Ruzzier, Portannese, Fontecchio 8, Sims 21, D. Diener 10, Milbourne 4. All. Sacchetti.
Umana Reyer: Haynes 8, Peric 18, Johnson 12, Bramos 12, Tonut 2, Daye 9, De Nicolao 2, Bolpin ne, Ress ne, Biligha 5, Cerella, Watt 17. All. De Raffaele.

 

"Two is meglio che one"

Esegue Mitchell Watt |

— Eurosport IT (@Eurosport_IT)