Lega A - Vitucci: "contro Cantù ci aspetta una prova di maturità"

Vitucci presenta la sfida di domenica tra Brindisi e Cantù
 di Dario Recchia  articolo letto 507 volte
Lega A - Vitucci: "contro Cantù ci aspetta una prova di maturità"

Queste le parole di coach Vitucci nella conferenza stampa di presentazione del match tra Happy Casa Brindisi – Red October Cantù. Per ciò che concerne la squadra – dichiara il coach veneziano – abbiamo ancora qualche piccolo problema fisico con Giuri, Moore e Cardillo che stiamo valutando. Gli stessi hanno inciso ovviamente sulla regolarità degli allenamenti ma stiamo lavorando per poter schierare tutti domenica.” La Happy Casa proviene da due vittorie di “squadra” che hanno fatto aumentare anche le percentuali della stessa. “ Stiamo provando a dare una identità alla squadra- continua Vitucci con i giocatori che sono focalizzati su quello che dobbiamo essere. Le due vittorie ci stanno aiutando a lavorare meglio in questo senso. Abbiamo migliorato le percentuali sia da 2 punti che da 3 e stiamo cercando di capire come tirare fuori il meglio da ogni giocatore.” Nelle ultime gare si è visto una squadra più equilibrata nonostante alcuni giocatori (vedi Tepic in cabina di regia) abbiano giocato in ruoli diversi da quelli abituali. “ In questo momento – sottolinea il coach della Happy Casaabbiamo bisogno di andare su binari sicuri. Continueremo a fare le cose che facciamo meglio con l’intento di dare spazio anche a chi ha giocato meno.” E domenica arriva Cantù , la squadra con il miglior attacco della Lega A. “ I canturini dispongono di grande talento individuale. A loro piace correre e, molto spesso, fanno pesare il loro talento. Noi dovremo giocare con umiltà, curare il ritmo e difendere. Bisognerà avere cura su ogni possesso , essere attenti e diligenti perché loro sanno punire ogni piccola sbavatura. Sarà una gara molto difficile e per noi una prova di maturità cestistica. Produrremo di sicuro un grande sforzo ma ci siamo preparati bene.  E poi noi giochiamo in casa e vogliamo chiudere nel modo migliore il girone di andata.”