Lega A: Vittoria importante in casa Enel con il trio Moore, M'Baye e Scott.

Enel Brindisi che doveva vincere per avvicinarsi alla quota salvezza con un occhio sempre puntato anche ai play of.
05.03.2017 22:06 di Dario Recchia  articolo letto 552 volte
Lega A: Vittoria importante in casa Enel con il trio Moore, M'Baye e Scott.

Ritorna alla vittoria l’Enel basket Brindisi che supera, tra le mure amiche del Palapentassuglia, la Vanoli Cremona per 94-82. Una partita che doveva provare a cancellare l’opaca trasferta di Torino di 7 giorni fa ed i ragazzi di coach Sacchetti hanno fatto vedere , per lunghi tratti del match, un bel gioco in attacco ed una discreta prestazione difensiva. Certo fa ancora specie, cosi come dichiarato da coach Sacchetti nel post partita, alcuni momenti di “sufficienza” durante il quale , come capitato spesso in questo campionato, si concede troppo alle squadre avversarie. Stasera, per fortuna, le cose sono andata diversamente con un attacco che ha realizzato ben 55 punti a metà gara tirando, sino ad allora con un 8/11 (73 %). Per l’Enel ben 4 giocatori in doppia cifra con il play Nic Moore autore di 22 punti, M’Baye e Scott con 19 e Carter con 13.

In casa Vanoli non sono bastati i 21 punti in 36 minuti di Johnson-Odom e neppure i 9 con 11 carambole recuperate sotto le plance di Paul Harris. La Vanoli, in vantaggio per 6-11 dopo tre giri di lancette, ha subito il recupero dei padroni che hanno superato gli ospiti già al sesto minuto con una tripla di Kris Joseph e non sono piu’ riusciti a mettere il naso avanti. Una squadra, quella lombarda, che ha subito troppo in difesa concedendo 94 punti ai padroni di casa e non riuscendo mai a dare l’impressione di poter riprendere l’inerzia della gara.

In casa Enel, dopo i fuochi d’artificio dei primi 20 minuti, un terzo periodo con le polveri bagnate (0/5 dalla linea dei 3 punti) sino al sesto minuto dove, un tiro da 3 punti dell’ex Elston Turner, avvicinava la squadra di coach Lepore sul 65-62 con un break di 0-6. Sacchetti rimescolava il quintetto dopo un minuto di sospensione con i suoi ragazzi che riportavano, all’ultimo riposo , il distacco sul 69-61.

Negli ultimi 10 minuti un Enel che metteva le mani sulla partita con un atteggiamento piu’ aggressivo soprattutto sui portatori di palla avversari. La Vanoli provava con giocate sporadiche e poco ritmo a recuperare mentre il vantaggio in casa Enel assumeva dimensione importanti dopo la tripla di Amath M’Baye che chiudeva definitivamente la partita sul 84-66. I 4 minuti finali servivano solo per affinare lo score dei giocatori in campo con il pubblico del Palapentassuglia che salutava la vittoria dei propri beniamini che chiudevano la partita vincendo per 94-82.

Per l’Enel due punti importanti in funzione salvezza ma che lascia ancora speranze in chiave play off a condizione di ottenere almeno un risultato utile nelle prossime due trasferte consecutive a Brescia e Cantu’. Per Cremona un passo indietro rispetto alle ultime uscite stagionali ed una salvezza ancora tutta da conquistare.

 

Enel Brindisi Vanoli Cremona 94-82 (25-21, 30-22, 14-18, 25-21)

Brindisi: Agbelese 6, Scott 19, Carter 13, Goss 9, Cardillo 0, Moore 22, Orlandino n.e., Donzelli n.e., m’baye 19,  Joseph 3, Sgobba n.e., Spanghero 3. All. Sacchetti

Cremona: Johnson –Odom 21, Mian 7, Gaspardo 12, Harris 9, Carlino 7, Boccasavia n.e., Biligha 7, Turner 7, Thomas 10, Ibarra 2. All. Lepore

 

Arbitri :Mattioli, Rossi, Ranaudo

 

Foto studio Tasco