Lega A - Virtus Bologna, il commento di Ramagli dopo la gara con Brindisi

26.03.2018 08:44 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 142 volte
Lega A - Virtus Bologna, il commento di Ramagli dopo la gara con Brindisi

Sala stampa al PalaDozza per il tecnico della Segafredo Bologna, Alessandro Ramagli: "Ha fatto tutto il nostro attacco. L’idea di giocare nei primi 7 secondi ha sicuramente pagato, poi però era importante capire che serviva più pazienza quando nei primi 7” non c’era vantaggio. Invece abbiamo preso troppi tiri tra il 7° e il 12° canestro dell’azione, concedendo a loro la transizione, loro hanno fatto molti punti in contropiede. Il nostro attacco non è stato bilanciato, i lunghi non hanno toccato mai la palla. Dobbiamo rimproverarci qualcosa, la nostra difesa è stata lasciata spesso scoperta dal nostro attacco. Nel momento cruciale almeno siamo riusciti a prendere tiri ragionati e a farli lavorare a metà campo, prendendo quel vantaggio che pur non chiudendo mai la partita è stato decisivo. Il nostro attacco oggi è stato croce e delizia.
Era nel piano partita cercare tiri nei primi secondi dell’azione. Ma poi c’era la seconda parte, e lì non siamo stati maturi.

Pajola? Lo considero a tutti gli effetti un giocatore della rotazione, ha giocato minuti importanti, non il garbage time. Abbiamo dovuto giocare tanto Alessandro da 4 perché Filippo s’è fatto male al gomito, e anche Klaudio è stato bravo visto che arrivava dagli infortuni. Abbiamo cercato alternative nel nostro roster, ma ripeto che se avessimo fatto più attenzione a qualche dettaglio

I 31 punti di Gentile? Dico che è una fortuna averla. Quando ha switchato la sua stagione è diventato un leader al campo e si è messo a disposizione della squadra è chiaro che ci può dare tanto, perché lui è forte. E ora è diverso rispetto al dopo-Varese, è molto maturato. E’ in una situazione di “comfort” e anche avesse fatto 17 punti e non 31 avrebbe sicuramente fatto altro di prezioso per la squadra."