Lega A- The Flexx Pistoia in ginocchio dopo tre quarti contro la EA7 Milano

The Flexx Pistoia 63 - EA7 Milano 79
 di Alessandro Palandri  articolo letto 785 volte
Lega A- The Flexx Pistoia in ginocchio dopo tre quarti contro la EA7 Milano

Nel posticipo del lunedì la The Flexx Pistoia ospita la corazzata EA7 Milano di Coach Pianigiani, che schiera in campo il nuovo arrivato Kuzminskas. Coach Esposito ha preparato la partita tutta la settimana cercando di gestire il ritmo delle scorribande Milanesi, che sicuramente metteranno a dura prova il carattere dei Biancorossi, ancora fragile. Tyrus McGee regolarmente in campo dopo il dubbio fino all’ ultimo. Partita assai fisica in cui la EA7 può vantare centimetro sotto canestro a suo favore e esterni di tutto rispetto come Theodore, Goudelock e Berthans. Pistoia dalla sua ha invece problemi di panchina in cui mancano due cambi ai titolari in cabina di regia e sotto canestro: Moore e Ivanov infatti sono costretti ad un minutaggio eccessivo che influisce sul rendimento nei finali di gara.

1

Inizia forte Milano dall’ arco, con Bertatns e Micov: le Triple costringono Pistoia a inseguire sin da subito. The Flexx Pistoia a segno con  Gaspardo : 2-5 dopo 2 minuti. 9-10 in un minuto con Moore da tre punti. Milano con 4/4 da tre punti si tiene appunto in vantaggio sul 20-13 dopo sei minuti di gioco. Pistoia in difficoltà in attacco contro una Milano cinica che in attacco spende poco e in difesa riposandosi fa patire Pistoia. 19-26

EA7 Milano in vantaggio mentale dà lo strappo atteso subito ad inizio quarto creando situazioni di miss match in area che portano il punteggio sul 21-31 in due minuti. Pistoia con McGee assente fino ad ora  dal punto di vista mentale trova ancora più difficoltà in attacco, trovandosi molto spesso a dover forzare tiri allo scadere dei 24 secondi. Moore cerca di tenere su la squadra insieme ad Ivanov, con due triple a segno. Ma la frenesia che contraddistingue il gioco di Pistoia non può che produrre palle perse o forzature da lontano. Pistoia dalla sua non può che mettercela tutta per non avere uno svantaggio irrecuperabile nei prossimi quarto: 25-33 dopo sette minuti dalla fine del primo tempo. La magia del PalaCarrara in connubio con i tre minuti di agonismo massimo da parte dei giocatori Biancorossi portano la The Flexx Pistoia a ridosso della EA7 Milano, facendo credere ai Lombardi che forse qui  stasera ci vuole qualcosa di più per conquistare i due punti. Primo tempo che si conclude sul 32-35 ma con una Pistoia nettamente ripresa dal punto di vista mentale, anche se deve fare i conti con la grandezza tecnica di Milano. 

 

3

La pausa ha fatto bene alla The Flexx Pistoia che inizia alla grande con l’ atteso Tyrus McGee che si ricorda finalmente di essere un campione mettendo a segno 4/4 da tre punti in tre minuti. Parziale di Pistoia che però spendendo troppo in difesa inizia a far fatica in attacco a ragionare. Milano sotto canestro fa male e i lunghi Biancorossi non possono fare molto. Anche l’ aiuto e l’ esperienza di Diawara , che è stata nulla stasera, non ha certo aiutato i compagni di reparto. Coach Esposito prova a giocare facendo riposare Moore e McGee contemporaneamente, ma il risultato non è positivo e Milano continua a martellare dall’ arco conscia che a Pistoia manca quella grinta per insistere. Frazione di gioco che si chiude sul 46 a 56, ma  con le facce dei Biancorossi non troppo convinte di poter riuscire a dare un ulteriore assalto . 

4

Quando meno te lo aspetti, arriva per Pistoia Jaylen Bond con due triple consecutive che fanno esplodere  l’ affollato PalaCarrara:  52-56. Pistoia è lì. Chi poteva crederci dopo il gioco spezzatatto e brutto (scusate il commento personale). Iniziano i cambi per la The Flexx Pistoia che non ha certo i nomi di Milano per poter dare una scossa anche nel finale di gara. Così la EA7 gioca con il tempo segnando punti importanti e qualche palla rubata che la fa dilagare piano piano nel punteggio. Metà quarto sul 54-68. La stanchezza offusca le idee dei Biancorossi e Moore e McGee hanno ormai finito la benzina. Il gioco invece di spostarsi sotto canestro dove Cusin è fuori per cinque falli e Tarczewski a quattro, continua a giocare sugli esterni con ritmo blando ormai. Milano non può che dare l’ ultima sferzata e chiudere la partita sul 63 a 79. 

 

The Flexx Pistoia davvero sulle gambe stasera, con il fiato corto e poca voglia di reagire alle batoste passate. Si è visto per fortuna che Tyrus McGee è sulla strada del completo recupero che lo farà tornare decisivo come tutti lo conosciamo. Si è visto quanto manchi un l’uno che vada a dare minuti di riposo a Ivanov portando comunque un buon apporto alla squadra: Magro non rispecchia il giocatore visto la passata stagione, sembrando completamente fuori dai giochi come molti ricorderanno nella stagione con Moretti in panchina. Laquintana invece è in dirittura di recupero e molto probabilmente scenderà in campo contro Brescia, per sostituire Moore in cabina di regia. Peccato la poca grinta e i passi indietro visto stasera di alcuni singoli Biancorossi: Mian e Diawara ancora fuori dagli schemi della The Flexx Pistoia e con un passo partita troppo lento per questa moderna serie A. Speriamo per Coach Esposito sia colpa delle Feste che  hanno appesantito molti dei suoi giocatori : il giro di boa è prossimo ormai e per la The Flexx Pistoia diventa obbligatorio fare un girone di ritorno davvero positivo, cercando di raggiungere prima possibile la salvezza in campionato.

 MVP: D. Bertāns con 16 punti di cui 4/7 da tre punti. 

PARZIALI: 19-26, 13-9, 14-21, 17-23.

The Flexx Pistoia: Bond 8, Magro 0, Barbon 0, Della Rosa 0, McGee 16, Mian 0, Onouha 0, Ivanov 13, Laquintana 0, Gaspardo 6, Moore 17, Diawara 3.  

EA7 Milano: Goudelock 11, Pascolo 4, Theodore 8, Kuzminskas 9, Vecerina, Abass, Cusin 8, Tarczewski 5, Bertāns 16, Micov 10, Jerrells 3, Cinciarini 5.