Lega A - The Flexx Pistoia e Reyer Venezia: una serie da capogiro

12.05.2017 14:21 di Alessandro Palandri  articolo letto 1388 volte
Lega A - The Flexx Pistoia e Reyer Venezia: una serie da capogiro

Archiviata la Regular Season, iniziano questa sera i playoff di LegaBasket, con  Milano-Capo d' Orlando e Trento- Sassari. Aprono dunque i campioni in carica della EA7 la post season che decreterà il vincitore dello scudetto 2016/17. 

Concentriamoci però sulle sfide di domani, in particolare sulla serie tra Venezia e Pistoia. 

Obbiettivo playoff centrato da entrambe le squadre grazie ad un girone di ritorno davvero positivo: sono infatti loro le due squadre che si presentano alla serie con più energia ancora nelle gambe. Pistoia ha fatto un miracolo anche quest' anno vista la partenza difficile e sopratutto il doversi ripetere dopo il grande sesto posto in classifica dello scorso anno. 

Lato Reyer Venezia, Coach De Raffaele può contare su un roster davvero lungo con almeno nove giocatori da quintetto e con soluzioni offensive davvero infinite: al rientro anche dagli infortuni Batista e Hagins. La squadra lagunare arriva da ben nove vittorie su dieci, con la sola sconfitta rimediata al Forum contro i campioni in carica di Milano: la sua forza oltre che nella lunghezza della panchina, sta nella grande forma di alcuni pupilli di Coach De Raffaele: Tonut, Peric e Ejim. Non dimentichiamoci del grande ex di turno, Ariel Filloy, letteralmente mattatore di Pistoia nella partita di ritorno in campionato. Il giocatore italo-argentino dopo un inizio non troppo brillante e qualche acciacco improvviso, è riuscito a lavorare sodo e rientrare nei piani del coach, dimostrando grande personalità e tecnica. 

Sponda The Flexx Pistoia, la prima cosa da dire è che la squadra sta viaggiando sulle ali dell' entusiasmo visto il rullino positivo che ha avuto nel girone di ritorno. La speranza è che un eventuale sconfitta di domani non abbatta troppo l' umore dei Toscani. L' arrivo prima di Okereafor e poi di Jenkins hanno cambiato identità alla squadra, potenziandone le prestazioni e il dialogo nell spogliatoio. Il play londinese ogni volta che è chiamato in campo a dare respiro a Moore, impone un gioco davvero elegante e preciso, non disdegnando però anche la penetrazione in area e il tiro da fuori. Ottimo il suo arrivo a Pistoia. 

La guardia americana Michael Jenkins ha apportato a questa squadra esperienza e agonismo: avere un americano all' interno del gruppo che possa fare da "chioccia" più esperta ai giovani d' oltreoceano è sicuramente un aiuto fondamentale per Coach Esposito. Le partite di Jenkins si possono leggere nelle statistiche finale, pur ricordando che è uno di quei giocatori che oltre alle statistiche dà molto altro mi quaranta minuti. Con il suo arrivo il gioco si è potuto spostare non solo su Petteway ma sull' intera squadra in campo: da qui ne ha tratto il maggior vantaggio Capitan Antonutti. Michelone ha infatti avuto un exploit nelle ultime giornate dando così un grande contributo alle vittorie ottenute con molti canestri e tanto, tanto entusiasmo. 

Pistoia dovrà stare molto attenta alle prime due uscite della serie: la squadra Toscana è infatti la peggiore squadra in trasferta per vittorie in campionato. Solo due nell' intero campionato infatti i successi lontano dal PalaCarrara per la The Flexx che sotto il tetto amico però ha vinto tredici volte su quindici. 

Palla a due domani 13 Maggio ore 19,30 al PalaTaliercio di Venezia.