Lega A - The Flexx Pistoia e Fiorentina Basket scese oggi in campo alle 18

 di Alessandro Palandri  articolo letto 1612 volte
Lega A - The Flexx Pistoia e Fiorentina Basket scese oggi in campo alle 18

Improvvisa amichevole al PalaCarrra tra la The Flexx Pistoia e la Fiorentina Basket, organizzata dalla società per due motivi ben distinti: il primo e più importante di cui parlare è la ricerca di dare ancora di più continuità ad un ritmo partita che nelle ultime uscite è durato assai poco, la seconda per smentire alcune voci non proprio positive verso la Dirigenza Biancorossa, che non degnano certo di nota. 

Le parole dure, sincere e realistiche sentite nella conferenza stampa di questa mattina in cui il Presidente Maltinti e Coach Esposito hanno cercato di ragionare sul momento davvero triste e negativo della squadra, si sono poi concretizzate in una partita a sorpresa. Si cerca una risposta sul campo, di carattere, non di tecnica per cui l’ atteggiamento è quello che vuole vedere Coach Esposito più che le belle giocate. Si cerca di trovare l’ agonismo e la voglia di lottare per qualcosa di grande: un progetto in cui la Società ha creduto da sempre ma che purtroppo in corsa è andato storto. Adesso le fondamenta che tengono su lo spettacolo del basket a Pistoia sono pronte a cercare di rimediare e dare un impronta meno “familiare” al momento nel rapporto, cercando di essere obbiettivi e capire ciò che c’è da sistemare. 

Amichevole che vede in campo a sorpresa, ma solo per il riscaldamento, anche Tyrus McGee alla ricerca di un recupero lampo. 

 

1

Inizio di partita con il ritmo a favore di Pistoia che cerca di iniziare bene per lanciarsi anche moralmente. Sotto canestro si difende bene sui lunghi viola che però riescono a trovare spesso compagni liberi sul perimetro.

Punteggio sul 9-8 dopo quattro minuti di gioco con la The Flexx Pistoia che a livello fisico si impone in ogni ruolo, ma che fa comunque fatica a far vedere la differenza di categoria: Moore su tutti, in un periodo davvero nero, segna 0/4 da tre punti in tre minuti sul suo tabellino personale. La Fiorentina Basket ha in cabina di regia molto talento riuscendo a restare con fiato sul collo a Pistoia fino al 14-18 dopo sette giri di lancetta. Ultimi due minuti di duro attacco da parte dei Viola che vanno a segno da tre punti in due occasioni agganciando Pistoia quasi sulla sirena sul 21-18.

 

 

2

Altro carattere, quello messo in campo degli uomini di Coach Esposito nei primi due minuti di gioco che reggendo in difesa riescono di conseguenza ad avere un altro ritmo anche in attacco: 7-2. I successivi due sbagli dalla linea da tre punti di Pistoia affossano il morale dei singoli che ancora una volta sembrano subire sbalzi d’ umore repentini. 13-9 dopo sette minuti non proprio belli alla vista, spanda The Flexx Pistoia. Una nota negativa anche per Jamon Gordon che più che un collante per la squadra, sembra essere ancora incollato al parquet, dopo ormai qualche giorno a disposizione per avere l’ impatto atteso. Si va al riposo lungo con il secondo tempino che si chiude sul 24-18 in favore dei padroni di casa. 

24-18

 

3

Terza frazione di gioco che non pare dare segno di ripresa da parte della The Flexx, colpevole ancora una volta di scegliere soluzioni offensive non ragionate e frenetiche, regalando ai Gigliati il pallino del gioco: 4-2 dopo tre giri di orologio. Kennedy sotto le plance Biancorosse non trova i tempi giusti e i palloni persi o gestiti male quasi non si contano. È solo a metà quarto, grazie alla confusione totale delle due squadra, che Pistoia va in vantaggio sul 11-6. E così continua per il resto della frazione in cui i Biancorossi accumulano un po’ di vantaggio, pur il gioco non sia proprio da prendere come esempio. 

21-11

 

4

Le giocate continue al di là del punteggio, sono a volte a dir poco imbarazzanti da squadra da lega inferiore e questo è innegabile agli occhi di tutti, al di là del cuore che ognuno dell’ entourage ci mette. Duro ammetterlo ma alcuni, senza far nomi non meritano la maglia che vestono a parere di molti. Fiducia a Coach e società ad occhi chiusi, nella speranza che sappiano ancora una volta ritirare su il basket a Pistoia. Tornando alla cronaca, i Gigliati conducono per 6-4 dopo tre minuti di gioco e successivo 15-8, sempre in favore degli ospiti, a tre minuti dalla fine dell’ ultimo quarto. Chiusura sul 15-19 per la Fiorentina Basket che si avvia ad altri dieci minuti di gioco cercando di imporsi ancora.   15-19

 

 

Pistoia mette l’ energia che ovviamente si differenzia da quella della Fiorentina Basket che inizia ad accusare stanchezza: è così che Pistoia può giocare con qualche spazio concesso in più e portarsi sul 14-11 dopo sei minuti. Altra reazione d’ orgoglio per Firenze che con tanta fatica riacciuffa Pistoia sul 18-18. Ultimi venticinque secondi e tabellone sul 25-25. Laquintana corre di la per segnare e si becca una stoppata netta che lancia in contropiede Firenze che va a segnare il canestro del 27-25 con il numero 13. Ultimo quarto dunque a favore dei Gigliati Viola che hanno dato buona prova stasera a Coach Niccolai che può ritenersi soddisfatto dei suoi. 25-27

 

La The Flexx Pistoia invece non pare aversi scrollato di dosso quella tristezza che viene poi portata anche nei momenti difficili, negando ai Biancorossi di avere continuità e fluidità in un attacco che sempre più cerca un finalizzatore a cui affidarsi. Anche i due Americani sotto canestro non hanno dato nessuna scintilla che possa dare serenità a Coach Esposito che più e più volte si è visto sconsolato dell’ operato dei singoli. 

Si prospetta dunque una settimana difficile per la The Flexx Pistoia, in cui gli occhi di tutti saranno ben aperti nel tentativo di vedere qualche cenno di ripresa.