Lega A - The Flexx Pistoia a picco nell’ anticipo di mezzogiorno contro Sassari

The Flexx Pistoia 69 - Banco di Sardegna Sassari 80
15.04.2018 14:49 di Alessandro Palandri  articolo letto 670 volte
Lega A - The Flexx Pistoia a picco nell’ anticipo di mezzogiorno contro Sassari

Che beffa per Pistoia, la gara di mezzogiorno al Pala Carrara. La squadra di Coach Esposito ha imposto un buon gioco per venti minuti e poi al ritorno dagli spogliatoi non pareva nemmeno la solita: spenta e senza grinta. Così Sassari non ha dovuto far altro che mettere un mattoncino alla volta e arrivare alla frazione finale con un largo vantaggio sul lato punteggio, ma sopratutto sul lato mentale. Sì, perché Pistoia non ha reagito subito e alla fine ha mollato troppo presto. Poca la grinta vista in campo da parte della The Flexx nei secondi dieci minuti, che lascia un bel pò di amaro in bocca a tutto il popolo Biancorosso per la mancata salvezza matematica conquistata oggi. 

 

1

The Flexx Pistoia in campo con il quintetto ideale per una partenza decisa: dopo tre minuti di gioco Pistoia in vantaggio sul 10-5 con Ivanov ad aprire le danze. Pistoia che a metà quarto perde lo smacco vincente dei primi minuti e permette a Sassari di rientrare sul 18-12, ma in men che non si dica Pistoia ritrova il suo ritmo di gioco e dal perimetro torna a segnare con continuità. Il Banco di Sardegna Sassari trova la via del canestro con Hatcher, che cerca di tenere la squadra a contatto con i padroni di casa, prima di vedere le maglie Biancorosse allontanarsi troppo. Quarto che si conclude sul 28-19.

2

Sassari torna sul parquet con la cattiveria giusta e con un 5-0 di parziale rientra sul 28-24 dopo pochi attimi di gioco. La fortuna per Pistoia di questa gara finora è il dato positivo di rimbalzi conquistati: 12, contro i 5 di Sassari. Pistoia in netto controllo di questa prima parte della gara trova il massimo vantaggio sul 38-28 a un minuto dalla fine del primo tempo. Problemi falli per la The Flexx Pistoia che legge sul tabellone Laquintana con tre falli e McGee a due: coach Esposito prova con le rotazioni veloci anche in cabina di regia: dalla panchina pesca ancora una volta un Della Rosa indemoniato che dá un apporto fondamentale, ma che pare non meritare ancora più di cinque minuti a gara. Frazione che si chiude sul 40-32.

McGee apre le marcature dopo pochi istanti e Mian fa la voce grossa con cinque punti di fila. Pistoia si riporta sul più dieci dopo due minuti di gioco. Sassari da sotto conquista falli importanti che avvicinano la squadra a canestro sopratutto con Planinic e Jones, che dominano sui lunghi Biancorossi Ivanov e Magro. Coach Esposito costretto al timeout dopo quattro minuti di gioco sul 49-46. Tyrus McGee prova a impensierire la difesa di Sassari con le sue penetrazioni, che impegnano la difesa all’ interno del perimetro lasciando qualche spazio per il tiro da fuori di Moore e Mian, che sembrano in serata buona. Sassari però nonostante tutti i tentativi di Pistoia, nel respingere la rimonta, acciuffa il pareggio sul 53-53 dopo due minuti del terzo quarto: la tripla del pareggio di Hatcher ammutolisce tutti e fa da apri pista a una Sassari che vorrebbe dilagare come contro risposta. Hatcher ancora si ripete e dall’ angolo dei tre punti con mano in faccia, per il più tre Banco di Sardegna. Pistoia costretta al timeout dopo aver perso il vantaggio, ma sopratutto dopo aver giocato nove minuti di quarto davvero sottotono. Hatcher si ripete ancora e con il suo ventunesimo punti scrive 56-61 a fine frazione. 

The Flexx Pistoia con un piglio diverso nei primi due minuti di gioco, in cui sembra voler imporre il ritmo asfissiante sopratutto in difesa dei primi due quarti: meno 5 e possesso Pistoia. Una semplice apparenza però che dura veramente poco per impensierire Sassari, perché se la parte difensiva può essere positiva, in attacco la squadra di casa segna solo tre punti in cinque minuti di gioco. Polonara e compagni continuano a martellare senza disunirsi e il vantaggio cospicuo permette di giocare con tranquillità: 71-61 in favore del Banco di Sardegna Sassari. La tripla di Moore del meno sei, costringe Sassari al timeout, così Coach Esposito ha l’ ultima carta da giocarsi per tentare di ribaltare la partita negli ultimi cinque minuti di gara. Sassari è cinica e determinata a conquistare i playoff e la vittoria di oggi sarebbe sicuramente un avvicinarsi alla post season, per cui gli spazi concessi in attacco a Pistoia sono davvero minimi e difficili. The Flexx Pistoia alla deriva in questo finale di quarto, con coach Esposito che non ha saputo dare ai suoi lo spirito giusto per affrontare con tenacia questo fine partita. Palese lo smarrimento nelle facce dei giocatori che ogni volta che va così, e non è certo la prima o la seconda volta quest’ anno, sembrano non rendersi conto di quello che succede quando invece l’ agonismo e la voglia di crescere non dovrebbe mai fare arrendere un vero sportivo. Sassari vince al Pala Carrara con il punteggio di 69-80 in un boato di fischi che accompagnano una terna arbitrale alquanto distratta e la non convincente partita dei propri beniamini. 

Stamani la The Flexx Pistoia non ha saputo mantenere un vantaggio cospicuo che andava avanti per due quarti. Pistoia è stata in partita nei primi venti minuti, poi nei successivi venti ha lasciato a Sassari il boccino di gioco, soccombendo come era naturale che fosse. Terna arbitrale che ci ha sicuramente messo del suo, mettendo in difficoltà una Pistoia già nervosa, che non ha saputo ricompattarsi nel momento opportuno e che si è fatta sfuggire di mano due punti importanti. Prestazione da dimenticare ancora una volta per Bond, che settimana dopo settimana tutti si chiedono cosa ci stia a fare in Serie A. 

 

PARZIALI: 28-19, 12-13, 16-29, 13-19.

MVP: W. Hatcher con 20 punti, 4/7 da tre punti. 

The Flexx Pistoia: Della Rosa 4, McGee 10, Barbon, Laquintana 6, Mian 10, Gaspardo 13, Onuoha, Querci, Bond 0 in 16 minuti, Magro 5, Moore 12, Ivanov 9.

Banco di Sardegna Sassari: Spissu, Bostic 16, Bamforth 14, Planinic 4, Devecchi, Pierre, Jones 7, Stipcevic 3, Hatcher 20, Polonara 13, Picarelli, Tavernari 3.