Lega A: Sacchetti " Venezia forte ma noi proveremo a fare il nostro gioco"

Coach Sacchetti presenta il prossimo match interno contro la Reyer Venezia
05.01.2017 18:35 di Dario Recchia  articolo letto 477 volte
Lega A: Sacchetti " Venezia forte ma noi proveremo a fare il nostro gioco"

Dopo la deludente partita di lunedi contro Capo d’Orlando l’Enel basket Brindisi ospita, per l’ultima partita del girone di andata, la Reyer Venezia. Una partita delicata per i brindisini che pero’, in caso di vittoria, avrebbero la certezza della partecipazione alla Coppa Italia di Rimini di metà febbraio.

Queste le parole di coach Sacchetti nella conferenza stampa di presentazione del match: “ Lunedi sera contro Capo d’Orlando non mi è piaciuto il modo di difendere. Una difesa nel primo questo diversa da quella dell’ultimo parziale. A volte ci capita di reagire dopo uno schiaffone ma in trasferta, pero’,  è sempre difficile recuperare.”

Ma dopo quasi un girone di andata che squadra ha in mano il coach di Altamura? “Il vero volto di Brindisi è quello di una squadra affamata ma con evidenti limiti tecnici. Se pensiamo di essere il CSKA facciamo due passi indietro. Riusciamo tante volte con il nostro ardore e la nostra aggressività a nascondere questi limiti e dobbiamo sempre provare a giocare in velocità.”

Una squadra , quella dell’Enel, che pero’ ha dato anche sino ad oggi tante soddisfazioni grazie anche al buon gruppo ed al valore dei singoli. Mbaye, come detto tante volte , è la sorpresa migliore. Ma anche il Carter degli ultimi periodi non dispiace anche se deve essere piu’ presente in difesa. Inoltre, l’arrivo di Goss con la sua esperienza ha dato quel quid in piu’ che mancava.”

E continua, il processo di inserimento di Blaz Mesicek, 19 anni da Lubiana.

Mesicek – continua Sacchetti è un ragazzo con buona personalità che ha già fatto vedere buone cose contro Caserta. Ovvio che anche lui, come tanti altri, in sicilia è parso un pesce fuor d’acqua. Sono pero’ convinto che nelle prossime gare potrà avere piu’ spazio per dimostrare il suo talento.”

E la prima occasione è già la gara di sabato sera contro i lagunari della Reyer. “Venezia-  racconta il coach biancoazzurro – è una squadra che ha vinto diverse partite consecutivamente. Poi pero’ va detto che anche loro hanno avuto problemi di infortuni. Sono molto pericolosi nel tiro da 3 anche con i piccoli ed hanno giocatori di  esperienza anche europea.. Noi pero’ abbiamo un gioco diverso e vogliamo farlo vedere. Mi aspetto dai ragazzi un atteggiamento dal punto di vista  emotivo importante senza concedere cose facili agli avversari”.

Palla due sabato 7 gennaio ore 20.30