Lega A - Posticipo del lunedì a Brindisi per la Red October

20.11.2016 16:10 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 244 volte
Lega A - Posticipo del lunedì a Brindisi per la Red October

Primo posticipo stagionale del lunedì per la Red October Cantù che scenderà in campo domani alle ore 20.45 (diretta su Sky Sport 2 HD) al PalaPentassuglia di Brindisi per affrontare l’Enel e per cercare di conquistare il primo successo in trasferta del’anno.                                                                               

GLI AVVERSARI - I pugliesi dell’esperto coach Romeo Sacchetti, ingaggiato in estate per ripartire con un nuovo corso dopo il quinquennio in panchina di Piero Bucchi, si trovano al momento all’ottavo posto in classifica a quota 6 punti. Domenica scorsa i bianco- azzurri si sono arresi in casa alla Germani Basket Brescia per 91 a 83 nonostante i 25 punti dell’ala Amath M’Baye e i 18 dell’esterno Durand Scott.

Il quintetto - Il roster dell’Enel, profondamente modificato rispetto alla scorsa stagione con le uniche conferme di Durand Scott e Marco Cardillo, può variare lunedì a seconda del rientro o meno dall’infortunio del play Nic Moore, fermo dalla seconda giornata di campionato per un trauma distorsivo alla caviglia sinistra.

Play titolare della NBB in queste ultime 5 partite è stato l’espertissimo statunitense Phil Goss, ingaggiato proprio per sopperire all’assenza di Moore, che sta facendo registrare 8,5 punti e 3,3 assist di media a match. Al suo fianco giocano il confermato americano, di passaporto giamaicano, Durand Scott, in dubbio per la sfida di domani per una problema a una caviglia, che ha iniziato benissimo l’annata ed è il terzo marcatore del campionato con 17,9 punti di media a gara, il primo per falli subiti con 6,9 falli subiti di media a partita e il terzo giocatore per valutazione con 21, e lo specialista difensivo Marco Cardillo, al suo secondo anno in bianco- azzurro.

Sotto le plance Brindisi schiera l’ala francese Amath M’Baye, capocannoniere della Serie A con 21,9 punti di media a match (secondo inoltre nella graduatoria della miglior valutazione con 23,7) e il centro statunitense, di cittadinanza nigeriana, Danny Agbelese, che è il miglior rimbalzista della sua squadra con 5,3 rimbalzi di media a gara.

La panchina - Coach Sacchetti può contare su una panchina profonda e di buon livello. Play di riserva è il triestino Marco Spanghero, già visto in Serie A con la maglia di Trento due stagioni fa. Le rotazioni degli esterni sono garantite dall’americano A.J. English, al suo esordio in Europa dopo il quadriennio al College a Iona, che ha chiuso la sfida contro Brescia con 15 punti e 3 assist, e dal canadese, con passaporto di Trinidad e Tobago, Kris Joseph, prezioso con i suoi 9,2 punti di media a partita.

L’atletico prospetto, classe 1996, Daniel Donzelli, protagonista con la nazionale Under 20 di coach Sacripanti agli ultimi Campionati Europei, sostituisce le ali mentre cambia i lunghi il rookie statunitense, uscito in estate dall’università di Maryland, Robert Carter, che sta facendo registrare 7,7 punti e 4 rimbalzi di media a gara.

LA SITUAZIONE DELLA RED OCTOBER - Nella fila della Red October rimane in forte dubbio per il match di domani il capitano Craig Callahan, ancora alle prese con il problema muscolare all’inguine che gli ha impedito di scendere in campo nella sfida contro la Pasta Reggia Caserta.  Non al meglio neppure Gani Lawal per una contusione a un dito della mano destra.

I PRECEDENTI - Sono dodici i precedenti tra Pallacanestro Cantù e Nuovo Basket Brindisi con un bilancio leggermente favorevole all’Enel che ha conquistato 7 vittorie contro le 5 della Red October. Il trend è decisamente rafforzato se consideriamo unicamente le partite disputate in  Puglia dove l’NBB si è imposta in ben 5 occasioni su 6, con i bianco- blu capaci di espugnare il PalaPentassuglia solamente nella stagione 2010- 2011 grazie a un canestro decisivo di Maarty Leunen.

Il massimo punteggio tra le due squadre è molto recente. Nella scorsa stagione Brindisi ha infatti espugnato il Pianella per 103 a 100 dopo un tempo supplementare, nonostante i 23 punti di Abass. Anche il divario maggiore a favore dei pugliesi  è stato fatto registrare l’anno passato con l’Enel che in casa ha sconfitto l’Acqua Vitasnella per 86 a 68. Lo scarto più ampio per la Pallacanestro Cantù risale invece alla stagione 1981- 1982 con l’allora Squibb che travolse in casa la Bartolini per 101 a 72.

GLI EX - C’è un solo ex nella sfida di domani tra Enel Brindisi e Red October Cantù. Il capitano della Pallacanestro Cantù, Craig Callahan, ha esordito in Italia nella stagione 2011- 2012 proprio con la maglia della formazione pugliese dando un importante contributo alla promozione in Serie A della squadra allora allenata da coach Bucchi con 11,6 punti e 5,2 rimbalzi di media a match.