Lega A - OriOra Pistoia sconfitta alla prima uscita contro la Vuelle Pesaro

Victoria Libertas Pesaro 83 - OriOra Pistoia 77
07.10.2018 20:32 di Alessandro Palandri  articolo letto 918 volte
Lega A - OriOra Pistoia sconfitta alla prima uscita contro la Vuelle Pesaro

Partita difficile per la OriOra Pistoia in questo esordio in campionato, in cui la squadra di Coach Ramagli ha dimostrato talento e voglia di conquistare la vittoria. Ha peccato però leggermente di esperienza nei momenti salienti in cui la voglia di fare e di strafare ha preso il sopravvento sulla strategia e freddezza agonistica. Una buona gara però per la OriOra Pistoia che da questa sconfitta saprà sicuramente estrapolare sensazioni positive e punti su cui lavorare per cercare di trovare i primi due punti in campionato tra le mure amiche già domenica prossima contro la Reyer Venezia. 

 

1

Primo canestro della partita per la Vuelle Pesaro che dall’ angolo trova una tripla aperta di Artis, per poi ripetersi da sotto canestro con il lungo Mockevicius. I primi punti per Pistoia invece arrivano dall’ asse play pivot: due palle perse consecutive degli ospiti lasciano il pallino del gioco a una Pesaro davvero aggressiva su ogni pallone. Punteggio sul 7-5 dopo tre minuti di gioco con la tripla del nuovo capitano Pistoiese, D. Johnson. La tripla di K. Johnson è l’ appoggi di Auda, avvicinano Pistoia sul 11-10 in favore della VL. Problema falli per Pistoia che vede il so miglior giocatore, D. Johnson, colto nel suo secondo fallo già dopo sei minuti di gioco, sostituito dal giovane Bolpin. Situazione di parità per le due squadre (16-16) a solo tre minuti dalla sirena del primo quarto. È la seconda tripla della partita di K. Johnson che sigla il primo vantaggio della OriOra Pistoia scrivendo sul tabellone centrale dell’ Adriatic Arena 18-19. Da segnalare i primi due punti in maglia Pistoia per il giovane numero 0 Riccardo Bolpin, con un appoggio da dentro l’ area della Vuelle. Pistoia tiene botta nell’ ultimo minuto e chiude in vantaggio la prima frazione di gioco sul 23-18. 

 

2

Inizia bene Pistoia con i primi due punti della partita di Peak e una palla recuperata da Della Rosa. Pesaro al contrario, rientra molto male invece, commettendo quattro falli che esauriscono il bonus dopo soli due minuti di gioco: un occasione ghiotta dunque per la OriOra Pistoia che potrà sfruttare la lunetta per quasi tutto l intero secondo quarto. La velocità di Mccree in contropiede con canestro e fallo, restituisce vigore al basket Pesarese, alla ricerca del pareggio sul 23-28 dopo quattro minuti di gioco. Quintetto molto giovane in campo  per Pistoia che vuole dare respiro ai suoi titolari, cercando lo strappo decisivo nella seconda parte della frazione. Non una mossa azzeccata però da Coach Ramagli, che permette a Pesaro di acchiappare il pareggio sul 28-28, consapevole di poter sfruttare maggiormente i miss match che si sono venuti a creare. Uscita dal timeout ottima per Pistoia che fortunatamente con K. Johnson mette a segno una tripla importante. Ultimi tre minuti di gioco e Pistoia ancora in vantaggio dopo aver ritrovato sul campo i protagonisti della buona prima frazione: Auda con canestro e fallo scrive sul tabellone 30-34 in favore della OriOra. Altra magia balistica per il play Biancorosso K. Johnson che con una penetrazione degna di replay costringe Pesaro al timeout con sei punti di scarto. Patrik Auda ancora protagonista della partita, siglando il suo undicesimo punto, frutto di una entrata di forza e tecnica che ha stupito ogni fan Pistoiese che lo conosce solo oggi. La presenza di Krubally nell’ area offensiva è davvero un incubo per i difensori di Pesaro, che si vedono saltare letteralmente in testa dal lungo Pistoiese che dopo venti minuti di gioco scrive a referto sette rimbalzi. Nemmeno a dirlo, ma la scena la conquista K. Johnson con la tripla sulla sirena della seconda frazione di gioco con il punteggio di 38-43. 

 

3

Esce bene Pesaro dalla pausa lunga che segna con facilità fino al 43-43 con Pistoia un po’ impacciata in questo avvio di secondo tempo. Ritorna in vantaggio la Vuelle con il lungo Lituano che schiaccia per il 47-45, dopo un brutto attacco degli ospiti, che però si svegliano subito con K. Johnson già a quota 18 punti dopo un bel contropiede. Non bastano i circa centocinquanta tifosi della Baraonda Biancorossa per far sì che Pistoia possa restare in vantaggio in questo difficile terzo quarto, in cui gli schemi offensivi sembrano essere a volte macchinosi e forzati nelle decisioni. Punteggio sul 52-50 dopo sei minuti di gioco, con Pesaro in difficoltà dall’ seconda tre l’unti con solo tre canestro realizzati su quattordici tentativi. Torna a segnare D. Johnson e Pistoia prende tutto un altro ritmo, anche con l’ altro Johnson Biancorosso che arriva a quota 20 punti con un fade away in mezzo all’ area della Vuelle. La determinazione in attacco di L.J. Peak gli regala l’ ultimo replay del quarto con il tiro allo scadere dalla media, che restituisce a Pistoia il vantaggio sul 58-57 a chiusura terza frazione. 

 

4

Parziale di Pesaro con Ancelotti (63-60) che segna quattro punti di fila, spiazzando un po’ Pistoia che si vede fischiare un fallo antisportivo nel tentativo di recuperare una palla vagante. Fallo prontamente trasformato dalla terna arbitrale in fallo normale di gioco dopo la visione del replay. Pistoia tenta la carta dalla lunga distanza come prima scelta di tiro, ma sfortunatamente in questo inizio quarto le percentuali tendono ad abbassarsi per gli esterni Biancorossi. Adesso però il bonus falli lo esaurisce in anticipo Pistoia già dopo quattro minuti di gioco, riuscendo comunque a tenere il vantaggio a metà ultimo quarto sul 66-63. 

Buon esordio in maglia Pesaro per Blackmon Jr. che sigla il suo diciassettesimo punto della gara trovando il pareggio. Un brutto 10-0 di parziale a favore dei padroni di casa costringe Coach Ramagli al timeout nel tentativo di non far scappare la VL in questo finale di gara: la difesa Biancorossa non tiene più le penetrazione degli avversari anche per la situazione falli non troppo positiva per i titolari della OriOra Pistoia. Alla tripla di D. Johnson risponde l’ ala della VL Murray e punteggio sul 73-70 per i padroni di casa che sembrano averne di più in questi ultimi minuti di gioco. L.J. Peak ha la possibilità dalla lunetta di tirare tre liberi per avvicinare Pistoia nell’ ultimo minuto e mezzo di gioco (75-72). Pesaro in attacco ragione cercando giocate facili dopo un buon giro palla sul perimetro, mentre lo svantaggio di Pistoia costringe gli ospiti ad accelerare i tempi in attacco. Un fallo antisportivo fischiato a K.Johnson nel tentativo di fermare il cronometro, complica le strategie di Coach Ramagli che nel suo ultimo timeout disponibile disegna un ultima difesa e un ultimo attacco con ventuno secondi sul cronometro disponibili per tentare l’ impresa qui all’ Adriatic Arena. Blackmnon Jr. segna tutti e due i liberi concessi dalla difesa di Pistoia chiudendo la gara sul 83-77. 

 

 

Un buon avvio di gara per la OriOra Pistoia che ha fatto vedere buone giocate in attacco, conquistando anche molti rimbalzi, sopratutto con Krubally. Una squadra molto diligente alle direttive di Coach Ramagli che ha disposto strategie diverse nella lunghezza dell’ intera partita. 

Pistoia ha da incolparsi dalla sua di aver concesso alcuni canestri favole che potevano essere evitati e di aver commesso qualche fallo di troppo bei suoi titolari nei primi venti minuti di gioco, condizionando così le scelte in panchina. 

Molto bene l’ impatto nel campionato Italiano per K. Johnson, Auda e Peak che hanno dimostrato talento e leadership nei momenti difficili della gara. Merito comunque alla Vuelle Pesaro che ha saputo rimanere unita e staccare Pistoia nel momento opportuno della partita, conquistando così la prima vittoria in campionato. Pistoia se ne torna dunque a casa con le orecchie basse per la sconfitta, ma conscia di avere un gruppo che può funzionare molto bene con l’ allenamento e la concentrazione giusta bei momenti decisivi della gara. 

 

MVP: J. Blackmon con 21 punti di cui 3/6 da tre punti. 

PARZIALI: 18-23, 21-20, 18-15, 26-19. 

Vuelle Pesaro: Blackmon 21, Moevicius 13, Mccree 18, Monaldi, Artis 9, Murray 16, Conti, Alessandrini, Ancellotti 4, Tognacci, Bonci, Zanotti. 

OriOra Pistoia: D. Johnson 11, Querci, K. Johnson 20, Peak 15, Bolpin 4, Krubally 9 (11 rimbalzi), Martini, Della Rosa, Severini 3, Di Pizzo, Auda 15.