Lega A - Milano presenta la prossima sfida in casa di Trento

08.06.2018 18:02 di Iacopo De Santis Twitter:   articolo letto 396 volte
Fonte: Olimpia Milano
Lega A - Milano presenta la prossima sfida in casa di Trento

La finale scudetto di trasferisce a Trento per gara 3 e 4. L’Olimpia ha protetto il fattore campo segnando 92.5 punti di media nelle prime due partite e riuscendo a controllare il ritmo, la propria fluidità e tranne nel primo quarto di gara 2 anche il numero di palle perse. Probabilmente la difesa, che ha permesso 81.0 punti di media, non è stata costante per tutti gli 80 minuti ma è vero che nei possessi decisivi l’Olimpia ha svolto bene il proprio lavoro. Gara 3 si gioca sabato 9 alle 20.45 (diretta Rai Sport 1 e Eurosport 2): curiosamente cadrà una striscia di imbattibilità. Trento in questi playoff è 4-0 in casa (due vittorie per parte con Avellino e Venezia) ma Milano è imbattuta in trasferta (una vittoria a Desio contro Cantù e due a Brescia). L’Olimpia si è allenata nel primissimo pomeriggio al Mediolanum Forum prima di partire in pullman per Trento. Coach Pianigiani fin dall’inizio ha sottolineato come nei playoff vincere in trasferta sia vitale. “Abbiamo vinto le prime due gare e quindi non abbiamo concesso il break che Trento aveva fatto nelle due serie precedenti ma nella sostanza non abbiamo ancora fatto nulla e in trasferta dovremo essere più cinici nel limitare le palle perse, difendere bene con costanza ed eliminare un po’ dei punti facili concessi a Trento”, ha detto.

Qui puoi scaricare le note complete della partita con statistiche, ruolino di marcia della squadra e altre curiosità e precedenti: Trento-Milano Finale Gara 3

LA STORIA DELLA SERIE

Gara 1, Milano-Trento 95-82. L’Olimpia parte subito forte accumulando otto punti di vantaggio nel primo quarto prima di subire la rimonta di Trento, capace di rientrare a meno 3. Ma per tre quarti la gara è sotto controllo con Milano avanti di 18 prima che un quarto periodo da 33 punti permetta a Trento di rientrare fino a meno otto. L’Olimpia segna 14 triple e manda cinque uomini in doppia cifra subendo però i 31 punti di Shavon Shields.

Gara 2, Milano-Trento 90-80. Trento parte con un altro piglio offensivo, cavalca la vena prima di Ojars Silins e poi di Joao Gomes per costruire sette punti di vantaggio anche nel secondo periodo. L’Olimpia risponde con una prestazione offensiva di alto profilo. Con Curtis Jerrells a quota 21 nel primo tempo (5/5 da tre), prima resta agganciata, poi sorpassa e non si guarda più indietro. Quando nel quarto periodo Trento torna a meno tre, l’Olimpia piazza un parziale di 6-0 che di fatto chiude la partita.

CHI SONO GLI ARBITRI DI GARA 3

Gara 3 sarà arbitrata da Carmelo Paternicò, Manuel Mazzoni e Michele Rossi. Tutti e tre hanno arbitrato una precedente gara di playoff dell’Olimpia. Paternicò e Rossi erano insieme nella terza partita dei quarti di finale contro Cantù; Mazzoni ha diretto gara 3 della semifinale a Brescia. Paternicò e Rossi hanno diretto insieme anche gara 1 dei quarti di finale Avellino-Trento; dopodiché Paternicò ha arbitrato la Dolomiti in gara 3 di semifinale contro Venezia e Rossi l’ha fatto in gara 2 in trasferta.

IL RECORD CARRIERA DI JERRELLS

Curtis Jerrells ha stabilito il suo nuovo career-high nel campionato italiano con 27 punti, ritoccando i 26 che segnò nel 2013/14 ancora in finale scudetto contro Siena (era gara 1). Allora Jerrells ebbe 6/8 da tre (vedi video sotto). Questa volta ha fatto 5/8 ma dopo aver messo tutte le cinque triple scagliate nel primo tempo. Tuttavia, il primato di Jerrells in maglia Olimpia risale alla gara di EuroLeague di questa stagione a Valencia quando segnò 30 punti con l’ausilio però di due tempi supplementari. Jerrells ha il 42.0% da tre nei playoff.

I “GEMELLI DEL CANESTRO”

E’ la terza volta in campionato che due giocatori dell’Olimpia segnano almeno 20 punti a testa nella stessa partita. Prima di gara 2 della finale scudetto era successo nella seconda giornata di regular season quando Andrew Goudelock e Jordan Theodore segnarono ambedue 21 punti nella vittoria 72-70 al Mediolanum Forum contro Varese; e poi nell’ultima di stagione regolare a Venezia, sconfitta 89-86 con 22 punti ancora di Goudelock e 20 di Vlado Micov. Ma 52 punti complessivi da due giocatori sono in questo senso un record stagionale.

Queste le coppie da più di 50 punti in maglia Olimpia nelle finali scudetto:
61, 1984/85, Milano-Pesaro, Gara1: Roberto Premier (32) e Joe Barry Carroll (29)

59, 1978/79, Milano-V.Bologna, Gara2: CJ Kupec (33) e Mike Sylvester (26)

59, 1990/91, Milano-Caserta, Gara5: Jay Vincent (32) e Antonello Riva (27)

58, 1987/88, Milano-Pesaro, Gara3: Bob McAdoo (32) e Rickey Brown (26)

57, 1978/79, Milano-V.Bologna, Gara1: CJ Kupec (31) e Mike Sylvester (26)

56, 1895/86, Milano-Caserta, Gara1: Cedric Henderson (29) e Roberto Premier (27)

55, 1986/87, Milano-Caserta, Gara1: Bob McAdoo (34) e Mike D’Antoni (21)

55, 1990/91, Milano-Caserta, Gara3: Jay Vincent (30) e Antonello Riva (25)

52, 2017/18, Milano-Trento, Gara2: Curtis Jerrells (27) e Andrew Goudelock (25)

PIANIGIANI SUPERA RECALCATI: E’ PRIMO!

Con il successo di gara 2 su Trento, Coach Simone Pianigiani ha vinto nei playoff del campionato italiano 67 partite superando Carlo Recalcati come coach più vincente della storia. Il suo 67-7 pari al 90.5% rappresenta il record migliore di sempre in termini di percentuale di successi. In finale, il suo bilancio adesso è di 25-3. L’allenatore dell’Olimpia aveva cominciato questa edizione della post-season con 59 vittorie: con il successo 3-0 su Cantù aveva raggiunto Ettore Messina al secondo posto della classifica, con le tre su Brescia e gara 1 di finale aveva agganciato Carlo Recalcati di cui era stato assistente allenatore a Siena nella parte iniziale della carriera e di cui ha preso il posto sia alla Mens Sana che poi in Nazionale. La vittoria di gara 2 l’ha proiettato al primo posto della graduatoria storica.

MILANO-TRENTO: I PRECEDENTI

Per il terzo anno consecutivo, Milano e Trento si affrontano nei playoff ma mai prima d’ora era successo in finale. Nella stagione 2015/16, quella dello scudetto numero 27, le due squadre si affrontarono nei quarti di finale e l’Olimpia vinse 3-0 con gara 3 conquistata a Trento e canestro allo scadere dalla media di Alessandro Gentile. Nella stagione 2016/17, Trento ha vinto 4-1 conquistando tra l’altro tre vittorie al Mediolanum Forum. Nei playoff quindi il bilancio è 1-1 nelle serie e 6-4 Olimpia nelle singole partite dopo gara 2. In regular season – Trento è alla quarta stagione in Serie A – l’Olimpia è avanti 6-2, 3-1 a Milano e 3-1 a Trento. In campionato il bilancio complessivo è 12-6 a favore dell’Olimpia sempre dopo gara 2. Ma non è tutto. Nel 2016 le due squadre si affrontarono nei quarti di finale di Eurocup con due vittorie dell’Aquila, ma in questa stagione l’Olimpia ha battuto Trento nella semifinale di Supercoppa (poi vinta), sul neutro di Forlì, 74-65 con 24 punti di Andrew Goudelock. In totale quindi si parla di 20 confronti ufficiali con 12 successi di Milano e 8 di Trento. In questa stagione l’Olimpia ha battuto Trento tre volte su tre prima della finale, in Supercoppa, nella gara di Trento 74-55 (18 di Jordan Theodore) e in quella di Desio 88-80 con 28 punti di Vlado Micov, record carriera.

NOTE OLIMPIA NEI PLAYOFF

IL TIRO DA TRE – Dopo gara 2 l’Olimpia vanta 18 gare in campionato con un numero di triple in doppia cifra di cui 10 nelle ultime 11 gare. L’Olimpia nei playoff ha il 42.3% nel tiro da tre, prima assoluta con una media di 11.9 canestri da tre punti per gara. Dairis Bertans con il 58.1% è primo assoluto. Mindaugas Kuzminskas con il 43.6% è quarto. Andrew Goudelock con il 42.2% è quinto. Curtis Jerrells con il 42.0% è sesto.

PLUS/MINUS – quattro giocatori dell’Olimpia occupano le prime quattro posizioni nel /minus medio nei playoff. Arturas Gudaitis è primo con +11.6, Mindaugas Kuzminskas è secondo con +10.1, Vlado Micov è terzo con +10.0 e Andrew Goudelock è quarto con +9.9.

GOUDELOCK – Per Andrew Goudelock gara 2 è stata l’undicesima nel campionato italiano con almeno 20 punti segnati. Il record dell’Olimpia in queste gare è di 9-2. Quattro di queste partite sono state giocate nei playoff. Nella post-season, Goudelock ha 16.4 punti per gara, +9.9 di /minus medio, il 42.2% da tre con 27 triple a segno. Il suo record in Italia è di 28 punti in una singola prova (contro Venezia a Milano in stagione regolare).

TARCZEWSKI – Tarczewski ha segnato 14 punti in gara 1, il suo massimo in questi playoff. E’ stata anche la sua nona prova in doppia cifra in campionato. Il record dell’Olimpia in queste partite è 8-1. I suoi 27 di valutazione sono record carriera.

TARCZEWSKI 2 – Kaleb Tarczewski nei playoff sta catturando 7.0 rimbalzi di media, ed è primo nei rimbalzi per minuto giocato con 14.4 ogni 40 minuti. Tarczewski è anche secondo assoluto nei playoff nelle stoppate con alle spalle di Tyler Cain di Varese, con nove stoppate in nove gare giocate.

TARCZEWSKI 3 – Con le tre schiacciate di gara 1 è arrivato a 23 nei playoff, terzo di società a quattro schiacciate di distanza dal secondo posto di Alessandro Gentile (27, Samardo Samuels è primo con 37). In assoluto invece sono adesso 54: in un colpo solo ha superato Bourousis, Hairston e Singleton giungendo ad una schiacciata dal nono posto di Nicolò Melli.

MICOV – Vlado Micov è andato in doppia cifra in otto gare su nove di playoff. In gara 3 di semifinale ha giocato 35 minuti: in campionato è stato il suo top stagionale. Micov con 3.7 assist di media è terzo assoluto nei playoff. Precede Andrea Cinciarini.

KUZMINSKAS – Nei playoff, Kuzminskas è andato in doppia cifra in cinque gare. Ma soprattutto l’Olimpia è 9-0 in Italia quando Minda segna in doppia cifra.

CINCIARINI – Andrea Cinciarini con i due assist di gara 2 ne ha ora 85 in carriera in maglia Olimpia nei playoff, quarto assoluto ma a solo un assist di distanza dal terzo posto di Piero Montecchi. Primo è Mike D’Antoni con 181, secondo Alessandro Gentile con 151. Cinciarini è anche arrivato a 295 assist in maglia Olimpia in campionato ed è al settimo posto di sempre. Massimo Bulleri, sesto, ne ha uno in più, 296. Quinto è Dino Meneghin con 302.

CINCIARINI 2 – Cinciarini adesso ha 269 assist in carriera nei playoff ed è lontano sei assist dai 275 di Riccardo Pittis, primo di sempre in questa speciale classifica. Con 1133 assist è a cinque lunghezze dai 1138 di Mike D’Antoni nella classifica degli assist nel campionato italiano capeggiata da Gianmarco Pozzecco con 1772.

CINCIARINI 3 – Con i due assist di gara 2, raggiungendo quota 72, il Capitano dell’Olimpia è ad una sola lunghezza dal primato di 73 che appartiene a Terrell McIntyre.