Lega A - MIA Cantù cerca con brindisi la terza vittoria consecutiva

18.03.2017 14:14 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 218 volte
Lega A - MIA Cantù cerca con brindisi la terza vittoria consecutiva

Torna al PalaBancoDesio la MIA Cantù che affronterà domani alle ore 18.15 l’Enel Brindisi con l’obiettivo di conquistare, per la prima volta in stagione, tre successi consecutivi.              

GLI AVVERSARI - I pugliesi dell’esperto coach Romeo Sacchetti sono in piena corsa per i playoff dato che si trovano al momento nel gruppo al settimo posto in classifica, insieme alla FIAT Torino e alla Grissin Bon Reggio Emilia, a quota 22 punti.

I bianco- azzurri stanno attraversando un buon momento di forma visto che, come i bianco- blu, sono in striscia di due successi consecutivi e sabato scorso hanno espugnato il campo della Germani Basket Brescia per 91 a 81 grazie ai 25 punti dell’intramontabile Phil Goss e ai 21 dell’ala Amath M’Baye.

Il quintetto - L’Enel ha annunciato ieri l’acquisto del centro giamaicano Samardo Samuels, che però non è ancora stato tesserato e quindi non potrà scendere in campo a Desio, e dunque domani avrà a disposizione lo stesso roster della gara di andata, visto che il prospetto sloveno, classe 1997, Blas Mesicek non dovrebbe essere a referto per il turnover degli stranieri.

Play titolare della NBB è il rookie statunitense Nic Moore, assente a Brescia per un leggero stiramento muscolare al gran dorsale, che, al suo esordio in Europa, sta ben figurando con 12,2 punti e 4,3 assist di media a partita. Al suo fianco giocano il confermato americano, di passaporto giamaicano, Durand Scott, in grande crescita nelle ultime giornate in cui ha fatto registrare 18 punti e 7 rimbalzi di media e autore comunque nell’intero campionato di ben 16,1 punti di media a match, e lo specialista difensivo Marco Cardillo, al suo secondo anno in bianco- azzurro.

Sotto le plance Brindisi schiera l’ala francese Amath M’Baye, quarto capocannoniere della Serie A con 19,3 punti di media a sfida e quarto nella graduatoria della miglior valutazione con una media di 19,2, e l’atletico centro statunitense, di cittadinanza nigeriana, Danny Agbelese, che sembra destinato a lasciare la Puglia settimana prossima per lasciare spazio al neo acquisto Samuels.

La panchina - Coach Sacchetti può contare su una panchina profonda e di buon livello. Play di riserva è il triestino, ex Aquila Trento e Scaligera Verona, Marco Spanghero. Le rotazioni degli esterni sono garantite dall’esperto statunitense Phil Goss, che non solo sta realizzando 11,7 punti di media a gara, ma è anche primo nella classifica delle palle recuperate del campionato con 1,9 palloni recuperati di media a partita, dal canadese, con passaporto di Trinidad e Tobago, Kris Joseph, prezioso con i suoi 7,9 punti di media a match, e dal prospetto sloveno Blaz Mesicek, prelevato dall’Olimpia Lubiana alla fine del mese di dicembre, che probabilmente però domani non sarà in campo essendo l’ottavo straniero dell’Enel.

Il giovane talento, classe 1996, Daniel Donzelli, sostituisce le ali mentre cambia i lunghi il rookie statunitense Robert Carter, che al suo debutto in Italia si sta mettendo in grande evidenza con 12,7 punti e 6,2 rimbalzi di media a sfida.

LA SITUAZIONE DELLA MIA - Nella fila della MIA sarà a referto, ma non sarà a disposizione per la gara di domani l’esterno statunitense Tremmell Darden, fermo per un problema muscolare ai gemelli della gamba destra. Saranno della partita sia il capitano bianco- blu, Craig Callahan, sia Francesco Quaglia, che giocherà con una maschera protettiva del setto nasale.

I PRECEDENTI - Sono tredici i precedenti tra Pallacanestro Cantù e Nuovo Basket Brindisi con un bilancio favorevole all’Enel che ha conquistato 8 vittorie contro le 5 della MIA. Il trend è differente se consideriamo unicamente le partite disputate in  Lombardia dove i bianco- blu si sono imposti in 4 dei 6 confronti disputati.

Il massimo punteggio tra le due squadre è molto recente. Nella scorsa stagione Brindisi ha infatti espugnato il Pianella per 103 a 100 dopo un tempo supplementare. Anche il divario maggiore a favore dei pugliesi  è stato fatto registrare l’anno passato con l’Enel che in casa ha sconfitto l’Acqua Vitasnella per 86 a 68.

Lo scarto più ampio per la Pallacanestro Cantù risale invece alla stagione 1981- 1982 con l’allora Squibb che travolse in casa la Bartolini per 101 a 72.

Brindisi si è aggiudicata la gara di andata, giocata lo scorso 21 novembre al PalaPentassuglia, per 90 a 82 nonostante la grande prestazione di JaJuan Johnson, autore di una doppia doppia da 32 punti e 12 rimbalzi.

GLI EX - Sono due gli ex della sfida di domani tra MIA ed Enel Brindisi. Il capitano della Pallacanestro Cantù, Craig Callahan, ha esordito in Italia nella stagione 2011- 2012 con la maglia della formazione pugliese dando un importante contributo alla promozione in Serie A della squadra allora allenata da coach Bucchi con 11,6 punti e 5,2 rimbalzi di media a match.

David Cournooh ha invece militato nelle fila dell’Enel nelle ultime due stagioni. Proprio a Brindisi l’esterno bianco- blu ha disputato l’anno scorso il campionato della sua definitiva consacrazione con 7,8 punti, 2,6 rimbalzi e 2 assist di media a match.